Eventi
Tempo libero

Cosa fare a Padova e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 9 e domenica 10 aprile 2022

Ecco una selezione di appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo.

Cosa fare a Padova e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 9 e domenica 10 aprile 2022
Eventi Padova, 08 Aprile 2022 ore 08:08

Gli appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo a Padova e provincia. Ecco i nostri consigli per sabato 9 e domenica 10 aprile 2022.

Cosa fare a Padova e provincia nel weekend

PADOVA. Visite a Villa Molin

  • Domenica 10 aprile

Villa Molin apre le sue porte per una visita alla villa e al parco. Sarà un affascinante percorso attraverso quattro secoli di storia e arte. Situata in posizione ideale, tra il centro di Padova e i colli Euganei, Villa Molin, si specchia elegantemente sulle acque del canale Battaglia, conservando ancora il suo aspetto originario fedele al progetto del 1597 di Vincenzo Scamozzi.

La villa vi accoglierà tra le sue sale splendidamente affrescate per farvi compiere un viaggio nel tempo in un connubio tra arte e natura. La villa fu fatta costruire dall'ambasciatore della Serenissima, Niccolò Molin a Vincenzo Scamozzi ed è uno dei migliori esempi di villa Veneta perfettamente conservata. Gli ampi spazi di villa e parco garantiscono sicurezza e autonomia nella visita e permettono di godere della bellezza e dell’armonia che dimore storiche e giardini incantati possono offrire. Una guida esperta in storia locale e architettura vi accompagnerà in un tour guidato sia all’interno che all’esterno della villa. Parcheggio interno per tutti gli ospiti. La visita è gratuita per i bambini con meno di 8 anni.

Informazioni e contatti
È necessaria la prenotazione su: www.villamolinpadova.com/visita-la-villa/.

Tel. 333 2557510.

È possibile fare durante l'apertura (14.30-17) una visita indipendente con video guida (ingresso 11 euro) con la possibilità di sostare in villa e nel parco a piacimento.

PADOVA. Dai romantici a Segantini. Storie di lune e poi di sguardi e montagne. Capolavori dalla Fondazione Oskar Reinhart

  • Sabato 9 e domenica 10 aprile

Settantacinque opere dalla Fondazione Oskar Reinhart, scelte personalmente da Marco Goldin, aprono il grande progetto sulle "Geografie dell’Europa. La trama della pittura tra Ottocento e Novecento", a partire proprio dal romanticismo in Germania con i suoi esponenti maggiori da Friedrich a Runge a Dahl.

Sette sezioni tematiche, cronologicamente distese lungo i decenni, consentono al visitatore di "appropriarsi" dell’arte svizzera e tedesca dell’Ottocento.

La grande esposizione "Dai romantici a Segantini. Storie di lune e poi di sguardi e montagne. Capolavori dalla Fondazione Oskar Reinhart" è il primo capitolo del nuovo, ampio progetto espositivo concepito da Marco Goldin. Una sequenza di grandi esposizioni, a dar vita a un vasto scenario artistico e storico, che darà conto della situazione della pittura in Europa lungo tutto il corso del XIX e parte del XX secolo, secondo una divisione nazionale o in aree contigue.

“Padova, recentemente riconosciuta Patrimonio Unesco per il suo essere “Urbs Picta” offrirà a padovani e turisti la prima mostra di questo grandioso ciclo, qualcosa di assolutamente inedito per il pubblico italiano, che si troverà coinvolto entro i confini di una storia meravigliosa, fatta di paesaggi incantati e ritratti indimenticabili - affermano il sindaco, Sergio Giordani, e l’assessore alla cultura, Andrea Colasio - È con grande piacere che ospitiamo questa nuova grande mostra, frutto della passione e della competenza di Marco Goldin e della sua Linea d’ombra. Abbiamo detto, fin dall’inizio del nostro impegno amministrativo, che la politica culturale a Padova doveva comprendere anche – naturalmente non solo – grandi mostre di respiro per inserire in maniera stabile la nostra città nel grande circuito nazionale e internazionale delle esposizioni. Mostre che mettano la città sotto i riflettori in modo continuativo, non solo per la loro attrattività verso il grande pubblico, ma anche per la qualità e il rigore dei contenuti offerti. Grazie alla sua politica culturale, Padova si dimostra città d’arte e di cultura, capace di offrire appuntamenti di assoluto livello negli ambiti più diversi, a conferma della vivacità e curiosità intellettuale che da sempre caratterizza la città”.

La costruzione della mostra si appoggia sulla stupefacente collezione compresa nella Fondazione Oskar Reinhart, facente parte della straordinaria rete del Kunst Museum di Winterthur, uno dei poli artistici di maggior interesse della Confederazione elvetica.

“Sono centinaia le opere tedesche e svizzere conservate nella collezione, la cui importanza è sempre stata ben riconosciuta, tanto che quasi trent’anni fa una selezione alta viaggiò in alcuni dei maggiori musei americani ed europei, dal County Museum di Los Angeles al Metropolitan di New York, dalla Nationalgalerie di Berlino alla National Gallery di Londra. E mai più da allora – spiega il curatore, Marco Goldin - Oggi, a distanza di quasi tre decenni da quella prestigiosa tournée, 75 opere dalla Fondazione Oskar Reinhart giungono a Padova. La mostra sarà un racconto, appunto, nuovo e pieno di fascino per il pubblico italiano, che verrà condotto a viaggiare, attraverso opere di grande bellezza, entro una pittura che dalla strepitosa modernità dei paesaggi di fine Settecento in Svizzera di Caspar Wolf, che quasi anticipa Turner, arriverà fino a Segantini. In mezzo, una vera e propria avventura della forma e del colore, con paesaggi meravigliosi e ritratti altrettanto significativi procedendo poi dal romanticismo ai vari realismi sia tedeschi sia svizzeri. Quindi, vere e proprie sezioni monografiche come quelle dedicate a Böcklin e Hodler, fino all’impressionismo tedesco e alle novità, francesizzanti, del colore di pittori svizzeri come Cuno Amiet e Giovanni Giacometti, il papà del grande scultore Alberto. Tra Hodler e Segantini nasce la devozione emozionata per la montagna che è insieme spalto fisico e categoria dello spirito. La mostra – chiude il curatore - ne darà ampia e appassionata testimonianza, innalzando così alla natura un vero e proprio inno”.

La mostra è promossa da Linea d’ombra www.lineadombra.it, Comune di Padova, Kunst Museum Winterthur, in collaborazione con Aps Holding, AcegasApsAmga, Camera Commercio Padova.

Orari e ingresso
Gli orari e le modalità di accesso sono disponibili sul sito www.lineadombra.it.

Per approfondimenti e per tutte le informazioni utili: www.lineadombra.it - ufficio stampa: studioesseci.net

Per informazioni
Linea d'ombra srl
sito www.lineadombra.it

ABANO TERME. Sfida di improvvisazione teatrale

  • Sabato 9 aprile

Ultimo appuntamento della rassegna e campionato “Theatresports™ Original”. Nella sesta ed ultima serata le due squadre - i Maracas ed Clappers - se la giocheranno all'ultimo punto per vincere il campionato sempre all'insegna del divertimento, del coinvolgimento, del rischio, della varietà e del gioco di squadra in cui il pubblico è libero di urlare e tifare per i suoi preferiti, come allo stadio, e di applaudire ed emozionarsi come a teatro.

Il tutto viene rappresentato secondo la formula originale del Theatresports™ creata da Keith Johnstone nel 1977 e tutt'ora "on stage" al Loose Moose Theatre di Calgary, in Canada.

È una vera e propria competizione tra due squadre con tanto di giudici, punteggi, ammonizioni e tifo sfegatato, ed allo stesso tempo uno spettacolo teatrale interattivo e completamente improvvisato.

Dove e quando
Sabato 9 aprile.
Sede spettacoli: Teatrò - via Donati, 1 - Abano Terme - Padova
Inizio alle ore 21.

Direzione artistica a cura di: Teatro a Molla
con il Patrocinio di: ITI - International Theatresports Institute e UILT

Biglietti
10 euro intero (senza prenotazione);
8 euro intero (con prenotazione), ridotto studenti universitari (senza prenotazione);
6 euro ridotto studenti universitari (con prenotazione);
5 euro ridotto minori di 15 anni, ridotto soci CambiScena, Improteatro, Teatro a Molla, Rabbit Hole, Eitam.
Omaggio: disabili (e accompagnatori), minori di 3 anni (se non occupano il posto)
Prenotazioni online

Le prenotazioni si accettano solo online dal sito https://www.cambiscena.it/.
Le prenotazioni online vanno effettuate entro le ore 24 del venerdì precedente al sabato di spettacolo.
Sono valide solo le prenotazioni che riceveranno conferma.
I biglietti prenotati vanno ritirati entro le ore 20.30 del sabato di spettacolo alla biglietteria del teatro.

Acquisto

La sera stessa dello spettacolo alla biglietteria del teatro. Apertura biglietteria ore 20.

PADOVA. Concerto alla basilica Santa Giustina

  • Sabato 9 aprile

Sabato 9 aprile alle ore 20.45, alla Basilica di Santa Giustina, si terrà a Padova il concerto per organo e solisti “Quanto triste ed afflitta fu la Madre benedetta!” organizzato dal Rotary Club Passport Elena Lucrezia Cornaro Piscopia – dichiara il presidente Gilberto Padovan. Il concerto contempla il “Stabat mater” di G. B. Pergolesi “Ave Verum Corpus” di W. A. Mozart.

Durante l’evento – conclude il presidente Padovan - verrà presentato il progetto “Nuova voce alle campane di Santa Giustina”. Ingresso libero, nel rispetto delle vigenti indicazioni sanitarie. Sarà possibile parcheggiare sul sagrato della Basilica a partire dalle 20.20.

Info web

www.abbaziasantagiustina.org/news/concerto-in-basilica-9-aprile-ore-20-45-stabat-mater-e-ave-verum-corpus

MONSELICE. Mostra fotografica "Lotto per l'arte"

  • Sabato 9 e domenica 10 aprile

LIdARTE associazione culturale che si occupa della promozione e valorizzazione degli artisti del territorio, ha lanciato a marzo 2021 il progetto artistico-culturale biennale "La fabbrica, uno spazio alternativo per la cultura". Lo stabilimento Buzzi Unicem di Monselice ha aderito all’iniziativa offrendo agli artisti ampi spazi espositivi con l’obiettivo di sostenere e incoraggiare l’espressione creativa in tutte le forme dell’arte. Il terzo appuntamento di questo progetto artistico, dopo le mostre personali di Thomas Prearo e Marco Ferrari, è dedicato alla fotografia e vedrà come protagoniste tre donne: Ilaria Alberti, Sabrina Canola e Paola Limena.

Lotto per l’arte è un’idea nata dalla collaborazione di queste tre artiste fotografe amatoriali di Este che intendono valorizzare la figura della donna artista presente nel territorio locale nel quale vivono. Le tre fotografe hanno selezionato diversi profili femminili che ogni giorno si adoperano per far conoscere la propria arte e per far emergere e apprezzare la loro ricerca artistica nel campo della pittura, del teatro, del canto, del ballo, dell’arte culinaria, della giocoleria, della poesia e della musica.

Informazioni e contatti
La mostra sarà inaugurata domenica 20 marzo 2022 alle ore 17 e sarà preceduta, dalle 14.30 alle 16.30, da un workshop fotografico di architettura tenuto dal fotografo professionista Stefano Baldin oltre alla partecipazione di alcuni fotografi appassionati del territorio. La mostra sarà visitabile, su appuntamento dal 20 marzo al 25 giugno 2022, presso gli spazi della cementeria Buzzi Unicem di Monselice.

DUE CARRARE. Weekend medievale al castello di San Pelagio

  • Sabato 9 e domenica 10 aprile

Un grande accampamento ricostruito ai piedi della Torre Medievale del Castello di San Pelagio, un tempo parte del sistema difensivo dei Signori di Padova. Decine di compagnie con oltre 100 rievocatori da tutto il nord d’Italia… attività, esposizioni, giochi e combattimenti per un tuffo nel passato all’epoca della Signoria dei Carraresi!

Il programma

SABATO 9 APRILE 2022

ore 15: Apertura campo medievale con presentazione delle Compagnie (gruppi storici medievali XI – XV secolo)
dalle 16 alle 18: Mostra di abbigliamento militare e armamenti
ore 16.30: Esibizione di tiro con l’arco e scene di vita quotidiana

DOMENICA 10 APRILE 2022

ore 10.30: Torneo di tiro con l’arco tra rievocatori
dalle 10.30 alle 12.30: Mostra di abbigliamento militare e armamenti
ore 11: Torneo cortese di spada e scudo tra uomini d’arme
ore 14.30: Visita alle stanze del Comandante del corpo di guardia nella Torre Trecentesca SOLO CON

PRENOTAZIONE A: eventi@castellodisanpelagio.it
dalle 15 alle 17: Mostra di abbigliamento militare e armamenti
ore 15.30: Gioco della palla medievale
ore 16: Esibizione di tiro con l’arco e scene di vita quotidiana
ore 17.30: Grande battaglia finale
E poi... la Caccia al tesoro nella Middle Age!

Informazioni e contatti
Punto ristoro attivo durante l'intera giornata di DOMENICA con pizze e panini da gustare all'interno del parco del Castello.

Tutte le attività sono comprese nei normali biglietti d’ingresso acquistabili online al link: https://www.castellosanpelagio.it/contact-us/

Seguici sui nostri canali