Attualità
L'appello

Emergenza cinghiali nella Bassa e nell'Estense, Soranzo (FdI) scrive all'assessore Corazzari: "Situazione ormai insostenibile"

Il consigliere regionale di Fratelli d'Italia ha dato voce alle preoccupazioni espresse dai sindaci di Ospedaletto Euganeo e Borgo Veneto Giacomo Scapin e Michele Sigolotto.

Emergenza cinghiali nella Bassa e nell'Estense, Soranzo (FdI) scrive all'assessore Corazzari: "Situazione ormai insostenibile"
Attualità Colli Euganei, 06 Maggio 2022 ore 10:03

L'appello del consigliere di Fratelli d'Italia alla Regione: "Occorre intervenire subito".

Emergenza cinghiali nella Bassa e nell'Estense, Soranzo (FdI) scrive all'assessore Corazzari: "Situazione ormai insostenibile"

“L’emergenza legata al sovra-popolamento dei cinghiali nella nostra Regione ha raggiunto livelli insostenibili, con ricadute negative sull’agricoltura locale, sull’economia dei territori e sulla sicurezza della popolazione interessata. Mi riferisco principalmente a quanto accade da anni entro il Parco dei Colli Euganei e, più recentemente, anche nei limitrofi territori dell’estense, in particolare nelle zone ‘Vallette’ ad Ospedaletto Euganeo e ‘Dossi’ a Borgo Veneto. Le attività mirate al contenimento dei cinghiali intraprese fin dal 2000, prima dalla Provincia e oggi dalla Regione, entro il territorio del Parco hanno registrato risultati altalenanti: questo ha permesso agli ungulati di riprodursi in maniera esponenziale, vanificando gli sforzi profusi ed estendendo la problematica anche a territori finora non interessati”.

Questo il monito del Consigliere regionale del Veneto di ‘Fratelli d’Italia – Giorgia Meloni’ Enoch Soranzo che, dando voce alle preoccupazioni espresse dai sindaci di Ospedaletto Euganeo e Borgo Veneto Giacomo Scapin e Michele Sigolotto, ha indirizzato una propria missiva urgente all’Assessore Regionale Cristiano Corazzari sollecitando un tempestivo e risolutivo intervento da parte della Regione.

“È diventato oramai impossibile coltivare mais in prossimità della zona ‘Vallette’ ad Ospedaletto Euganeo: in questa area protetta di interesse comunitario (acr. SIC) i cinghiali scesi dai Colli Euganei hanno trovato il loro habitat naturale, proliferando in maniera esponenziale. Serve intervenire al più presto, per evitare questa situazione già grave possa presto degenerare ulteriormente, estendendosi all’intero territorio comunale e in quello dei comuni limitrofi” afferma il Sindaco di Ospedaletto Euganeo Giacomo Scapin.

“È necessario al più presto un intervento importante per debellare dai nostri territori questa emergenza. La presenza dei cinghiali non rappresenta un problema per i soli agricoltori: la preoccupazione oggi è anche per le infrastrutture idrauliche, dai fossati ai canali, e per la sicurezza degli automobilisti e dei cittadini residenti. I comuni sono pronti a fare la propria parte, ma servono risorse ed un coordinamento che può arrivare dalla sola Regione” afferma invece il Sindaco di Borgo Veneto Michele Sigolotto.

“Dobbiamo evitare che la situazione degeneri in maniera incontrollata. Agire oggi può evitare la necessità in un prossimo futuro di interventi con pesanti piani di abbattimento” ha affermato poi il Consigliere Soranzo nella missiva rivolta all’Assessore Corazzari.

“Dobbiamo valutare in questa fase, finché ciò è ancora possibile, un intervento massiccio con l’impiego di metodi di prevenzione quali i recinti, i chiusini e le barriere: la priorità è il ripristino della sicurezza di queste aree e la tutela delle zone rurali e dei centri abitati interessati” è l’auspicio del Consigliere regionale che chiude così la sua richiesta alla Giunta regionale.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter