Attualità
No Green Pass

"La gente come noi non molla mai!": Padova, altro che distanziamento e mascherine...

Almeno 5mila manifestanti sabato al Parco d'Europa a Padova, senza distanziamento e mascherina, in barba all'ordinanza del sindaco. Ora però scattano le sanzioni.

Attualità Padova, 15 Novembre 2021 ore 10:53

Sabato la manifestazione "statica" al Parco d'Europa con almeno 5mila partecipanti senza mascherine, in barba all'ordinanza sindacale. Un manifestante identificato, ora la Questura sta visionando i filmati e farà scattare le previste sanzioni nei confronti di organizzatori e partecipanti.

"La gente come noi non molla mai!"

Erano almeno 5mila sabato scorso, 13 novembre 2021, al Parco d'Europa, in zona Stanga, a Padova. "Ufficialmente" per celebrare il compleanno della web tv "Cento Giorni da Leoni", dalle posizioni molto critiche su vaccini e certificazione verde, in realtà per proseguire nel solco della protesta proprio contro le misure del Governo e in primis il Green pass. Tutti (o quasi) rigorosamente senza mascherina e assembrati, in barba all'ordinanza del sindaco di Padova che prevedeva la possibilità di manifestare solo con distanziamento e protezioni individuali.

A promuovere la mobilitazione, dopo il secco diniego della Questura al corteo di auto annunciato in centro, il gruppo "VenetoNoGreenPass". Nessuna paura né del virus né delle sanzioni per i numerosi "disobbedisco". Tra gli ospiti d'eccezione della manifestazione/festa anche il portuale di Trieste, Stefano Puzzer, che ha parlato di "Costituzione calpestata e di una deriva contro cui opporsi" e il sindaco trevigiano di Santa Lucia di Piave, medico indipendentista, Riccardo Szumski.

LEGGI ANCHE: Perquisizioni agli estremisti No vax in 16 città. Sulle chat Telegram minacce a Draghi, medici e giornalisti

La nota della Questura

Nell'occasione, a differenza di altre manifestazioni in contemporanea in altre città (vedi Milano), non si sono registrati disordini o episodi di particolare tensione, ma la Questura, attraverso una nota, ha fatto poi sapere:

"che la manifestazione in programma nel pomeriggio presso il Parco d'Europa si è svolta regolarmente in forma statica, senza turbative dell'ordine pubblico. Nel corso del deflusso, un manifestante ha contestato con veemenza la presenza della Polizia a presidio di uno dei varchi di ingresso/uscita del Parco d'Europa. E' stato identificato ed allontanato dagli Agenti in servizio e sarà segnalato all'Autorità Giudiziaria. E' stata inoltre riscontrata una diffusa inosservanza delle norme nazionali e della recente ordinanza del Sindaco di Padova sull'obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie. In merito sono in corso specifiche attività, anche basate sull'analisi delle immagini dell'evento, che porteranno alla contestazione delle previste violazioni amministrative a carico di promotori e partecipanti alla manifestazione".

Zaia: "Sono preoccupato

Sulla manifestazione ha espresso parole amare anche il presidente della Regione, Luca Zaia:

"Manifestare senza mascherina contro il green pass è la spia di un problema più serio: significa negare il virus, non solo rivendicare una posizione critica. Questo mi preoccupa molto".