Condizioni stabili

Alex Zanardi comunica ma non riesce a parlare, la moglie: "Sta combattendo come sempre"

Prosegue il lungo e difficile percorso di riabilitazione del campione, chiamato a un'ennesima rinascita: "Grazie a tutti per l'affetto".

Attualità Padova, 02 Luglio 2021 ore 10:49

Condizioni stabili per il campione vittima nel giugno 2020 dell'ennesimo grave incidente in handbike. Gli ultimi aggiornamenti sulle sue condizioni di salute.


Alex Zanardi comunica ma non riesce a parlare

Le sue condizioni sono stabili: comunica con i suoi cari, m ancora non è in grado di parlare. Procede la lunga e delicata riabilitazione, all'interno di una clinica specializzata, del campione di handbike Alex Zanardi, padovano acquisito, che ormai più di un anno fa è stato vittima dell'ennesimo sfortunato incidente mentre partecipava a una gara di beneficenza tra Pienza e San Quirico d'Orcia, in Toscana.

Ad aggiornare sulle sue condizioni di salute, ringraziando tutti per l'affetto dimostrato ancora una volta verso Alex, è stata la moglie, Daniela Manni, che in una recente intervista al magazine online della Bmw - marchio automobilistico di cui Zanardi è ambassador - ha dichiarato:

"Ci vuole tempo, dopo il periodo di coma le corde vocali hanno bisogno di recuperare la loro elasticità. Servono esercizio e terapia".

Il programma di recupero dell'ex pilota di Formula 1, dopo una serie di interventi neurochirurgici, procede con continui stimoli multimodali e farmacologici sotto il controllo di medici, fisioterapisti, neuropsicologi e logopedisti.

L'incidente

Era il 19 giugno 2020 quando Zanardi, 54 anni, ex campione di Formula Uno e oro paralimpico a Londra 2012 e Rio de Janeiro 2016, mentre stava affrontando con la sua handbike una tappa della gara a staffetta con arrivo a Montalcino, in Toscana, in un tratto di discesa nel territorio del comune di Pienza, in Val D'Orcia, all'altezza di una curva della provinciale 146, ha perso il controllo del mezzo finendo sul camion che arrivava in direzione opposta. Nel violento impatto, il campione ha perso il casco. Subito soccorso è stato operato al Policlinico Le Scotte di Siena.

Il lento e difficile percorso di rinascita: l'ennesima

Dopo 32 giorni in cui ha nuovamente lottato per la vita, dimostrando una volta di più una tempra fuori dal comune, Zanardi ha lasciato l’ospedale di Siena per essere trasferito in un centro specialistico di neuro-riabilitazione di Villa Beretta a Costa Masnaga, nel Lecchese. E' proprio qui che, da ormai un anno, l'atleta sta affrontando il suo difficile periodo di recupero.

"Sta combattendo come ha sempre fatto - ha concluso nell'intervista la moglie - Abbiamo ricevuto un affetto commovente da amici, fan, semplici conoscenti e da tute le persone che ruotano attorno al mondo dei motori. Un ringraziamento speciale va però ai medici che ci stanno seguendo in questo lungo e difficile percorso".