Politica
Aggiornamento

Chiusura di Valvitalia a Due Carrare: incontro istituzionale per discutere della crisi

Il tavolo delle discussioni è stato convocato dall'assessore regionale al lavoro Elena Donazzan. Prossimo incontro martedì 8 marzo 2022.

Chiusura di Valvitalia a Due Carrare: incontro istituzionale per discutere della crisi
Politica Monselice, 02 Marzo 2022 ore 17:46

Si è tenuto oggi, mercoledì 2 marzo 2022, convocato dall’assessore regionale al lavoro Elena Donazzan e gestito dal dirigente dell’Unità di Crisi Aziendali regionale Mattia Losego con il supporto della Direzione Lavoro, un incontro di aggiornamento relativo alle difficoltà che sta attraversando l’azienda Valvitalia con particolare riguardo al sito produttivo di Due Carrare (PD).

Chiusura Valvitalia a Due Carrare: incontro istituzionale per discutere della crisi

All’incontro hanno partecipato la rappresentanza aziendale, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali Fiom Cgil di Padova e Fim Cisl di Padova, e un rappresentante dell’amministrazione comunale di Due Carrare. Come concordato nel precedente incontro, il tavolo ha offerto l’occasione per avviare un approfondimento di dettaglio rispetto alla situazione di difficoltà dello stabilimento di Due Carrare, che attualmente occupa circa 100 lavoratori diretti.

Nell’incontro di venerdì scorso, le parti avevano accolto la proposta della Regione di sospendere per due settimane, a partire dal 28 febbraio, ogni eventuale procedura formale che l’azienda intenderebbe avviare per il trasferimento delle produzioni presso il sito di Rivanazzano Terme in provincia di Pavia. Dopo ampia e approfondita discussione oggi le parti hanno valutato l’opportunità e la necessità di riaggiornare l’incontro in sede istituzionale a martedì prossimo, 8 marzo.

La proprietà di Valvitalia ha confermato la chiusura

Lo scorso 22 febbraio 2022 la proprietà di Valvitalia ha confermato la chiusura dello stabilimento di Due Carrare con il conseguente trasferimento di 85 dipendenti nella sede di Rivanazzano, in provincia di Pavia. La scelta dei vertici aziendali è giunta nell'ottica di una riduzione dei costi. Per lavoratori e sindacati, tuttavia, bisogna fare chiarezza sulla vicenda:

"Alla luce di quanto dichiarato oggi dall’azienda, quindi, chiediamo che le istituzioni facciano luce sulla vicenda perché non è possibile che questa situazione passi sotto traccia".

LEGGI ANCHE: La proprietà di Valvitalia conferma: "Lo stabilimento di Due Carrare verrà chiuso"

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter