Politica
Dati aggiornati

Ipotesi acquisto vaccini dalla Regione, Zaia furioso per le critiche: “Assurdo, solo odio personale”

Prosegue l'interlocuzione per un approvvigionamento in proprio dei vaccini, ma le accuse di "fughe in avanti" hanno fatto infuriare il Governatore.

Ipotesi acquisto vaccini dalla Regione, Zaia furioso per le critiche: “Assurdo, solo odio personale”
Politica Padova, 10 Febbraio 2021 ore 14:10

Punto stampa da Marghera con ospite il dottor Flor sul tema delle terapie intensive. Le critiche sul tema dei vaccini, con le accuse di “fughe in avanti”, hanno fatto infuriare il Governatore.

Bollettino aggiornato

Nelle ultime 24 ore +828 positivi (2,18% incidenza sui tamponi fatti), 1.737 ricoverati di cui 170 in terapia intensiva (-11) e 1567 in area non critica (-23), 31 decessi nelle ultime 24 ore.

“Abbiamo fatto un incontro con il dottor Flor stamattina – ha esordito Zaia – Sul tema vaccini abbiamo un paio di interlocuzioni solide e ci sono altre proposte appena arrivate. Non vi so dire quale sia lo stato dell’arte a livello nazionale ma noi intanto abbiamo chiesto di formalizzare per iscritto le proposte arrivate”.

LEGGI QUI IL REPORT CON I DATI AGGIORNATI ALLE 8 DI STAMATTINA

Ordinanza e vaccini

Sull’ordinanza firmata ieri, martedì, il Governatore ha incassato il plauso dei sindaci e di Confcommercio: “Abbiamo utilizzato solo buonsenso”. Alcune critiche invece, tornando sulla questione della carenza di vaccini, sono arrivate dai sindacati e da altre parti. Rilievi che hanno fatto infuriare Zaia:

“A tutto c’è un limite, mi sembra assurdo: siamo senza vaccini, i veneti (soprattutto gli anziani) sono disperati e c’è qualcuno che, ispirato solo da odio personale, critica anche su questo accusandoci di fughe in avanti. Sembra sia una colpa adesso preoccuparsi per la salute dei cittadini, non ho parole”.

Per quanto riguarda l’arrivo delle dosi di AstraZeneca, in Veneto ne sono appena arrivate circa 24mila mentre, ha confermato l’assessore Lanzarin, settimana prossima ne arriveranno altre 23.900 e infine 58.900 (con un richiamo previsto entro 3 mesi dalla prima somministrazione)

I dati del dottor Flor sulle terapie intensive

Ha preso poi la parola il direttore Flor, che ha dato un dettaglio dei numeri nelle terapie intensive:

“Ad oggi i ricoverati in terapia intensiva sono 176, di cui 126 ancora positivi. Abbiamo 470 posti occupati, con 140 invece ancora liberi. In un anno abbiamo ricoverato 3.430 pazienti ricoverati, di cui circa 2.500 a partire da luglio (la metà erano over 70). 1.346 i decessi invece. Oggi abbiamo una media che va da 6 a 8 persone al giorno che entrano in terapia intensiva”.