Cronaca
Padova

“Smettila di parlare che spargi il Coronavirus” e gli spruzza lo spray urticante in faccia

La lite sulla tratta ferroviaria Rovigo-Padova.

“Smettila di parlare che spargi il Coronavirus” e gli spruzza lo spray urticante in faccia
Cronaca Padova, 24 Novembre 2020 ore 10:26

Una lite sul treno.

Tensione sulla Rovigo-Padova

Non tutti amano sentire le persone chiacchierare in autobus o in treno ma c’è sempre un limite a tutto. Nella mattina di ieri, lunedì 23 novembre 2020, sulla tratta ferroviaria Rovigo-Padova, si è verificata una lite fra tre donne. Il motivo? Due donne stavano chiacchierando durante il viaggio in treno, indossando correttamente la mascherina ma, una 40enne di Casale di Scodosia, ha chiesto più volte alle due amiche di smettere di parlare perché “stavano diffondendo il Coronavirus”. Una delle due donne, una residente a Rovigo nata in nigeria ha ribadito che loro stavano rispettando le normative anti Covid e che potevano chiacchierare tranquillamente.

La lite

Di tutta risposta la 40enne ha aperto il finestrino per far circolare l’aria, timorosa della presenza del Coronavirus. Le due amiche, che sono state raggiunte dalla gelida aria mattutina hanno chiesto alla 40enne di chiudere il finestrino ma quest’ultima ha continuato a gridare contro di loro, ribadendo che doveva cerca di dissipare il virus. Quando le donne sono scese a Padova, gli animi non si sono di certo placati e la discussione è degenerata al punto che la 40enne ha estratto dalla borsa lo spray al peperoncino e l’ha spruzzato sul volto della nigeriana. A quel punto è intervenuta la Polfer che ha identificato la 40enne procedendo con la denuncia per la violazione delle norme sulle armi dato che lo spray al peperoncino dev’essere usato solo come difesa.

LEGGI ANCHE: Insulti a Roberto Baggio: condannato a 8 mesi il leader animalista Paolo Mocavero

TI POTREBBE INTERESSARE: Positivo al Coronavirus Rosario Rizzuto, rettore dell’università di Padova