Menu
Cerca
Interviene il Comitato

Le tombe e le cappelle profanate all’Arcella ripristinate a spese del Comune

Il Comitato locale sul grave episodio di vandalismo al cimitero, dopo l'individuazione del presunti responsabili: "Repressione non basta".

Le tombe e le cappelle profanate all’Arcella ripristinate a spese del Comune
Cronaca Padova, 08 Aprile 2021 ore 08:44

Il Comitato Città Arcella interviene sul grave episodio di vandalismo al cimitero, dopo che sono stati individuati i presunti responsabili.

Tombe e cappelle profanate all’Arcella ripristinate dal Comune

“Il Comitato Città Arcella esprime il proprio dolore e la propria vicinanza alle famiglie ed alla comunità dei Frati Minori Conventuali dell’Arcella, che sono state colpite nei loro affetti più intimi dal gravissimo episodio di vandalismo avvenuto nella notte tra il 3 e 4 aprile nel cimitero dell’Arcella.

Sono le parole del Comitato in merito alla ormai tristemente nota devastazione del cimitero locale.

“Dalla nota della Questura Di Padova emerge come siano già stati individuati i presunti autori, un ragazzo di 18 anni e tre minorenni tra i 16 e i 17 anni. Sarà l’Autorità Giudiziaria a stabilire la sussistenza di una loro eventuale responsabilità penale e civile.

Ringraziamo il Sindaco Sergio Giordani, per il lodevole e generoso impegno di provvedere al ripristino delle tombe e delle cappelle profanate a spese del Comune.

E ancora:

“Come comitato impegnato nella salvaguardia ma soprattutto nel miglioramento del nostro quartiere svolgiamo la nostra attività anche sul fronte della sicurezza, tema che abbiamo affrontato in alcune delle sue molteplici sfaccettature nel corso del convegno online che abbiamo organizzato il 5 marzo scorso, con la presenza del Questore Isabella Fusiello, l’Assessore alla Sicurezza Diego Bonavina Assessore Comune di Padova, il Consigliere di Corte d’Appello Dott. Vincenzo Sgubbi, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Colonnello Luigi Manzini ed il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Padova Avv. Leonardo Arnau.

In quell’occasione si è chiarito che l’attività di repressione dei crimini e di altri comportamenti antisociali deve andare di pari passo con una grande opera coordinata a livello culturale e sociale, che veda impegnate tutte le migliori forze del quartiere, come le numerose associazioni e comitati che agiscono da anni, nel rispetto dell’ordine pubblico, per migliorare la qualità della vita, in particolare in quelle zone dove sono presenti problemi di povertà, non solo economica, e di integrazione tra culture e nazionalità diverse.

Auspichiamo che l’Arcella torni presto a far parlare di sé a livello locale e nazionale per i positivi traguardi che come comunità sapremo raggiungere. Noi ci impegneremo come sempre in questa direzione”, conclude la nota social del Comitato.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli