Guardia di finanza

Maxi sequestro di prodotti con marchio "CE" contraffatto: occhiali da sole, mascherine e materiale hi-tech

Denunciati i due titolari delle ditte individuali controllate, entrambi di nazionalità cinese.

Cronaca Padova, 23 Marzo 2021 ore 15:42

Sequestrati oltre 250 mila prodotti con marchio “CE” illecitamente apposto, potenzialmente pericolosi per la salute dei consumatori.

Maxi sequestro di prodotti con marchio "CE" contraffatto

Nel corso del mese corrente i Finanzieri del Comando Provinciale di Padova hanno sottoposto a sequestro oltre 250 mila prodotti con marchio “CE” illecitamente apposto, potenzialmente pericolosi per la salute dei consumatori in assenza delle certificazioni richieste dalla disciplina europea e nazionale attestante la loro conformità.

L’intensificazione dell’attività di monitoraggio, attuata nei confronti di importatori e distributori di merce proveniente da Paesi extra-UE, ha permesso ai Baschi Verdi della Compagnia di Padova di individuare due soggetti economici, dediti alla commercializzazione di vari prodotti, quali occhiali da sole, mascherine chirurgiche nonché materiale elettrico ed elettronico, presso il Centro Ingrosso Cina del capoluogo euganeo.

I successivi controlli posti in essere dalle Fiamme Gialle hanno permesso di rinvenire e sottoporre a sequestro complessivamente 112.000 paia di occhiali da sole, 120.000 mascherine chirurgiche e 20.000 prodotti hi-tech, tra tastiere per personal computer, smart watch, power bank e hard disk esterni, per un valore stimato di 500.000 euro.

Certificazioni "tarocche"

Il contrassegno “CE” certifica, infatti, la conformità ai requisiti essenziali, stabiliti dalle direttive e dai regolamenti europei applicabili, per la commercializzazione e l’utilizzo nell'Unione Europea di specifici prodotti e comporta obbligatoriamente la redazione di una dichiarazione di conformità rilasciata da un Ente certificatore accreditato.

Nel caso di specie, durante i controlli ai Finanzieri sono state esibite certificazioni di conformità rilasciate da Enti certificatori non accreditati o sprovvisti dei requisiti per poter autorizzare l’immissione sul mercato di quella determinata tipologia di merce.

In particolare, tutti i prodotti sequestrati e ritirati dal mercato avrebbero dovuto superare una serie di test ed analisi tecniche, al fine di scongiurare eventuali problemi di salute e di sicurezza, quali, a titolo esemplificativo, possibili disturbi della vista con riguardo agli occhiali da sole, scarsa o totale assenza di limitazione della trasmissione di agenti infettivi per quanto riguarda le mascherine chirurgiche o possibili esplosioni e scosse elettriche con riferimento al materiale elettrico ed elettronico.

Due cinesi denunciati

I due titolari delle ditte individuali controllate, entrambi di nazionalità cinese, sono stati denunciati alla locale Procura della Repubblica per le ipotesi di reato di frode in commercio, vendita di prodotti con segni mendaci e ricettazione.

Le attività di servizio in rassegna si collocano nell’ambito del dispositivo permanente di contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale, predisposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Padova, nell’ambito del quale, nello scorso mese di febbraio, le stesse Fiamme Gialle hanno effettuato il sequestro di quasi 200.000 paia di occhiali da sole non conformi, a dimostrazione della costante attività di analisi mirata a programmare interventi volti alla tutela dell’economia legale e dei consumatori, nonché al contrasto di qualsiasi fenomeno distorsivo della concorrenza.