Economia
Padova

Agevolazione nella fornitura d’acqua ai clienti economicamente svantaggiati

Si tratta di un’iniziativa molto importante, in linea con l’operato di AcegasApsAmga e del Gruppo Hera.

Agevolazione nella fornitura d’acqua ai clienti economicamente svantaggiati
Economia Padova, 10 Febbraio 2021 ore 11:29

La Giunta ha approvato la delibera sull’addendum al protocollo d’intesa già attivo tra Comune di Padova e AcegasApsAmga, per l’agevolazione nella fornitura d’acqua ai clienti economicamente svantaggiati.

Agevolazione nella fornitura d’acqua

Si potenzia quindi l’accordo, rinnovato nel 2020 e attivo fino al 2022, tra l’Amministrazione comunale e la Multiutility a impegnarsi, ciascuno nei propri ambiti di competenza, ad operare congiuntamente per il sostegno dei cittadini in condizioni di grave disagio economico, condividendo le finalità di prevenire ed evitare il distacco delle utenze.

In virtù dell’accordo, con l’approvazione odierna dell’addendum, AcegasApsAmga fornisce una ulteriore disponibilità per essere più vicina alle famiglie in difficoltà, dando anche un concreto aiuto economico ed impegnandosi a erogare, per l’anno in corso, un importo pari a euro 20.000 € al Settore Servizi Sociali del Comune, il quale, in aggiunta a quanto viene già fatto, a sua volta si occuperà di definire e devolvere tale importo in favore di cittadini in situazioni di difficoltà economica, anche dovute alla pandemia.

Importante iniziativa

Si tratta di un’iniziativa molto importante, in linea con l’operato di AcegasApsAmga e del Gruppo Hera, da sempre fortemente impegnate a contribuire allo sviluppo delle comunità e del tessuto sociale in cui operano, anche attraverso il sostegno di azioni socialmente utili. L’assessore al sociale Marta Nalin ha affermato:

“Sono 20.000 euro che sono una risorsa preziosa in questo momento, a maggior ragione in questa fase emergenziale, dove molte famiglie si trovano a fronteggiare una difficile crisi economica, dovuta magari alla perdita del lavoro. Vanno ad aggiungersi al fondo che già esiste per il pagamento dei contributi delle bollette. Con le aziende abbiamo un protocollo che impegna reciprocamente alla gestione delle morosità e all’individuazione di forme di rientro e in generale di sostegno, in questo modo l’azienda interviene con 20.000 euro, che andranno a sommarsi al fondo esistente e garantiranno un aiuto a un numero maggiore di famiglie. Li ringrazio e sono certa queste sineergie tra pubblico e privato possano essere un modo per far fronte alle difficoltà di molti.”