Eventi
Tempo libero

Cosa fare a Padova e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 5 e domenica 6 novembre 2022

Ecco una selezione di appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo.

Cosa fare a Padova e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 5 e domenica 6 novembre 2022
Eventi Padova, 04 Novembre 2022 ore 08:06

Gli appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo a Padova e provincia. Ecco i nostri consigli per sabato 5 e domenica 6 novembre 2022.

Cosa fare a Padova e provincia nel weekend

PADOVA. Concerto a memoria della vittime del Covid-19

  • Sabato 5 novembre

Sabato 5 novembre alle 21, a Padova, nella suggestiva chiesa romanica di San Nicolò, l’orchestra ed il coro dell’associazione “Il Cimento Armonico” diretti da Gianmaria Fantato Pontini, dedicheranno alla memoria delle vittime colpite dal Covid-19, a tutto il personale sanitario, alle autorità cittadine e alle Forze Armate che si sono impegnate durante la lotta alla pandemia, una delle pagine sacre più raffinate e pregiate: il Requiem per soli, coro e orchestra op. 48 di Gabriel Fauré (1845-1924) nella particolare versione del 1889.

Protagonisti della serata saranno il mezzosoprano calabrese Francesca Gerbasi, il baritono vicentino Alberto Spadarotto, l’orchestra ed il coro dell’associazione “Il Cimento Armonico” diretti da Gianmaria Fantato Pontini, nato a Padova nel 1999, pianista, organista e direttore d’orchestra, fondatore e direttore stabile dell’orchestra dell’Associazione “Il Cimento Armonico APS” di Padova. Un particolare debutto in veste di maestro del coro per il tenore, flautista, compositore veronese, padovano di adozione, Gian-Luca Zoccatelli che dopo il debutto al Teatro alla Scala di Milano nel 2008 nei ruoli di Acate e Pirro nella Didone di Francesco Cavalli sotto la direzione di Fabio Biondi e l’orchestra Europa Galante.

il Requiem per soli, coro e orchestra op. 48 ebbe una lunga gestazione e venne scritto in più versioni successive. Nel 1887-1888 Fauré compose la prima versione dell'opera, che chiamò "un petit Requiem" per piccola orchestra con cinque movimenti (Introit e Kyrie, Sanctus, Pie Jesu, Agnus Dei e In Paradisum), che venne eseguita per la prima volta il 16 gennaio 1888 per il funerale di Joseph Lesoufaché, un architetto, a La Madeleine a Parigi. Nel 1889 Fauré aggiunse la porzione Hostias dell'Offertorio e nel 1890 ampliò l'Offertorio e aggiunse il Libera me. Questa seconda versione fu presentata per la prima volta il 21 gennaio 1893, sempre alla Madeleine sotto la direzione di Fauré. Dal momento che le autorità ecclesiastiche non ammettevano cantanti donne e insistevano su cantanti solisti con voci bianche e coristi contralto, Fauré compose l'opera con quelle voci in mente e dovette impiegarle per le sue esecuzioni alla Madeleine, ma nella sala da concerto, svincolato dalle regole ecclesiastiche, preferì le voci femminili per le parti corali acute ed il solista nel Pie Jesu. Nel 1899-1900, infine, la partitura fu rielaborata per l'intera orchestra. Questa versione finale fu presentata in anteprima al Trocadéro di Parigi il 12 luglio 1900, durante l'Esposizione di Parigi. Paul Taffanel diresse un complesso di 250 artisti.

La serata si avvale del patrocinio della Regione Veneto, della Provincia di Padova, e del Comune di Padova e in collaborazione con l’Istituto Alberghiero “Pellegrino Artusi” di Recoaro (Vi) che parteciperà mettendo a disposizione alcuni alunni che si occuperanno dell’accoglienza del pubblico in chiesa.

Al concerto saranno presenti diverse autorità cittadine e le Forze Armate che hanno profuso impegno indefesso durante la lotta alla pandemia.

Per questioni di capienza è obbligatoria la prenotazione al sito www.ilcimentoarmonicoaps.it, o presso Gabbia Dischi, da sempre al fianco della musica cittadina, l’ingresso è ad offerta libera.

Info sul sito www.ilcimentoarmonicoaps.it, o mail ilcimentoarmonico@gmail.com

Orchestra “Il cimento armonico”

L’orchestra “Il Cimento Armonico” è stata fondata da Gianmaria Fantato Pontini. L'organico è costituito principalmente da giovani esecutori, ancora studenti di Conservatorio o già diplomati, coadiuvati da concertisti di chiara fama (sono già riusciti a avere questa collaborazione, che ovviamente è stata di grande supporto e stimolo per i giovani esecutori).
Il Debutto dell’orchestra è stato a Marzo 2022 con il concerto-spettacolo “Fantasia di Divina Commedia”, spettacolo di contaminazione per attore ed orchestra, con musiche da Bach ad Elgar.
Dopo poco l’orchestra si è esibita in un concerto di Pasqua interamente dedicato ad Antonio Vivaldi presso la Basilica Di Santa Maria Del Carmine.
È stata inoltre protagonista del Concerto per Sant’Antonio presso la Chiesa Di San Gaetano a Padova in Giugno 2022, riscuotendo sempre ampio successo da parte del pubblico. Ha recentemente aperto la sua prima stagione presso la Sala Della Carità eseguendo musiche di Mozart, Tartini, Vivaldi, Bach.
Dalla sua fondazione è diretta stabilmente da Gianmaria Fantato Pontini ed ha collaborato con vari solisti sia strumentisti che cantanti.

PADOVA. Crociera fluviale a Padova

  • Domenica 6 novembre

Concedetevi un paio d'ore in navigazione attraverso i Canali di Padova ammirando i caldi colori dell'autunno! È un modo diverso per scoprire le antiche mura, i monumenti, i bastioni e i palazzi di Padova a bordo di tipiche imbarcazioni venete in legno. Imbarco alla conca di Porte Contarine nel cuore della città!

15 euro per persona
10 euro bambini da 6 a 12 anni
Gratis bambini 0/5 anni
La quota comprende:

tour in battello
illustrazione del percorso da parte del capitano
caffetteria e biscotti

Il tour ha inizio e termina a Porte Contarine (via Giotto angolo via Matteotti) e dura 1 ora e 45 minuti circa. La convocazione dei partecipanti è 10 minuti prima della partenza. Imbarco sul battello di Artemartours alla monumentale Conca delle Porte Contarine, del 1526, il monumento idraulico più insigne di Padova, situato nel centro storico della città. Navigazione lungo un percorso fluviale suggestivo, tra i canali interni della città, costeggiando le antiche mura rinascimentali veneziane che con le loro Porte e Bastioni, rappresentano una delle più lunghe cortine murarie d’Italia. I partecipanti, a bordo di un imbarcazione tradizionale, potranno assaporare l’arte e la storia di Padova e cogliere particolari della città non visibili dalla strada.

Lungo il Piovego, canale scavato nel 1230, percorreremo antiche rotte fluviali che per secoli hanno rappresentato la principale via di trasporto di merci e di persone. Costeggeremo le mura cinquecentesche, la cittadella universitaria fino ad incontrare il Portello, il più importante porto fluviale di Padova durante la dominazione Veneziana e punto di attracco per tutti i battelli che collegavano la città alla laguna di Venezia. Porta Portello risalta con il monumentale portale in pietra d’Istria e la sua bella scalinata cinquecentesca (dipinta su tela anche dal Canaletto) Sempre costeggiando mura e antichi bastioni si arriva allo storico Ponte dei Graissi, l’unico rimasto in muratura lungo questo percorso fluviale. Lungo il percorso incontriamo la superba Villa Giovannelli, imponente “villa tempio” che si fa notare per il suo classico pronao e la bellissima scalinata, progettata dall’architetto Giorgio Massari. Sorseggiando una bevanda offerta dall’equipaggio, il capitano racconta storie ed aneddoti del mondo ‘‘perduto’’ del trasporto fluviale e l’importanza delle vie d’acqua nell’economia padovana, descrive come vivevano i ‘‘barcaroli’’ di un tempo, illustra il meccanismo delle conche di navigazione ideato da Leonardo da Vinci. Una volta arrivati alla Conca di Noventa Padovana, evoluzione del battello e rientro al punto di partenza.

L'escursione è garantita anche in caso di pioggia; il battello è panoramico e coperto, dotato di toilette ed angolo bar. Obbligatoria la prenotazione anticipata on-line sul sito www.artemartours.it. È necessario presentarsi a bordo con la prenotazione cartacea.

PADOVA. Visita guidata: "I segreti della Basilica del Santo"

  • Sabato 5 novembre

La Basilica di S.Antonio, che i padovani chiamano Il Santo, è uno dei più celebri e frequentati santuari del mondo cristiano.
Il grande santuario inizia ad essere costruito nel 1232 in onore di S.Antonio di Padova per iniziativa dei francescani e con il generoso contributo della città e dei pellegrini. L’interno conserva splendide opere d’arte, dalla meravigliosa cappella rinascimentale, che ancora oggi conserva le spoglie mortali del santo, ai cicli pittorici trecenteschi divenuti patrimonio UNESCO, la famosa Cappella delle Reliquie, all’altare maggiore con i capolavori bronzei del Donatello. La visita ci porterà anche a scoprire i magnifici chiostri del Capitolo, del Generale e del Museo.

SABATO 5 NOVEMBRE 2022

1° turno: ore  10.
2° turno: ore 11.30
3° turno: ore 14

Informazioni:
DURATA: 1h30
RITROVO: Davanti alla Basilica del Santo, in Piazza del Santo, 11, 35123 Padova PD
CONTRIBUTO: 14 euro adulti, 7 euro RAGAZZI fino ai 16 anni
ACCOMPAGNAMENTO: visita condotta da guida professionista abilitata. Nel prezzo del biglietto sono inclusi gli auricolari.

Prenotazione obbligatoria dal link: https://eventi.venetosegreto.com/evento/i-segreti-della-basilica-del-santo/.

SELVAZZANO DENTRO. Alto contralto trio

  • Sabato 5 novembre

Il FESTIVAL LIRICHEGGIANDO XI EDIZIONE torna sabato 5 novembre all’Auditorium San Michele in via Roma 68/b di Selvazzano Dentro con il recital lirico dell’AltoContraltoTrio, inizio ore 21. Organizzata dalla Città di Selvazzano Dentro insieme all’associazione musicale I Musici Patavini e la direzione artistica di Stefania Miotto, la Rassegna prevede quest’anno un cartellone di sette spettacoli caratterizzato da prestigiose collaborazioni e sostegno ai giovani talenti.
L’AltoContraltoTrio è formato da Eugenia Zuin contralto, Giulio Baraldi viola e Cristiano Zanellato pianoforte, tre professionisti e colleghi che vantano singolarmente una ricca carriera artistica, che in questo progetto hanno riportato alla luce un repertorio caratterizzato dalla singolare raffinatezza dovuta all’impasto dei tre diversi timbri.

«Dopo il successo della prima serata, l’appuntamento sarà sempre al San Michele per tutti i sabati di novembre alle ore 21 – sottolinea il Sindaco della Città di Selvazzano Dentro Giovanna Rossi – Avere ospiti alcuni dei migliori professionisti del campo lirico è l’obiettivo che ci siamo posti fin dall’inizio di questa avventura e il riscontro di pubblico ci aiuta a continuare sempre su questa strada che abbiamo intrapreso con grande impegno e volontà».

Nella lingua francese la viola è denominata “alto”, abbreviazione di “alto de violon”, ossia “contralto del violino”: appare quindi naturale l’abbinamento tra il “contralto degli archi” (la viola, appunto) e la voce umana del contralto, il più grave fra i registri femminili. Esiste un repertorio cameristico di non frequente esecuzione, che consiste in Lieder, Songs, Chansons appositamente composti in periodo romantico e tardoromantico per una formazione con contralto o mezzosoprano, viola e pianoforte, che spazia dai due canti op. 91 di Johannes Brahms a brani di autori meno conosciuti vissuti tra ‘800 e ‘900 quali Bridge, Loeffler, Marx, Dale, che hanno musicato celebri testi di poeti tedeschi od inglesi.

Numerosi i concerti e le partecipazioni della formazione in rassegne di musica da camera: “Festa della Musica Attiva” di Piazzola sul Brenta, le domeniche “musicali” di Palazzo Roberti a Bassano e in varie edizioni della “Festa della Musica” di Marostica. Il Trio predilige proporre i propri programmi contestualizzando le esecuzioni per facilitarne la fruizione ad un pubblico spesso non abituato a godere di tale repertorio: tale modalità concertistica - che può esser definita come “recital-racconto” ottiene ovunque un lusinghiero successo. Anche per questo concerto rimane valida l’iniziativa realizzata in collaborazione con il Settore Commercio, per cui parte del valore del biglietto di ingresso potrà essere utilizzato come voucher in diverse attività della Città di Selvazzano.

Biglietti:
Ingresso unico: € 7 (comprende voucher valore 3 euro)
Prevendite:
Bar Centrale, tel. 049-8303671 (SELVAZZANO, Via Roma nr. 37)
Gabbia Dischi, tel. 049-8751166 (PADOVA, Via Dante nr. 8)
Biglietti disponibili all’Auditorium San Michele (un’ora prima dell’inizio del concerto)
Info:
I Musici Patavini: tel. 388-9507688 www.imusicipatavini.it - imusicipatavini@libero.it

Seguici sui nostri canali