Padova

Ritrovo di pregiudicati, chiuso per 7 giorni il Major bar di via Tommaseo

Secondo le motivazioni il locale creava turbamenti per l’ordine e la sicurezza pubblica, con potenziali pericolose ripercussioni per gli abitanti dell’intero quartiere cittadino.

Ritrovo di pregiudicati, chiuso per 7 giorni il Major bar di via Tommaseo
Cronaca Padova, 09 Agosto 2021 ore 18:59

Venerdì scorso, il Questore di Padova ha sospeso per 7 giorni la licenza di somministrazione di alimenti e bevande intestata a un cittadino nigeriano di 42 anni per la gestione dell’esercizio pubblico ad insegna “Major bar”. Il provvedimento di sospensione, adottato ai sensi dell’art.100 del Testo Unico di Pubblica Sicurezza, trova fondamento nella circostanza che il locale è punto di ritrovo di persone pregiudicate che creano turbamenti per l’ordine e la sicurezza pubblica, con potenziali pericolose ripercussioni per gli abitanti dell’intero quartiere cittadino.

Tutti gli episodi incriminati

L’attuale sospensione è scattata dopo alcuni controlli di polizia effettuati di recente. In particolare lo scorso 6 dicembre 2020, il personale della Sezione Volanti era intervenuto presso l’esercizio pubblico per segnalazione di lite tra avventori e sul posto aveva appurato la presenza di una cinquantina di persone all’interno del locale in palese violazione della normativa volta a contenere il rischio epidemiologico da Covid-19, motivo per cui era stata disposta la misura accessoria della chiusura del locale per 5 giorni. La Polizia Locale, in data 21 maggio 2021, aveva sanzionato gli avventori del bar e il gestore per violazione della normativa in contrasto alla diffusione del COVID 19. Successivamente, il 18 luglio scorso, nel corso di un mirato controllo, la Volante ha identificato all’interno del bar 12 persone di cui la metà pregiudicate.

Un'aggressione all'interno del locale

Lo scorso 31 luglio, invece, una pattuglia della Sezione Volanti era intervenuta per un’aggressione subita da un avventore all’interno del locale, colpito da un altro cliente del bar con una bottiglia di vetro che infrangendosi gli aveva provocato lievi lesioni al volto. Da ultimo, in esito ad un controllo interforze effettuato il 4 agosto scorso da personale della Questura di Padova, della Polizia Locale, della ULSS e della Guardia di Finanza,  è emerso che all’interno dell’esercizio pubblico erano presenti 10 persone di cui 6 con precedenti penali, una persona sottoposta alla misura cautelare del divieto di dimora nella regione Veneto e un clandestino inottemperante all’Ordine del Questore di abbandonare il territorio nazionale. Da qui la decisione del Questore di Padova di sospendere la licenza al locale per 7 giorni.