Incredibile

"Se ci arrestate useremo la magia nera", e poi aggrediscono i Carabinieri: notte di follia a Padova

I quattro stranieri si erano presentati al ristorante per cenare assieme, ma poi, complice l’eccessiva assunzione di alcol, avevano iniziato a litigare animatamente fino a scatenare una vera e propria rissa.

"Se ci arrestate useremo la magia nera", e poi aggrediscono i Carabinieri: notte di follia a Padova
Cronaca Padova, 29 Maggio 2021 ore 12:13

Poco dopo le 19 di ieri due equipaggi della Sezione Radiomobile del NORM della Compagnia cc di Padova sono intervenuti, a seguito di una telefonata pervenuta alla centrale operativa, al “Sushi Shark”, esercizio di ristorazione ubicato in via Madonna della Salute di Padova, dove era stata segnalata una accesa rissa tra quattro persone.

"Se ci arrestate useremo la magia nera", e poi aggrediscono i Carabinieri: notte di follia a Padova

Giunti in luogo i militari constatavano la presenza di un cittadino della Guinea Bissau e un Nigeriano che presentavano evidenti segni di colluttazione, poiché ricoperti di graffi e contusioni. Uno dei due era anche a torso nudo, essendogli stata strappata la maglietta dal contendente.

Subito dopo si avvicinavano due donne straniere, di cui una di nazionalità Senegalese e la seconda, nata in Polonia, che riferivano di essere assieme agli altri due africani con cui avevano una relazione di coppia. Tutti e quattro presentavano evidenti segni di ubriachezza e riuscivano a proferire discorsi connessi con molta fatica continuando a minacciarsi tra loro.

I quattro stranieri si erano presentati al ristorante per cenare assieme, ma poi, complice l’eccessiva assunzione di alcol, avevano iniziato a litigare animatamente fino a scatenare una vera e propria rissa.

Nel procedere alla loro identificazione, mentre il nigeriano consegnava spontaneamente i propri documenti, gli altri tre si opponevano alla richiesta di declinazione delle generalità e, in particolare il cittadino della Guinea e la donna senegalese, tentavano di aggredire con calci, schiaffi e sputi i militari operanti che richiedevano l’intervento di ulteriori due pattuglie di supporto per trasportare tutti i contendenti negli uffici di via Rismondo dove si è proceduto alla loro identificazione.

Anche negli uffici degli operanti sono continuati gli atti di violenza e di minaccia nei confronti degli operanti, minacciati di morte anche con l’asserito ricorso della magia nera. Al termine delle operazioni:

  • MANGA Filipe, nato in Guinea Bissau nel 1991 e residente a Padova è stato arrestato poiché responsabile del reato di rissa, resistenza a pubblico ufficiale, in concorso, nonché per rifiuto di fornire le proprie generalità e ubriachezza;
  • FAYE Marina, nata in Senegal nel 1980, residente a Padova, è stata arrestata poiché responsabile del reato di rissa, resistenza a pubblico ufficiale in concorso, rifiuto di fornire le proprie generalità e ubriachezza;
  • H.D., nato in Nigeria nel 1989, residente a Padova, è stato denunciato in stato di libertà per rissa in concorso e ubriachezza;
  • G.M.M., nata in Polonia nel 1977, residente a Padova, è stata denunciata in stato di libertà per rissa, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, in concorso, rifiuto di fornire le proprie generalità e ubriachezza.

Il primi due arrestati sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza della stazione di Padova Principale, in attesa dell’udienza fissata per la mattinata odierna con la procedura del rito direttissimo.