Coronavirus

Emergenza Coronavirus: spesa a casa per gli anziani a Padova

Gli assessori Bressa e Nalin hanno incontrato i rappresentanti delle categorie economiche e della grande distribuzione.

Emergenza Coronavirus: spesa a casa per gli anziani a Padova
Padova, 10 Marzo 2020 ore 10:25

Emergenza Coronavirus: spesa a casa per gli anziani a Padova.

Iniziativa in collaborazione con le categorie economiche

Gli assessori al commercio Antonio Bressa e al sociale Marta Nalin hanno incontrato i rappresentanti delle categorie economiche e della grande distribuzione per individuare assieme delle iniziative di solidarietà da mettere in campo in questi giorni di emergenza sanitaria. In questo momento l’esigenza più sentita è quella di individuare delle forme che possano facilitare i nostri anziani e le persone che non possono uscire di casa, nel fare la spesa.
Erano presenti Alì, Aspiag Despar, Confcommercio, Confesercenti, Coop Alleanza 3.0, Pam.
Dopo un’iniziale ricognizione delle azioni che già esistono per facilitare la spesa e la sua consegna, sono state ipotizzate alcune modalità comuni che si potrebbero adottare nelle prossime settimane, coinvolgendo anche le associazioni di volontariato del territorio.

Importante attivare meccanismi solidali

Ringrazio chi ha partecipato a questo incontro – ha sottolineato l’assessore Marta Nalin – In questi giorni è importante, soprattutto per gli anziani e chi è più a rischio, limitare le uscite e i contatti con le persone. Per molti questo significa un limite importante anche nel poter fare la spesa, soprattutto per chi magari vive solo e non può contare su meccanismi di solidarietà familiare.
Oggi è stato importante condividere con tutti l’importanza di attivare meccanismi solidali straordinari per le prossime settimane. Se tutte e tutti ci mettiamo in gioco sarà più semplice per molti affrontare questo periodo. Abbiamo individuato come centrale il ruolo del volontariato e stiamo capendo in queste ore, grazie al supporto del Centro servizi volontariato, come coinvolgere le associazioni della città per attivare meccanismi solidali di vicinanza. Questi sono i momenti in cui ci rendiamo conto davvero dell’importanza di mettere tutti a disposizione, nella nostra vita privata o nella nostra attività lavorativa, ciò che può per dare una mano, in sicurezza, a chi è più fragile
“.

Il sistema del commercio a disposizione dei cittadini

Oggi il sistema del commercio si è messo a disposizione per fare fronte comune nell’affrontare un problema che riguarda tutti noi e per questo li ringrazio – ha evidenziato Antonio Bressa – Azioni come la consegna a domicilio in passato erano la norma, anche per i piccoli esercizi. Credo in questo momento riscoprire queste forme di vicinanza ai cittadini possa essere non solo la risposta ad un’esigenza, ma una grande opportunità per mettersi in gioco in maniera positiva. Un’occasione per dimostrare quanto le attività commerciali siano importanti presidi che erogano servizi e una grande risorsa, soprattutto nei quartieri. Invito i commercianti e gli esercenti della città, dove possono, a mettere in campo azioni che vanno in questa direzione. Individuare modi per stare vicini alle persone fa guadagnare la città“.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità