Politica
Politica

Elezioni comunali Padova 2022, Crisanti junior in corsa con Coalizione Civica

Si candida con Coalizione civica Giulio Crisanti, figlio del noto microbiologo.

Elezioni comunali Padova 2022, Crisanti junior in corsa con Coalizione Civica
Politica Padova, 17 Marzo 2022 ore 08:00

Elezioni amministrative a Padova, quando la scienza non è "immune" alla politica.

Elezioni amministrative Padova

Qualcuno l'aveva chiamata in tempi non sospetti "biopolitica": il terreno in cui agiscono le pratiche con le quali la rete di poteri gestisce le discipline del corpo e le regolazioni delle popolazioni. Un termine che, con accezioni variamente critiche, è stato ripreso ampiamente durante gli ultimi due anni di pandemia da Covid-19 (proprio oggi, ricordiamo, finisce lo stato di emergenza).

Ecco perché l'intercambiabilità di ruoli tra decisore politico e scienziato (medico, virologo) è stata spesso in primo piano negli ultimi mesi. E a Padova, in vista delle prossime elezioni amministrative, se ne ha l'ennesima riprova a fronte dei nomi di alcuni candidati o, allo stato attuale, semplici sostenitori.

Il caso più eclatante è quello che riguarda il figlio di Andrea Crisanti, il 23enne Giulio, dottorando di Fisica e Astronomia all’Università di Padova, che correrà in prima persona nella lista di Coalizione civica. Ovvero a sostegno, nelle file del Centrosinistra, della (ri)candidatura del sindaco uscente Sergio Giordani. "Non ne sapevo nulla" ha detto papà Andrea, sin dall'inizio della pandemia in prima linea a Vo' Euganeo con il presidente Zaia (con cui si è poi consumato un eclatante ("divorzio").

C'è poi il caso del professor Palù, trevigiano, presidente dell’Agenzia italiana del Farmaco nonché direttore del Dipartimento di Medicina molecolare dell’Ateneo cittadino, che non sarà in lizza in prima persona, ma che ha comunque espresso il suo chiaro endorsement per l'ex numero uno degli industriali padovani, Francesco Peghin, candidato sindaco per il Centrodestra (Lega in testa).

Infine il "coinvolgimento" più sfumato, quello dell'immunologa Antonella Viola, direttore scientifico dell’Istituto di ricerca «Città della Speranza», che alcuni rumors davano vicina (anche lei) al sindaco uscente Giordani, in area Centrosinistra. Ma lei stessa, a scanso di equivoci, ha sgomberato il campo da illazioni con un inequivocabile post su facebook:

"Non sono candidata in nessuna lista e resto a servizio della città, del Paese e della scienza", ha definitivamente chiarito lei.

Seguici sui nostri canali