Padova

Lorenzoni partecipa all’assemblea della lista grazie al robot Pepper

Lorenzoni: "Su consiglio dei medici cerco per quanto possibile di riposare per superare definitivamente l’attacco virale".

Lorenzoni partecipa all’assemblea della lista grazie al robot Pepper
Padova, 14 Settembre 2020 ore 10:00

Prosegue la campagna elettorale

Convalescenza in ospedale

Arturo Lorenzoni, candidato del centrosinistra alle presidenziali del Veneto dopo il malore e il conseguente ricovero nel reparto di malattie infettive sta meglio. Proseguono i suoi giorni di convalescenza in ospedale in attesa della negativizzazione del tempone. Lorenzoni ha reso noto:

“Continuo a seguire gli sviluppi della campagna elettorale sui media e grazie agli aggiornamenti costanti del mio staff. Sto dando disposizioni operative per l’affissione dei manifesti e per le iniziative di questi giorni, mentre stiamo organizzando le attività dell’ultima settimana. Per quanto riguarda le condizioni cliniche, gli esami a cui sono stato sottoposto hanno dato tutti esito negativo e i valori di ossigenazione del sangue sono buoni. Su consiglio dei medici cerco per quanto possibile di riposare per superare definitivamente l’attacco virale. Per questa ragione rispetterò ancora qualche giorno di convalescenza in ospedale in attesa della negativizzazione del tampone”.

Presente a un incontro come un “robot”

Lorenzoni, per essere ancora più vicino ai cittadini, ha partecipato a un appuntamento pubblico sfruttando la tecnologia. Lo si è potuto “vedere” e sentire grazie all’ausilio di un robot, Pepper, che amplificava la sua voce in diretta. A tal proposito Lorenzoni ha affermato:

“Sarò anche il candidato presidente con il Covid, ma sono il primo ad utilizzare un robot per fare il mio intervento ad un’iniziativa. Avevo detto che non avrei mollato e infatti è così! Anche se non posso esserci fisicamente la tecnologia mi permette di fare questo. Abbiamo ancora una settimana! Forza, io sono con voi!”

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità