Eventi
Tempo libero

Cosa fare a Padova e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 23 e domenica 24 aprile 2022

Ecco una selezione di appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo.

Cosa fare a Padova e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 23 e domenica 24 aprile 2022
Eventi Padova, 22 Aprile 2022 ore 08:51

Gli appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo a Padova e provincia. Ecco i nostri consigli per sabato 23 e domenica 24 aprile 2022.

Cosa fare a Padova e provincia nel weekend

PADOVA. Domenica ecologica

  • Domenica 24 aprile

L’ultimo appuntamento con le Domeniche Ecologiche 2022 è in agenda il 24 aprile, giorno in cui si svolgerà anche la Padova Marathon–Maratona di Sant’Antonio. Le attività sono state pertanto organizzate fuori dal centro storico, già interessato dalla gara podistica, all’interno di tre parchi cittadini: Parco dei Salici nel Quartiere Guizza, Parco Milcovich all’Arcella e Campo dei Girasoli in zona Basso Isonzo-Sacra Famiglia. Queste aree verdi saranno animate per tutta la giornata da attività informative e ricreative, laboratori e momenti di approfondimento dedicati alle famiglie e ai bambini all’insegna delle buone pratiche sostenibili.

La Domenica Ecologica è un’iniziativa è promossa dal Comune di Padova nell’ambito del pacchetto di misure straordinarie per il contenimento dell’inquinamento atmosferico approvato dalla Regione del Veneto lo scorso anno (DGRV n. 238/2021 e DGRV n. 1089/2021). L’apposita ordinanza chiude al traffico l’area perimetrata dalle mura cinquecentesche, per tutte le categorie di veicoli, nella fascia oraria dalle 8:30 alle 18:30. Sono esentati dal divieto i mezzi del trasporto pubblico locale, le auto del servizio di car-sharing e i mezzi di primo soccorso.

LIMITAZIONI DEL TRAFFICO – Il divieto di circolazione riguarderà l’area interna delimitata dal perimetro delle seguenti vie (elencate in senso orario): barriera Saracinesca, via Cernaia, porta San Giovanni, via Euganea - tratto compreso tra porta San Giovanni e via Orsini, via Niccolò Orsini, porta Savonarola, via Pilade Bronzetti, porta Trento, via Frà Paolo Sarpi, viale Codalunga, via Trieste, via Bassi, via Niccolò Tommaseo, via Venezia, p.le Della Stanga, via Ludovico Ariosto, via Gattamelata, via Gustavo Modena, via Angelo Scarsellini, via Alessandro Manzoni, via Giordano Bruno, via Andrea Costa, viale Felice Cavallotti, ponte Del Sostegno e via Goito. Inoltre, sono percorribili gli assi viari: via G. Leopardi, Cavazzana, Prato della Valle, Alberto Cavalletto, Pasquale Paoli, via 58° Fanteria, Micheli Sanmicheli e Fabrici d’Acquapendente.

PARCO DEI SALICI

Spettacoli, laboratori e lettura animate, manutenzione delle sedute Vizha, possibilità di pranzare al parco e lo scrittore Matteo Righetto protagonista al Parco dei Salici

STAND INFORMATIVI – Al Parco dei Salici saranno collocati gli stand del Comune di Padova. In particolare, Informambiente - Settore Ambiente e Territorio del Comune di Padova darà indicazioni e materiali sui progetti di sostenibilità ambientale attivi: Veneto ADAPT, CamMin Facendo. Ci saranno poi anche il nuovo Sportello per il Risparmio Energetico, il servizio gratuito realizzato nell’ambito del progetto Horizon2020 PadovaFIT Expanded per promuovere il risparmio energetico e l’accesso agli incentivi economici per interventi di riqualificazione energetica come Superbonus 110%, Sismabonus ed Ecobonus, e il riconoscimento Per Padova sostenibile rilasciato ai soggetti che realizzano attività e servizi nel rispetto di criteri di sostenibilità ambientale e sociale. Sarà presente, inoltre, il corner Conosci il Portierato dell’Associazione Quarto Tempo per promuovere attività di relazioni e conoscenza del territorio.

LABORATORI E ATTIVITÀ - Durante tutta la giornata, Informambiente e APS Nutrimenti propongono momenti di gioco e il laboratorio Vado a scuola con gli amici per imparare cos’è il piedibus e perché è così importante per noi e per l’ambiente.

