Aggiornamenti

Covid, Zaia: "Veneto, i sanitari non vaccinati sono ancora 17mila" | +460 positivi | Dati 2 agosto 2021

Partite dalle Ulss le lettere di demansionamento o sospensione. Il Governatore: "Entro ottobre 80% dei veneti vaccinati".

Covid, Zaia: "Veneto, i sanitari non vaccinati sono ancora 17mila" | +460 positivi | Dati 2 agosto 2021
Politica Padova, 02 Agosto 2021 ore 14:32

Nuovo appuntamento con il punto stampa da Marghera del presidente Zaia.

Bollettino aggiornato

+460 positivi nelle ultime 24 ore (incidenza 4,20% sui tamponi fatti), 164 ricoverati totali (invariato), di cui 145 in area non critica (-1), e 19 in terapia intensiva (+1), decessi (-3).

"Si conferma una fase poco aggressiva dal punto di vista ospedaliero e questo è molto importante - ha esordito il Governatore - Il virus però circola soprattutto con la variante Delta e c'è attenzione anche per la variante Beta".

Confermato poi che in Veneto ci sono ancora 200mila posti liberi per vaccinarsi da qui all'8 settembre su tutte le Ulss: "C'è però un evidente calo nelle prenotazioni, dovuto probabilmente alla fase estiva", ha sottolineato il presidente. Verso metà agosto è inoltre previsto l'arrivo di un nuovo stock di vaccini.

"Entro l'8 settembre, stando ai vaccinati e i prenotati attuali, copriremo il 75,3% dei veneti almeno con una dose. Ed entro ottobre vorremmo arrivare all'80%".

Per quanto riguarda il mondo della scuola, insegnanti e operatori veneti si sono vaccinati all'80%.

LEGGI ANCHE: Variante Delta: in Veneto si tracciano anche vicini di casa e colleghi del positivo

Tamponi gratuiti e Green Pass

Per i tamponi è allo studio una convenzione con le farmacie a livello nazionale per somministrarli a prezzo calmierato. Il Veneto al momento è l'unica regione a garantirli negli appositi punti gratuitamente: "Ma non potremo andare avanti all'infinito, perché ci sono dei costi".

Sul Green Pass in vigore dal 6 agosto, Zaia ha confermato che non ci sarà alcuna ordinanza regionale ulteriormente restrittiva.

Sanitari non vaccinati, in arrivo le lettere dalle Ulss

Sul caso dei sanitari non ancora vaccinati in Veneto, l'assessore Lanzarin ha ribadito che le Ulss sanno verificando ogni singola posizione e stanno partendo le lettere di demansionamento o sospensione. In tutto si tratta al momento di 17mila soggetti complessivi che fanno parte del personale sanitario.

"In settimana faremo un aggiornamento degli operatori sanitari soggetti all'obbligo, l'ultimo è stata fatto il 20 luglio" - ha confermato poi prendendo la parola il dottor Mongillo.