Politica
Padova

Torna l'ordinanza che vieta il fumo in alcune aree all'aperto

Questa nuova ordinanza rimarrà in vigore fino al 5 marzo 2021.

Torna l'ordinanza che vieta il fumo in alcune aree all'aperto
Politica Padova, 03 Febbraio 2021 ore 09:31

Il sindaco Sergio Giordani ha firmato nel pomeriggio di martedì 2 febbraio 2021 un’ordinanza che prevede l’obbligo di distanziamento tra i fumatori e le altre persone e il divieto di fumo all’aperto in alcune aree della città.

Torna l'ordinanza che vieta il fumo

Si tratta in sintesi della stessa ordinanza già adottata in precedenza e scaduta lo scorso 15 gennaio 2021. Questa nuova ordinanza rimarrà in vigore fino al 5 marzo 2021.

Questi gli obblighi introdotti dall’ordinanza:

  • su tutto il territorio comunale è vietato fumare in corrispondenza e nei pressi delle fermate del trasporto pubblico locale e nelle aree prospicienti e prossime gli istituti scolastici di ogni ordine e grado;
  • su tutto il territorio comunale vige l’obbligo del distanziamento interpersonale di almeno 3 metri, in via continuativa, tra il fumatore e ogni altra persona presente, fatti salvi plateatici e aree di somministrazione dei pubblici esercizi dove trova applicazione il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro.

Limitare la trasmissione del virus

Il sindaco Sergio Giordani ha sottolineato:

"Il rinnovo dell'ordinanza antifumo va nelle direzione di mantenere alta l'attenzione specialmente ora che alcune misure sono state alleggerite con la zona gialla. Viviamo una fase molto delicata, nella quale mentre prosegue la campagna di vaccinazione non possiamo permetterci leggerezze o nuove vampate dell'epidemia. Fumare abbassando la mascherina a ridosso del prossimo non è un atto gentile, ma soprattutto è un comportamento che può favorire la trasmissione del virus: lo dicono gli scienziati e lo suggerisce il buon senso. Dobbiamo consolidare i progressi fatti nelle settimane di restrizioni più rigide e, come Comune, siamo impegnati su molti fronti per favorire comportamenti virtuosi e massimizzare l'informazione sulla necessità estrema di mantenere tutte alta l’attenzione ai nostri comportamenti. Nel frattempo il Centro Vaccinale che con le altre Istituzioni abbiamo predisposto presso la Fiera di Padova è pronto e in queste ore viene allestito dall'Ulss6 con tutti i materiali funzionali alla campagna di massa. Con responsabilità e fiducia usciremo assieme da questo grave problema”.