Ai bambini sono rivolte anche le animazioni in programma a partire dalle 10:00: l’Associazione Liquidambar con il suo atelier creativo “naturalmente artisti!” invita a realizzare un’opera collettiva con tempere e pennelli; il Circo Fungo a cura di Geo il giocoliere offre uno spettacolo-laboratorio di giocoleria itinerante; l’Associazione Quarto Tempo propone un laboratorio per l’autoproduzione di manufatti con i semi.

Alle 10:30 spazio all’animazione teatrale insieme a I Fantaghirò che presentano una rilettura del racconto di Lionni Piccolo blu e piccolo giallo, la storia di un’amicizia conquistata con impegno e tra mille difficoltà.

Durante tutto l’arco della mattinata, i volontari del Portierato di quartiere e i volontari dell’Associazione Quarto Tempo insieme all’Associazione Plastic Free Onlus propongono l’attività di pulizia di rione.

Le attività riprendono poi nel pomeriggio alle 15:30 con la proposta della Libreria Mondadori Ipercity: letture animate a tema ecologico in particolare sugli animali della città, gli alberi, le pratiche ecologiche, il superamento dell’antropocene.

Dalle ore 16:00 il Comune di Padova mette a disposizione carta vetrata e mordente per la manutenzione delle sedie Vizha. Tutti i 167 custodi sono invitati a prendersi cura, in questa giornata, della propria seduta. Ad accompagnare le attività c’è una performance teatrale sul tema della Liberazione a cura di Abracalam.

Ospite d’eccezione per questa domenica ecologica anche lo scrittore Matteo Righetto, che per l’occasione presenta alle 17:30 il suo libro La stanza delle mele, un romanzo sul senso profondo e ancestrale della montagna. Al termine, ci sarà la possibilità di acquistare il libro e farsi firmare una copia dall’autore.

Per tutta la giornata sarà presente anche il ristorante itinerante Languorino Bistrot che pone particolare attenzione alle materie prime stagionali e del territorio. Ci sarà la possibilità di fare una merenda, pranzare e finire la giornata con un aperitivo al parco.

INTRATTENIMENTO MUSICALE – Spazio anche all’intrattenimento musicale a cura di Associazione Culturale Veneto Suoni e Sapori. Alle 11:30 sul palco dei Salici si esibiranno i Peach Pies. In questo progetto due tra i più interessanti talenti della scena musicale padovana – la voce Aurora Inferrera e la chitarra Giacomo Cleva - propongono un viaggio nell’acoustic soul, spaziando con sonorità morbide da cover conosciute a brani più ricercati.

Alle 18:30 è in programma la performance del giovane cantante di origine camerunense Napoleon K. Feh-Fobang, un artista che presenterà un repertorio jazz tra classici e pezzi contemporanei.

PARCO MILCOVICH

Durante la mattinata, dalle 10:00 alle 12:30, parco Milcovich accoglierà diversi laboratori, a cominciare da Ricicl-arte, curato da Collettivo Pictor e Arci Padova: grandi e piccoli sperimenteranno modalità per riutilizzare e riciclare in maniera creativa vari tipi di materiali. In programma ci sono poi Io sono foglia e altre storie, una lettura ad alta voce di Valentina Sestu in cui la storia della natura prende vita e l’Atelier delle verdure a cura di Lanterna magica, un laboratorio alla scoperta della tecnica musiva, per realizzare un mosaico con materiali vari ripercorrendo motivi decorativi diversi. Sempre dalle 10:30 alle 12:30 i genitori accompagnatori del Piedibus della scuola Salvo D’Acquisto, in collaborazione con Informambiente e Associazione NUTRImenti, propongono un momento di festa con giochi e animazioni per le bambine e i bambini del quartiere Arcella.

Imperdibile poi l’appuntamento alla casetta Zebrina con il tradizionale brunch: un connubio tra elementi di colazione italiana ed internazionale. Info e prenotazioni al 327 1629910.

Alle 18:00 spazio alla musica insieme all’Open Jazz Quartet, un progetto jazz che rivisita gli standard di Broadway e i capolavori del bebop alla ricerca di un orizzonte espressivo personale. Sul palco Alessandro Niero (voce), Flavio Agostini (basso), Luca Dalla Gasperina (piano), Francesco Domenichini (chitarra).

CAMPO DEI GIRASOLI

Le attività al Campo dei Girasoli iniziano alle 10:00 con l’attività proposta da AUSER Orti aperti, un momento per cominciare a seminare e trapiantare, scambiarsi esperienze e consigli, e con Cambia le cose, ferma lo smog, il grande disegno partecipato promosso da Legambiente Padova per aiutare i bambini ad immaginare la loro strada scolastica.

Alle 10.30 sarà inaugurata la mostra Life is Life di Francesco Palazzo: una selezione di opere del ciclo pittorico “homo-humus”, nato da un’interpretazione della complessa interazione uomo-ambiente.

Sempre alle 10.30 è in programma anche la pedalata In bici al parco dal Giardino Cavalleggeri di Corso Milano fino al Campo dei Girasoli per promuovere l’uso della bicicletta in città. Aperitivo del ciclista all’arrivo. A cura di Legambiente Padova, Comitato per il parco agricolo del Basso Isonzo, Campo dei Girasoli, Associazione Play, Horus Basket, Usmi Basket Padova, Arakè.

Dalle 11:00 e per tutta la giornata spazio alla musica con la maratona in vinile a cura di Rough&Tough + Soultrain: una selezione di brani -dalla black alla tropical music, dallo Ska al reggae, dal soul al funk.

Nel pomeriggio alle ore 15:00, la guida naturalistica-ambientale Laura Torresin condurrà una passeggiata alla scoperta di erbe spontanee, medicinali e velenose presenti al Parco del Basso Isonzo.

La giornata al Campo dei Girasoli si conclude alle 0re 17:00 con la presentazione della Fattoria dei Girasoli e lancio del crowdfunding. In attesa dei laboratori didattici rivolti a bambini e ragazzi, ma anche agli adulti, sarà presentato il progetto e realizzata una visita ai primi “ospiti” della fattoria.

PADOVA. Padova Marathon

  • Domenica 24 aprile

Nata in occasione del Giubileo del 2000, la Padova Marathon in questi anni si è affermata come l’appuntamento sportivo di riferimento per tutto il territorio. Quest’anno la Padova Marathon si connota con lo slogan “Run into art”, legandosi a Padova Urbs picta, patrimonio mondiale Unesco.

L’edizione 2022 prevede la maratona di 42,195 km, la mezza maratona di 21,091 km, le Stracittadine di 10, 5 e 1 km, oltre all’area Expo e ad una serie di eventi.

Le modalità e i costi d’iscrizione, le informazioni sui percorsi, gli orari della manifestazione e il programma delle iniziative sono disponibili sul sito della Padova Marathon.

La manifestazione, organizzata da Assindustria Sport Padova, è realizzata con il patrocinio e il contributo del Comune di Padova.

PADOVA. Dai romantici a Segantini. Storie di lune e poi di sguardi e montagne. Capolavori dalla Fondazione Oskar Reinhart

  • Sabato 23 e domenica 24 aprile

Settantacinque opere dalla Fondazione Oskar Reinhart, scelte personalmente da Marco Goldin, aprono il grande progetto sulle "Geografie dell’Europa. La trama della pittura tra Ottocento e Novecento", a partire proprio dal romanticismo in Germania con i suoi esponenti maggiori da Friedrich a Runge a Dahl.

Sette sezioni tematiche, cronologicamente distese lungo i decenni, consentono al visitatore di "appropriarsi" dell’arte svizzera e tedesca dell’Ottocento.

La grande esposizione "Dai romantici a Segantini. Storie di lune e poi di sguardi e montagne. Capolavori dalla Fondazione Oskar Reinhart" è il primo capitolo del nuovo, ampio progetto espositivo concepito da Marco Goldin. Una sequenza di grandi esposizioni, a dar vita a un vasto scenario artistico e storico, che darà conto della situazione della pittura in Europa lungo tutto il corso del XIX e parte del XX secolo, secondo una divisione nazionale o in aree contigue.

“Padova, recentemente riconosciuta Patrimonio Unesco per il suo essere “Urbs Picta” offrirà a padovani e turisti la prima mostra di questo grandioso ciclo, qualcosa di assolutamente inedito per il pubblico italiano, che si troverà coinvolto entro i confini di una storia meravigliosa, fatta di paesaggi incantati e ritratti indimenticabili - affermano il sindaco, Sergio Giordani, e l’assessore alla cultura, Andrea Colasio - È con grande piacere che ospitiamo questa nuova grande mostra, frutto della passione e della competenza di Marco Goldin e della sua Linea d’ombra. Abbiamo detto, fin dall’inizio del nostro impegno amministrativo, che la politica culturale a Padova doveva comprendere anche – naturalmente non solo – grandi mostre di respiro per inserire in maniera stabile la nostra città nel grande circuito nazionale e internazionale delle esposizioni. Mostre che mettano la città sotto i riflettori in modo continuativo, non solo per la loro attrattività verso il grande pubblico, ma anche per la qualità e il rigore dei contenuti offerti. Grazie alla sua politica culturale, Padova si dimostra città d’arte e di cultura, capace di offrire appuntamenti di assoluto livello negli ambiti più diversi, a conferma della vivacità e curiosità intellettuale che da sempre caratterizza la città”.

La costruzione della mostra si appoggia sulla stupefacente collezione compresa nella Fondazione Oskar Reinhart, facente parte della straordinaria rete del Kunst Museum di Winterthur, uno dei poli artistici di maggior interesse della Confederazione elvetica.

“Sono centinaia le opere tedesche e svizzere conservate nella collezione, la cui importanza è sempre stata ben riconosciuta, tanto che quasi trent’anni fa una selezione alta viaggiò in alcuni dei maggiori musei americani ed europei, dal County Museum di Los Angeles al Metropolitan di New York, dalla Nationalgalerie di Berlino alla National Gallery di Londra. E mai più da allora – spiega il curatore, Marco Goldin - Oggi, a distanza di quasi tre decenni da quella prestigiosa tournée, 75 opere dalla Fondazione Oskar Reinhart giungono a Padova. La mostra sarà un racconto, appunto, nuovo e pieno di fascino per il pubblico italiano, che verrà condotto a viaggiare, attraverso opere di grande bellezza, entro una pittura che dalla strepitosa modernità dei paesaggi di fine Settecento in Svizzera di Caspar Wolf, che quasi anticipa Turner, arriverà fino a Segantini. In mezzo, una vera e propria avventura della forma e del colore, con paesaggi meravigliosi e ritratti altrettanto significativi procedendo poi dal romanticismo ai vari realismi sia tedeschi sia svizzeri. Quindi, vere e proprie sezioni monografiche come quelle dedicate a Böcklin e Hodler, fino all’impressionismo tedesco e alle novità, francesizzanti, del colore di pittori svizzeri come Cuno Amiet e Giovanni Giacometti, il papà del grande scultore Alberto. Tra Hodler e Segantini nasce la devozione emozionata per la montagna che è insieme spalto fisico e categoria dello spirito. La mostra – chiude il curatore - ne darà ampia e appassionata testimonianza, innalzando così alla natura un vero e proprio inno”.

La mostra è promossa da Linea d’ombra www.lineadombra.it, Comune di Padova, Kunst Museum Winterthur, in collaborazione con Aps Holding, AcegasApsAmga, Camera Commercio Padova.

Orari e ingresso
Gli orari e le modalità di accesso sono disponibili sul sito www.lineadombra.it.

Per approfondimenti e per tutte le informazioni utili: www.lineadombra.it - ufficio stampa: studioesseci.net

Per informazioni
Linea d'ombra srl
sito www.lineadombra.it

ESTE. Este in fiore

  • Sabato 23 e domenica 24 aprile

Il 22, 23 e 24 aprile torna Este in Fiore. I giardini del Castello e il centro storico atestino torneranno a fiorire per la 19a edizione del grande evento dedicato al mondo del vivaismo di qualità, del florovivaismo e dei prodotti tradizionali.

Il tema principale dell'edizione 2022 sarà «I Giardini della Rinascita: rigenerarsi con la natura», in omaggio al supporto psicofisico che le piante e la loro coltivazione hanno fornito all’uomo in questi due anni di lotta alla pandemia. Per tre giorni i Giardini del Castello Carrarese di Este accoglieranno i migliori espositori di fiori e piante provenienti da tutta Italia, e tutta la città offrirà ai visitatori tre giornate ricche di appuntamenti culturali, workshop e laboratori. Sarà infine realizzata in piazza Maggiore una scenografica installazione artistica che tramite l’intreccio di acqua, terra e moltissime piante accompagnerà i visitatori attraverso un percorso tematico che racconterà i concetti chiave della manifestazione.

Domenica 24 aprile l’esposizione florovivaistica terminerà con la colorata invasione di moltissimi espositori che per tutto il giorno impreziosiranno con i loro prodotti le piazze e le vie del centro storico atestino. L’amministrazione comunale ha poi deciso di prolungare l’evento anche per lunedì 25 aprile, con un’appendice culturale dedicata alla pittura e alla scultura: Arte in Fiore. Oltre 30 artisti delle associazioni ArtEuganea, Momart e Spazio d’Arte RO.sa. esporranno le loro opere nel centro storico per una giornata di festa all’insegna dell’arte.

Orari:

Giardini del Castello:

venerdì 22 aprile dalle ore 14.00 alle ore 20.00;
sabato 23 aprile dalle ore 08.30 alle ore 20.00;
domenica 24 aprile dalle ore 08.30 alle ore 20.00.

Centro Storico:

domenica 24 aprile dalle ore 08.30 alle ore 20.00.

MONSELICE. Mostra fotografica "Lotto per l'arte"

  • Sabato 23 e domenica 24 aprile

LIdARTE associazione culturale che si occupa della promozione e valorizzazione degli artisti del territorio, ha lanciato a marzo 2021 il progetto artistico-culturale biennale "La fabbrica, uno spazio alternativo per la cultura". Lo stabilimento Buzzi Unicem di Monselice ha aderito all’iniziativa offrendo agli artisti ampi spazi espositivi con l’obiettivo di sostenere e incoraggiare l’espressione creativa in tutte le forme dell’arte. Il terzo appuntamento di questo progetto artistico, dopo le mostre personali di Thomas Prearo e Marco Ferrari, è dedicato alla fotografia e vedrà come protagoniste tre donne: Ilaria Alberti, Sabrina Canola e Paola Limena.

Lotto per l’arte è un’idea nata dalla collaborazione di queste tre artiste fotografe amatoriali di Este che intendono valorizzare la figura della donna artista presente nel territorio locale nel quale vivono. Le tre fotografe hanno selezionato diversi profili femminili che ogni giorno si adoperano per far conoscere la propria arte e per far emergere e apprezzare la loro ricerca artistica nel campo della pittura, del teatro, del canto, del ballo, dell’arte culinaria, della giocoleria, della poesia e della musica.

Informazioni e contatti
La mostra sarà inaugurata domenica 20 marzo 2022 alle ore 17 e sarà preceduta, dalle 14.30 alle 16.30, da un workshop fotografico di architettura tenuto dal fotografo professionista Stefano Baldin oltre alla partecipazione di alcuni fotografi appassionati del territorio. La mostra sarà visitabile, su appuntamento dal 20 marzo al 25 giugno 2022, presso gli spazi della cementeria Buzzi Unicem di Monselice.

PADOVA. Natalino Balasso al Gran teatro Geox

  • Sabato 23 aprile

Sabato 23 aprile (ore 21.30) farà tappa al Gran Teatro Geox l’attore e comico Natalino Balasso con il suo nuovo spettacolo “Dizionario Balasso (a colpi di tag)”, che come fa intuire il titolo ruota attorno all'importanza delle parole e del significato che attribuiamo loro. Riflessioni profonde, sì, ma anche ironia e risate assicurati: in pieno stile Balasso.

C’è un grande libro al centro del palco, al suo interno oltre duecentocinquanta lemmi incolonnati come in un dizionario. Un libro che il comico consulterà col pubblico, pieno di parole in cerca di definizione. A seconda della parola casualmente trovata, Balasso improvviserà monologhi a partire dalla definizione del lemma.

Il “Dizionario Balasso” è un corollario al precedente monologo, “Velodimaya”, sulla nostra comprensione del mondo. Ciò che governa questo nuovo monologo è la parola “definizione”: questo termine sarà disinnescato e raccontato perché la definizione è ciò che ci fa vedere il mondo in maniera distorta, che ci fa credere che la Verità sia una sentenza “definitiva”. Nel mondo contemporaneo le parole diventano “tag”, cioè etichettano le cose come si etichettano le mele: una ad una ma con lo stesso disegno. Ogni concetto è una scatola chiusa di cui leggiamo solo l’etichetta: il tag. Cosa c’è nella scatola? Perché ci ostiniamo a tenerle chiuse quelle scatole? È qui che Balasso si produrrà nell’arte in cui è ormai specializzato: rompere le scatole.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter