Menu
Cerca
Questura di padova

Maxi rissa in piazza Duomo, il 20enne padovano "bandito" dalla zona dell'aggressione

Il giovane della Provincia di Padova lo scorso 8 maggio si era reso protagonista di un’aggressione violenta verso più persone, nei pressi del ‘Il Gancino’.

Maxi rissa in piazza Duomo, il 20enne padovano "bandito" dalla zona dell'aggressione
Cronaca Padova, 31 Maggio 2021 ore 15:57

Emessi due misure di prevenzione personali nei confronti di due ragazzi 20enni che nelle settimane scorse si sono resi protagonisti di azioni violente ed aggressioni fisiche nella zona del Duomo.

Maxi rissa in piazza Duomo a Padova

La Divisione Anticrimine della Questura di Padova ha emesso due misure di prevenzione personali nei confronti di due ragazzi 20enni che nelle settimane scorse si sono resi protagonisti di azioni violente ed aggressioni fisiche nella zona del Duomo.

In particolare  è stato colpito dal DACUR (divieto di accesso urbano) un 20enne della Provincia di Padova che lo scorso 8 maggio si è reso protagonista di un’aggressione violenta verso più persone, nei pressi del ‘Il Gancino’ in piazza Duomo, alla presenza di numerose persone. Con la sua condotta, il giovane ha determinato una grave turbativa all’ordine pubblico, suscitando oltre all’accesa reazione delle persone aggredite, anche quella di altri ragazzi che hanno circondato il personale della Polizia Locale intervenuto per sedare la lite, costringendo l’intervento in supporto di diverse pattuglie della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, che,  con non poca difficoltà, riuscivano a ricondurre la situazione alla calma.

Il provvedimento irrogato vieta al giovane per due anni l’accesso alle aree interne ed esterne del “Il Gancino” e lo stazionamento nelle aree  della Piazza Duomo, Via del Vescovado all’incrocio con Via Vandelli, Via Arco Vallaresso angolo Piazza Duomo, Via Manin all’incrocio con Via Monte di Pietà, e via degli Obizzi,  oltre al divieto di accesso a tutti i locali pubblici presenti nel territorio dell’intera area. Nell’immediatezza dei fatti nei confronti dello stesso era già stata adottata la misura di prevenzione personale del Foglio di Via Obbligatorio per 2 anni, con il rimpatrio nel comune di residenza.

Lo fermano, ma lui torna in piazza e riprende l'aggressione

L’altro 20enne, invece, residente in provincia di Padova, lo scorso  22 maggio  si è reso protagonista di un episodio violento nei confronti di un coetaneo, nei pressi di un esercizio pubblico in piazza Duomo, ove erano presenti numerose persone. Il giovane non portava a peggiori conseguenze il suo gesto per l’intervento di personale della Polizia di Stato.

Dopo essere stato compiutamente identificato dagli operatori veniva accompagnato presso gli Uffici della Questura di Padova per il completamento di ulteriori accertamenti. Al termine degli stessi veniva rilasciato e non appena libero,  il giovane tornava in prossimità della stessa piazza ove aveva tenuto il precedente comportamento violento e reiterava la propria condotta nei confronti del medesimo soggetto, venendo nuovamente bloccato da militari della Guardia di Finanza.
Nei confronti dello stesso è stata adottata la misura di prevenzione personale del Foglio di Via Obbligatorio per 2 anni, con il rimpatrio nel comune di residenza