Volevano arrivare in Francia

Camion proveniente dalla Romania si ferma a Monselice: a bordo 4 giovani clandestini

Durante le fasi di scarico dei pneumatici si sono sentiti alcuni rumori provenienti dall'interno del camion.

Camion proveniente dalla Romania si ferma a Monselice: a bordo 4 giovani clandestini
Cronaca Monselice, 17 Dicembre 2020 ore 12:40

Scoperti a Monselice quattro giovani che si erano saliti “clandestinamente” sul camion proveniente dalla Romania, ma loro volevano raggiungere la Francia.

Fermati quattro giovani

Nel pomeriggio di ieri, mercoledì 16 dicembre 2020 a Monselice i militari del nucleo operativo radiomobile della compagnia Carabinieri di Abano Terme, deferivano in stato di libertà per presenza irregolare sul territorio nazionale:

  • H.A., nato afghanistan nel 2002,irregolare sul territorio nazionale;
  • R.A., nato afghanistan nel 2000, irregolare sul territorio nazionale;
  • P.M.S., nato afghanistan nel 1992, irregolare sul territorio nazionale;
  • K.S., nato afghanistan nel 1997, irregolare sul territorio nazionale.

Scoperti durante la fasi di scrico

I militari sono intervenuti presso la ditta “Carlini Gomme”, dove poco prima un camion proveniente dalla Romania che stava scaricando un carico di pneumatici. A seguito di alcuni rumori provenienti dall’interno, i militari accertavano la presenza di quattro giovani afghani che si erano introdotti nell’area di carico per mezzo di uno squarcio che avevano praticato sulla parte alta della copertura telonata. Gli stessi hanno riferito di essere saliti “clandestinamente” a bordo del mezzo mentre era fermo in Romania, ritenendo che stesse viaggiando in direzione della Francia, mentre in realtà il mezzo ha raggiunto la destinazione dove sono stati trovati.

L’identificazione

Gli operanti hanno effettuato gli accertamenti sanitari anti-covid e la loro identificazione. Gli stessi, che hanno trascorso la notte in una struttura del luogo, interpellati in proposito hanno rinunciato a richiedere il riconoscimento dello status di rifugiato, pertanto, nei loro confronti, sono state avviate le pratiche per l’espulsione dal territorio dello Stato.

LEGGI ANCHE:

Hacker all’open day della scuola dell’infanzia di Vo’: bestemmie e insulti contro le maestre

TI POTREBBE INTERESSARE:

Giordani blinda la città nel week end: “Non possiamo permetterci situazioni caotiche”

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità