Eventi
Tempo libero

Cosa fare a Padova e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 marzo 2022

Ecco una selezione di appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo.

Cosa fare a Padova e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 marzo 2022
Eventi Padova, 18 Marzo 2022 ore 07:58

Gli appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo a Padova e provincia. Ecco i nostri consigli per sabato 19 e domenica 20 marzo 2022.

Cosa fare a Padova e provincia nel weekend

PADOVA. Beppe Carletti e Yuri Cilloni in concerto

  • Sabato 19 marzo

Beppe Carletti (fondatore e tastierista) e Yuri Cilloni (cantante) dei Nomadi con ospite la Band 32° Parallelo saranno in concerto sabato prossimo a Padova. La storia ed il repertorio del mitico complesso emiliano al Piccolo Teatro grazie alla presenza sul palco di Beppe Carletti e di Yuri Cilloni dei Nomadi, accompagnati dalla band padovana “32° Parallelo” che nei suoi concerti propone una selezione accurata del repertorio della mitica band di “Io Vagabondo”, “Dio è morto”, “Un pugno di sabbia”, “Ho difeso il mio amore” e tante altre, partendo dagli albori del passato sino ai successi più recenti. Tra aneddoti e canzoni, non solo per nostalgici. In collaborazione con Associazione Piccolo Teatro Don Bosco.

Biglietti
Biglietti(posti numerati): 20 euro + dir. di prevendita

Prevendite operative online e nei negozi in città: Cartoleria c'era una volta (via Asolo 9) e Cartoleria Prosdocimi Mazzini 74 (piazza Mazzini 74).
Per gli eventi al Piccolo Teatro: Cartoleria Prosdocimi (Vicolo Pedrocchi,10) e Carto-edicola Ruggero Enzo (Via Armistizio, 289 - zona Mandria)

Padova Spettacoli è un contenitore di 24 eventi disseminati nei teatri della città, organizzata e diretta da Tempi e Ritmi in rete con altre 13 associazioni cittadine.

PADOVA. Tiromancino in concerto

  • Sabato 19 marzo

In attesa dell’uscita del nuovo album “Ho cambiato tante case” dei Tiromancino (previsto l’8 ottobre, per Virgin Records), la band di Federico Zampaglione annuncia il tour che toccherà una decina tre le principali città italiane nel 2022. ZED! organizzerà le date del 5 Marzo 2022 al Gran Teatro Morato di Brescia e quella del 19 Marzo 2022 al Gran Teatro Geox di Padova.

Sarà l’occasione per riportare la band di Federico Zampaglione in giro per l’Italia dopo una pausa di oltre due anni dal lungo tour sold out che aveva accompagnato l’uscita della raccolta “Fino a qui” e aveva visto Zampaglione e i suoi musicisti accompagnati sul palco da l’Ensemble Symphony Orchestra.

Zampaglione torna così a vestire i panni del cantautore dopo una lunga pausa per dedicarsi al suo ultimo film “Morrison” che tante soddisfazioni ha regalato a lui (in versione regista e coautore della sceneggiatura) e al cast del film. Musicista, polistrumentista, autore, scrittore e regista, Zampaglione si conferma essere ancora una volta uno dei più significativi e poliedrici artisti italiani, capace di spaziare tra musica, cinema e scrittura ottenendo ottimi riscontri sia da parte del pubblico che della critica.  Zampaglione è un artista a 360°, un vulcano idee e intuizioni, che siano legate alla musica, alla scrittura o al cinema, come ha dimostrato anche durante il lockdown con l’uscita dei due cortometraggi horror “Bianca” e “Bianca Fase 2” acclamati dal pubblico e dalla critica di genere.

Il cantautore romano ha firmato grandi album come “La descrizione di un attimo” (che nel 2020 ha festeggiato 20 anni dalla sua pubblicazione), “In continuo movimento” e “Illusioni parallele”, che contenevano brani ormai diventati dei classici della canzone italiana come “Due Destini”, “La descrizione di un attimo”, “Per me è importante”, “Amore impossibile” e tanti altri successi. Recentemente hanno pubblicato i singoli “Vento del Sud” (primo inedito dopo la raccolta certificata oro “Fino a qui”) e “Finché ti va”), entrambi successi radiofonici.

Lo scorso autunno Zampaglione ha iniziato a lavorare al suo ultimo film “Morrison”, lungometraggio distribuito da Vision Distribution e uscito al cinema il 20 maggio, inaugurando così la riapertura delle sale italiane dopo il lockdown. Dalla colonna sonora del film sono stati estratti i due inediti “Cerotti” (brano nominato agli ultimi Nastri D’Argento) e “Er Musicista”. Sia “Cerotti” (scritto da Federico Zampaglione e Gazzelle) che “Er Musicista” (brano scritto e cantato da Federico Zampaglione e Franco126) sono l’ennesima conferma del rapporto ormai più che consolidato tra il cantautore romano e la nuova generazione di cantautori italiani, quell’indie di cui Zampaglione e i Tiromancino è considerato a ragion veduta uno dei padri fondatori.

PADOVA. Dai romantici a Segantini. Storie di lune e poi di sguardi e montagne. Capolavori dalla Fondazione Oskar Reinhart

  • Sabato 19 e domenica 20 marzo

Settantacinque opere dalla Fondazione Oskar Reinhart, scelte personalmente da Marco Goldin, aprono il grande progetto sulle "Geografie dell’Europa. La trama della pittura tra Ottocento e Novecento", a partire proprio dal romanticismo in Germania con i suoi esponenti maggiori da Friedrich a Runge a Dahl.

Sette sezioni tematiche, cronologicamente distese lungo i decenni, consentono al visitatore di "appropriarsi" dell’arte svizzera e tedesca dell’Ottocento.

La grande esposizione "Dai romantici a Segantini. Storie di lune e poi di sguardi e montagne. Capolavori dalla Fondazione Oskar Reinhart" è il primo capitolo del nuovo, ampio progetto espositivo concepito da Marco Goldin. Una sequenza di grandi esposizioni, a dar vita a un vasto scenario artistico e storico, che darà conto della situazione della pittura in Europa lungo tutto il corso del XIX e parte del XX secolo, secondo una divisione nazionale o in aree contigue.

“Padova, recentemente riconosciuta Patrimonio Unesco per il suo essere “Urbs Picta” offrirà a padovani e turisti la prima mostra di questo grandioso ciclo, qualcosa di assolutamente inedito per il pubblico italiano, che si troverà coinvolto entro i confini di una storia meravigliosa, fatta di paesaggi incantati e ritratti indimenticabili - affermano il sindaco, Sergio Giordani, e l’assessore alla cultura, Andrea Colasio - È con grande piacere che ospitiamo questa nuova grande mostra, frutto della passione e della competenza di Marco Goldin e della sua Linea d’ombra. Abbiamo detto, fin dall’inizio del nostro impegno amministrativo, che la politica culturale a Padova doveva comprendere anche – naturalmente non solo – grandi mostre di respiro per inserire in maniera stabile la nostra città nel grande circuito nazionale e internazionale delle esposizioni. Mostre che mettano la città sotto i riflettori in modo continuativo, non solo per la loro attrattività verso il grande pubblico, ma anche per la qualità e il rigore dei contenuti offerti. Grazie alla sua politica culturale, Padova si dimostra città d’arte e di cultura, capace di offrire appuntamenti di assoluto livello negli ambiti più diversi, a conferma della vivacità e curiosità intellettuale che da sempre caratterizza la città”.

La costruzione della mostra si appoggia sulla stupefacente collezione compresa nella Fondazione Oskar Reinhart, facente parte della straordinaria rete del Kunst Museum di Winterthur, uno dei poli artistici di maggior interesse della Confederazione elvetica.

“Sono centinaia le opere tedesche e svizzere conservate nella collezione, la cui importanza è sempre stata ben riconosciuta, tanto che quasi trent’anni fa una selezione alta viaggiò in alcuni dei maggiori musei americani ed europei, dal County Museum di Los Angeles al Metropolitan di New York, dalla Nationalgalerie di Berlino alla National Gallery di Londra. E mai più da allora – spiega il curatore, Marco Goldin - Oggi, a distanza di quasi tre decenni da quella prestigiosa tournée, 75 opere dalla Fondazione Oskar Reinhart giungono a Padova. La mostra sarà un racconto, appunto, nuovo e pieno di fascino per il pubblico italiano, che verrà condotto a viaggiare, attraverso opere di grande bellezza, entro una pittura che dalla strepitosa modernità dei paesaggi di fine Settecento in Svizzera di Caspar Wolf, che quasi anticipa Turner, arriverà fino a Segantini. In mezzo, una vera e propria avventura della forma e del colore, con paesaggi meravigliosi e ritratti altrettanto significativi procedendo poi dal romanticismo ai vari realismi sia tedeschi sia svizzeri. Quindi, vere e proprie sezioni monografiche come quelle dedicate a Böcklin e Hodler, fino all’impressionismo tedesco e alle novità, francesizzanti, del colore di pittori svizzeri come Cuno Amiet e Giovanni Giacometti, il papà del grande scultore Alberto. Tra Hodler e Segantini nasce la devozione emozionata per la montagna che è insieme spalto fisico e categoria dello spirito. La mostra – chiude il curatore - ne darà ampia e appassionata testimonianza, innalzando così alla natura un vero e proprio inno”.

La mostra è promossa da Linea d’ombra www.lineadombra.it, Comune di Padova, Kunst Museum Winterthur, in collaborazione con Aps Holding, AcegasApsAmga, Camera Commercio Padova.

Orari e ingresso
Gli orari e le modalità di accesso sono disponibili sul sito www.lineadombra.it.

Per approfondimenti e per tutte le informazioni utili: www.lineadombra.it - ufficio stampa: studioesseci.net

Per informazioni
Linea d'ombra srl
sito www.lineadombra.it

PADOVA. Spettacolo "Boomerang - Gli illusionisti della danza"

  • Sabato 19 marzo

Finalmente ritorna al Teatro MPX di Padova l’attesa rassegna Arti inferiori 2021.22, fortemente voluta dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova promossa e realizzata in collaborazione con il Circuito Teatrale Regionale Arteven / Regione del Veneto.

Dopo la sospensione delle attività teatrali dovuta all’emergenza sanitaria, i primi segnali di normalità dell’estate oggi, finalmente il Teatro si rianima per questa 18° edizione che, come sempre, propone spettacoli di grandissimo livello e rilievo, ribadendo l’impegno di tutti i soggetti coinvolti a garantire una stagione curiosa, interessante e appassionante alla città di Padova. La stagione è realizzata con il contributo dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Padova e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Inizio spettacoli ore 21.

Sabato 19 marzo
Nel 2022, dopo la pausa natalizia, sono quattro gli appuntamenti in calendario. Il nuovo anno inizia all’insegna della danza - sabato 19 marzo – con RBR Dance Company nella loro ultima produzione intitolata Boomerang gli illusionisti della danza. Lo spettacolo è una sorta di viaggio onirico che, partendo dalla comparsa della vita sulla terra e la nascita dell'uomo, si sviluppa in tre ambienti diversi ma tra loro collegati dalla presenza, diretta o indiretta, del genere umano.

A Padova sabato 19 marzo doppio appuntamento con RBR Dance Company: alle ore 16 alla Libreria Laformadellibro incontro con i danzatori della compagnia e alle ore 21 sul palcoscenico del Teatro MPX – Multisala Pio X di Padova va in scena lo spettacolo Boomerang gli illusionisti della danza, l’ultima produzione di questa compagnia che da anni porta in scena progetti artistici atti a sensibilizzare il rispetto per l’ambiente. La nuova creazione, le coreografie sono di Cristiano Fagioli, Cristina Ledri e Alessandra Odoardi, si presenta come un viaggio onirico che inizia con la comparsa della vita sulla terra, la nascita dell’uomo e poi si sviluppa in tre ambienti diversi ma tra loro collegati dalla presenza, diretta o indiretta, del genere umano. Il primo quadro rappresenta il progressivo ritirarsi delle nevi perenni: con coreografie fluttuanti ed illusionistiche si descrive l’inarrestabile scioglimento dei ghiacciai. Si scende poi nelle caotiche città, tra la quotidianità automatizzata dell’essere umano, omologata e sovrastata dalla tecnologia: l’uso sapiente di speciali fondali e proiezioni amplificano la rappresentazione di un’umanità intrappolata nella sua gabbia di vetro. Nell’ultima tappa del viaggio le profondità degli abissi riempiono la scena; seppur nel nostro immaginario possano esser infinite, sono ormai sature di plastiche: i danzatori, moltiplicandosi e sparendo, emulano la dimensione marina nella sua sofferenza. Boomerang gli Illusionisti della Danza, supportati da scelte registiche altamente ipnotiche, l’uso magistrale di luci e da musiche evocative, catturano letteralmente lo spettatore in un viaggio che ciascuno di noi dovrebbe intraprendere per comprendere come ad ogni nostra decisione o azione, consapevole o meno, ne corrispondono di uguali e contrarie anche quelle che mettiamo in atto nei confronti dell’ambiente in cui viviamo.

L’incontro con la compagnia è organizzato in collaborazione con la Libreria Laformadellibro (via del Carmine 6) , prenotazioni su myarteven.it e eventbrite.it (prenotazione obbligatoria, ingresso libero e posti limitati) .

PADOVA. Mostra dell'artista Krištof Kintera all'Orto Botanico

  • Sabato 19 e domenica 20 marzo

Innovativi progetti espositivi dal respiro internazionale continuano a caratterizzare l'attività dell'Orto botanico in questo 2022: dopo Spandrel e The Forbidden Garden of Europe presso la Biennale Architettura di Venezia, e Planet Book. La mostra negli spazi dell’Orto antico e del Giardino della Biodiversità, dal 9 ottobre apre al pubblico anche How nature works, una mostra site-specific frutto dell'ormai consolidata collaborazione con Arte Sella.

Le serre ottocentesche dell'Orto botanico universitario più antico al mondo hanno ispirato Krištof Kintera, poliedrico artista ceco attivo da tre decenni nel panorama internazionale, nella creazione di diversi ambienti in cui gli scarti dell’Era dell’Informazione (schede madri, cavi, lampadine ecc.) sono trasformati in affascinanti creazioni, che sfidano la tradizionale opposizione tra Natura e Tecnologia attraverso la definizione di una realtà “post-naturale”. Le “nuove” piante di Kintera richiamano da vicino le “vecchie” piante dell'Orto, componendo un ricco scenario in cui scienza e tecnologia sembrano integrarsi perfettamente, rivelando le sorprendenti analogie tra sistemi artificiali e biologici.

PADOVA. Domenica ecologica

  • Domenica 20 marzo

La bicicletta, domenica 20 febbraio 2022, sarà la protagonista indiscussa della quarta delle cinque domeniche ecologiche promosse dal Comune di Padova nell’ambito del pacchetto di misure straordinarie per il contenimento dell’inquinamento atmosferico approvato dalla Regione del Veneto lo scorso anno (DGRV n. 238/2021 e DGRV n. 1089/2021).

Per questa occasione le Piazze del centro storico, Piazza delle Erbe e Piazza della Frutta, e per la prima volta Piazza Insurrezione, saranno animate da attività informative e ricreative, laboratori e momenti di approfondimento sui cambiamenti climatici e sulla mobilità sostenibile.

Accanto ai tradizionali stand istituzionali e degli espositori di bici e al servizio di marcatura dei telai, trovano posto anche attività amatissime dai più piccoli, come il percorso ludico di sicurezza stradale proposto dalla Polizia Locale. Per chi ama pedalare, sono cinque le biciclettate che si snodano tra i punti di interesse storico e naturalistico della città.

L’apposita ordinanza chiude al traffico l’area perimetrata dalle mura cinquecentesche, per tutte le categorie di veicoli, nella fascia oraria dalle 8.30 alle 18.30. Sono esentati dal divieto i mezzi del trasporto pubblico locale, le auto del servizio di car-sharing e i mezzi di primo soccorso.

LIMITAZIONI DEL TRAFFICO – Il divieto di circolazione riguarderà l’area interna delimitata dal perimetro delle seguenti vie (elencate in senso orario): barriera Saracinesca, via Cernaia, porta San Giovanni, via Euganea - tratto compreso tra porta San Giovanni e via Orsini, via Niccolò Orsini, porta Savonarola, via Pilade Bronzetti, porta Trento, via Frà Paolo Sarpi, viale Codalunga, via Trieste, via Bassi via Niccolò Tommaseo, via Venezia, p.le Della Stanga, via Ludovico Ariosto, via Gattamelata, via Gustavo Modena, via Angelo Scarsellini, via Alessandro Manzoni, via Giordano Bruno, via Andrea Costa, viale Felice Cavallotti, ponte Del Sostegno e via Goito. Inoltre, sono percorribili gli assi viari: via G. Leopardi, Cavazzana, Prato della Valle, Alberto Cavalletto, Pasquale Paoli, via 58° Fanteria, Micheli Sanmicheli e Fabrici G. d’Acquapendente.

L’ultimo appuntamento con le Domeniche Ecologiche 2022 è in agenda il 24 aprile, giorno in cui si svolgerà anche la Padova Marathon–Maratona di Sant’Antonio. Le attività di questo ultimo appuntamento saranno pertanto organizzate all’interno di tre parchi cittadini.

INCENTIVI PER BIKE SHARING E MONOPATTINI – Per facilitare l’accesso in centro città sono state attivate delle promozioni per usufruire dei servizi offerti dalle diverse realtà che gestiscono bike sharing e monopattini elettrici. Per il servizio di bike sharing a flusso libero Ridemovi sono stati attivati due codici coupon che daranno diretto a corse gratuite. In particolare per eBike: 3 corse da 15 minuti ciascuna (Codice coupon eBike: EBIKEPD3); mentre per le biciclette: 2 corse da 20 minuti ciascuna (Codice coupon bike: BIKEPD4).

Per il servizio gestito da Bicincittà Goodbike, chi si presenterà allo stand in Piazza della Frutta potrà ritirare un coupon di 10% di sconto sugli acquisti fatti tramite app.

Il servizio di monopattini in sharing a flusso libero è garantito con una promozione particolare per Ride Dott di 50% sulle tariffe di consumo, mentre per Bit Mobility lo sconto è del 30% sulle tariffe di consumo.

Dichiarazione di Chiara Gallani, assessora all’Ambiente

“Quello tra la domenica ecologica e la festa della bicicletta è un matrimonio perfetto, destinato ad un futuro “prospero e sostenibile”. Mi piace infatti immaginare che, nella città ideale di domani, le biciclette prenderanno il posto della auto, se non del tutto - ovviamente - almeno in parte. Perché sappiamo ormai che il traffico veicolare dentro le città è responsabile, in maniera certamente non assoluta ma molto significativa, della cattiva qualità dell’aria che respiriamo e anche dell’acuirsi della crisi climatica. Infatti, se le polveri sottili prodotte dai motori a combustione sono di per sé molto nocive alla salute, non dobbiamo dimenticare che l’anidride carbonica emessa dalle auto, in quanto gas serra, contribuisce al riscaldamento dell’atmosfera con tutti gli effetti derivati che ben conosciamo, tra cui, ad esempio, la prolungata siccità che stiamo vivendo nella Pianura Padana. Spero quindi che la prossima domenica possa essere vissuta come una bella giornata di festa ma anche come un’opportunità per riflettere sulla necessità di ridurre l’utilizzo dell’auto e di modificare il proprio stile di vita nella direzione di una maggiore sostenibilità”.

TUTTE LE INIZIATIVE:

PIAZZA DELLA FRUTTA

STAND INFORMATIVI – In Piazza della Frutta saranno collocati gli stand del Comune di Padova. In particolare, l’Ufficio Biciclette del Settore Mobilità sarà presente per divulgare alcuni progetti, tra cui il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), la bicipolitana e il bike sharing free floating.

Informambiente - Settore Ambiente e Territorio del Comune di Padova darà indicazioni e materiali sui progetti di sostenibilità ambientale attivi: Veneto ADAPT, CamMin Facendo, marchio Per Padova Sostenibile. Per l’occasione, sarà anche allestita una mostra sul Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC).

Presente anche il nuovo Sportello per il Risparmio Energetico, il servizio gratuito realizzato nell’ambito del progetto Horizon2020 PadovaFIT Expanded per promuovere il risparmio energetico e l’accesso agli incentivi economici per interventi di riqualificazione energetica come Superbonus 110%, Sismabonus ed Ecobonus.

Parte della piazza sarà occupata dagli stand degli operatori della mobilità sostenibile: APS Holding con il suo nuovo servizio di car sharing, le biciclette pubbliche Bicincittà Goodbike, Ridemovi, il servizio di bike sharing a flusso libero, e l’azienda Future Energy Bike specializzata in e-bike ed accessori.

Fiab-Amici della Bicicletta, oltre a promuovere all’uso delle due ruote, sarà presente in via Oberdan con il servizio gratuito di marcatura della bicicletta. Sarà sufficiente presentarsi con un documento valido e il codice fiscale, precompilando il modulo online: https://www.padovanet.it/informazione/marcatura-biciclette-e-monopattini.

TALK - Il tema della mobilità sostenibile è un argomento strategico per delineare le future politiche ambientali. Alle 11.30 Chiara Gallani, Assessora al Verde e all’Ambiente e Andrea Ragona, Assessore alla Mobilità, si confronteranno sulle prospettive per Padova riguardo i cambiamenti climatici e la mobilità sostenibile. Parlare di mobilità vuol dire anche parlare di monitoraggio dell’aria, di tutela della salute dei cittadini, della prevenzione dell’inquinamento e dell’influenza degli inquinanti sui cambiamenti climatici.

LABORATORI E ATTIVITÀ - Durante tutta la giornata, Piazza della Frutta accoglierà diversi laboratori, tra cui il Grande Gioco delle Mura a cura del Comitato Mura, un’attività di costruzione di un grande plastico-puzzle delle Mura del ‘500 di Padova (8-12 anni) e il gioco La via delle Mura di Padova, in cui i più piccoli sono chiamati a rintracciare il percorso, con le sue porte, torrioni e baluardi tuttora esistenti, attraverso la consultazione di mappe storiche e fotografie attuali. Informambiente e APS Nutrimenti propongono, invece, il laboratorio Vado a scuola con gli amici per imparare cos’è il piedibus e perché è così importante per noi e per l’ambiente e giochi.

INTRATTENIMENTO MUSICALE – Spazio anche all’intrattenimento musicale a cura di Associazione Culturale Veneto, Suoni e Sapori con il contributo di Future Energy Bike. Per tutta la mattina la Piazza sarà animata da una selezione musicale di Ivan Contini, giovane dj padovano che proporrà un repertorio soul-jazz rigorosamente in vinile.

Prevista anche una performance a sorpresa dei Bounce Swing Lovers, un gruppo di ballerini che offrirà uno spettacolo sulle note delle straordinarie atmosfere degli anni ’20 e dei rollanti anni ’40, affiancando all’eleganza vintage e ai balli swing la voglia di stare assieme dei giorni nostri.

A chiudere il pomeriggio musicale, alle 16.30 ci penseranno gli Alma Swing. Sul palco Lino Brotto, chitarra solista; Mattia Martorano, violino; Andrea Boschetti, chitarra ritmica e Beppe Pilotto, contrabbasso. Per l’occasione il quartetto rodigino presenta un progetto musicale raffinato che raccoglie le basi estetiche di un jazz a corde legato al repertorio di Django Reinhardt e alla finesse di Stéphane Grappelli, icone del jazz francese.

PIAZZA INSURREZIONE

In occasione della Domenica Ecologica per la prima volta Piazza Insurrezione sarà resa interamente pedonale (il parcheggio rimarrà chiuso dalle 7.00 alle 20.00) e trasformata in un palcoscenico per attività ludico-educative. In mattinata i più piccoli potranno partecipare ai tre momenti di animazione proposti dall’Associazione Giocaconilcuore odv con il format Bolle e colori: palloncini e divertenti gag con i clown, i bollisti e gli artisti di strada dell’associazione Kervan, i laboratori di giocosi esperimenti Ricicliamo i colori con l’artista Ni.Lis e L’acqua muove il mondo con l’artista Alberto.

Durante tutta la giornata, per i bambini fino ai 10 anni sarà possibile, inoltre, imparare alcune regole di sicurezza stradale divertendosi all’interno del percorso realizzato dalla Polizia Locale in collaborazione con l’Associazione Panther Boys.

Sempre ai bimbi sono rivolte le attività proposte fino alle 18.30 da Legambiente Padova con il format Cambia le Cose: un’occasione per confrontarsi con la cittadinanza sul tema delle strade scolastiche, anche attraverso la compilazione di schede e pannelli che aiuteranno a raccogliere contatti e suggerimenti per proseguire il percorso avviato. Un gran disegno partecipato in cui tutti i bambini potranno immaginare la loro strada scolastica.

Completa l’offerta ricreativa della Piazza la proposta di Padova Bike Polo, con regole, attrezzi e mezzi per provare a praticare il polo bike, variante del polo in cui al posto dei cavalli si utilizzano biciclette.

PIAZZA DELLE ERBE

In Piazza delle Erbe La Mente Comune ha in programma due laboratori per promuovere l’utilizzo della bicicletta come mezzo salutare, ecologico ed economico per spostarsi in città. Si tratta di Impara a riparare la tua bicicletta con pezzi di recupero a basso costo e basso impatto, per ottimizzare la gestione dei rifiuti urbani, e di Lucchetto bici, con l’illustrazione di tipologie e consigli sugli antifurti per bicicletta.

Presenti anche diversi stand espositivi di produttori e rivenditori di biciclette come Angel Bike, che propone un’esposizione di bici, bici elettriche e accessori, o Cicli Dante Forever Bike, che presenta le ultime novità in materia di due ruote. Tecnobicielettrica offre, invece, il servizio innovativo di trasformare in poche ore la propria bici in bici elettrica. Ci saranno anche Vignato Bici Mosconi con i suoi prodotti e Remoove, realtà attiva nel proporre E-bike inclusive, dalle cargo bike per il trasporto dei bimbi alle special-bike/tandem bike. Infine, i servizi di noleggio di monopattini a flusso libero Bit Mobility e Dott.

MUSME

A proporre attività ad hoc per i bambini delle primarie ci sarà anche il MUSME, il Museo di Storia della Medicina di Via S. Francesco, che per l’occasione ha progettato il laboratorio A pieni polmoni. L’attività, della durata di circa 60 minuti, è volta a spiegare come funzionano i nostri polmoni e quali danni provoca lo smog sull’organismo e a ricostruire in che modo tutti gli esseri viventi sono collegati in un unico grande ciclo dell’ossigeno. I bambini scopriranno anche che un gesto semplice come piantare un albero può avere un effetto positivo sulla salute. Il laboratorio, ad ingresso gratuito, si terrà alle 15.30 e alle 17.30 presso la ludoteca del museo. Per prenotazioni www.musme.it/domeniche-ecologiche

VISITE GUIDATE

I volontari di Salvalarte Legambiente Padova apriranno la Torre dell’Orologio. Sono previsti due turni di visita per quattro persone a turno: la mattina alle ore 9.30 e 11.15; il pomeriggio alle ore 15.30 e 17.00. Solo su prenotazione: salvalarte@legambientepadova.it. Si ricorda che l'accesso al sito avviene esclusivamente con green pass rafforzato, ed è richiesto l'uso della mascherina e il rispetto delle regole di distanziamento e di igienizzazione delle mani. I volontari Salvalarte Legambiente Padova sono presenti anche durante la settimana, con i seguenti orari: mercoledì e venerdì alle ore 9.30 e 11.15; sabato alle ore 9.30, 11.15, 15.30 e 17.00.

BICICLETTATE

Sono cinque i tour in bici proposti per gli appassionati delle due ruote e per i curiosi che desiderano scoprire le bellezze della città in modo sostenibile. Si inizia con la Pedalata eroica in centro storico, uno speciale appuntamento per tutti i ciclisti con bici eroiche. Appuntamento alle ore 9.00 all’ Eroica Caffé (Via Santa Lucia 85). Dopo il check-up della bici prima della pedalata, sarà offerto un “caffè eroico”. Al rientro un pranzo tipico a prezzo concordato. Una vera festa in sella!

Alle 9:30 partenza da Piazza della Frutta (lato palco) per la Biciclettata alla scoperta di Padova, città d’acque. Una libera pedalata spontanea ed indipendente di cicloturisti e cicloamatori in escursione di 19 km alla scoperta dell’affascinante anello fluviale intorno a Padova. Il percorso si snoda tra argini e punti di interesse storico e naturalistico. Prenotazione obbligatoria su evenbrite (max 30 persone).

Fiab Padova-Amici della bicicletta propone una biciclettata in Famiglia alla scoperta della città. La partenza è alle ore 10.00 da Piazza della Frutta con arrivo al Mercato Coperto Campagna Amica Km0 Coldiretti di Via Vicenza, dove verrà offerto uno spuntino ai partecipanti. Info e prenotazione: fiabpd.prenotazioni@gmail.com

Due le proposte per il pomeriggio: Remoove, realtà specializzata nella mobilità inclusiva e sostenibile, propone un tour guidato alla scoperta del patrimonio Unesco di Padova. Una guida turistica accompagnerà il gruppo lungo un itinerario ciclabile ad anello che collega tutti i siti della Urbs Picta. Appuntamento alle 16.30 in Piazza delle Erbe. Info e prenotazione: info@re-moove.it

Infine, Fiab Padova-Amici della bicicletta organizza un itinerario dedicato alla scoperta del patrimonio culturale del centro storico. Per l’occasione sarà aperto il Castello Carrarese e sarà organizzata una visita guidata all’interno dello spazio. Info e prenotazione: fiabpd.prenotazioni@gmail.com

MONSELICE. Mostra fotografica "Lotto per l'arte"

LIdARTE associazione culturale che si occupa della promozione e valorizzazione degli artisti del territorio, ha lanciato a marzo 2021 il progetto artistico-culturale biennale "La fabbrica, uno spazio alternativo per la cultura". Lo stabilimento Buzzi Unicem di Monselice ha aderito all’iniziativa offrendo agli artisti ampi spazi espositivi con l’obiettivo di sostenere e incoraggiare l’espressione creativa in tutte le forme dell’arte. Il terzo appuntamento di questo progetto artistico, dopo le mostre personali di Thomas Prearo e Marco Ferrari, è dedicato alla fotografia e vedrà come protagoniste tre donne: Ilaria Alberti, Sabrina Canola e Paola Limena.

Lotto per l’arte è un’idea nata dalla collaborazione di queste tre artiste fotografe amatoriali di Este che intendono valorizzare la figura della donna artista presente nel territorio locale nel quale vivono.
Le tre fotografe hanno selezionato diversi profili femminili che ogni giorno si adoperano per far conoscere la propria arte e per far emergere e apprezzare la loro ricerca artistica nel campo della pittura, del teatro, del canto, del ballo, dell’arte culinaria, della giocoleria, della poesia e della musica.

Informazioni e contatti
La mostra sarà inaugurata domenica 20 marzo 2022 alle ore 17 e sarà preceduta, dalle 14.30 alle 16.30, da un workshop fotografico di architettura tenuto dal fotografo professionista Stefano Baldin oltre alla partecipazione di alcuni fotografi appassionati del territorio. La mostra sarà visitabile, su appuntamento dal 20 marzo al 25 giugno 2022, presso gli spazi della cementeria Buzzi Unicem di Monselice.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter