Emergenza Coronavirus

Zaia su Pasquetta: “Di virus si muore: chi esce si senta responsabile, per sè e per gli altri”

E in vista del 3 maggio, sono essenziali tre condizioni per poter tornare a una quasi normalità, altrimenti riaprire sarebbe solo una rischiosa presa in giro.

Zaia su Pasquetta: “Di virus si muore: chi esce si senta responsabile, per sè e per gli altri”
Padova, 13 Aprile 2020 ore 09:31

Il monito del governatore veneto per oggi, 13 aprile 2020, lunedì “dell’Angelo” o “Pasquetta”, non poteva essere più chiaro e diretto:

Forse non tutti se ne sono resi conto, ma di virus si muore. E non solo fra gli anziani, succede anche ai più giovani. Per cui chi esce si senta responsabile, per se stesso, ma anche e soprattutto per gli altri”.

Pasquetta fra tentazioni e controlli

Insomma, la speranza è che tutti siano responsabili ed evitino “fughe” verso improbabili mete da pic nic che finirebbero in molti casi per risultare rocamboleschi inseguimenti in stile guardia e ladri, dato che i controlli saranno serratissimi da parte di tutte le Forze dell’ordine e con tutti i mezzi, pattuglie, ma anche droni ed elicotteri compresi.

Un riferimento, quello del presidente della regione, indirizzato agli irriducibili della “gita fuori porta”, sì, ma anche più lungimirante. Il tema infatti è quello di garantire la sicurezza per chi esce di casa, a prescindere.

Le tre condizioni per tornare a uscire dal 3 maggio

Anche perché già ora possiamo uscire, anche se solo per esigenze comprovate imprescindibili (spesa, lavoro, salute), ma dopo il 3 maggio lo scenario sarà ancora diverso.

Sono però essenziali tre condizioni per poter “riaprire” e tornare a una “quasi normalità”:

– che ci siano le mascherine, perché se dobbiamo tornare a lavorare ce ne servono almeno (e dico almeno) due a testa, quindi circa 100 milioni al giorno in tutto il Paese
– che vengano fatti i tamponi per accertare che chi è guarito sia guarito davvero e non più contagioso (ormai è chiaro che si può essere infetti fino a oltre un mese dalla scomparsa dei sintomi, altro che 14 giorni)
– che siano fatti i test sierologici per stabilire chi “l’ha fatto” e chi no, questo maledetto Covid-19 e chi no, andando a verificare la presenza degli anticorpi.

Senza queste tre condizioni, “riaprire” sarebbe una presa in giro, tanto più grave perché il rischio di un ritorno dei contagi sarebbe altissimo.

Perché Zaia parla di “lockdown finito” (e finto)

Ma la polemica è scoppiata già ora con ben tre settimane di anticipo. Zaia lo ha ripetuto anche ieri nella consueta conferenza stampa alla Protezione civile di Marghera:

“Molti si sono accorti di Zaia che dice ‘non esiste lockdown’ ed è vero, lo ribadisco, perché lockdown significa chiusura totale e non c’è più”.

E non è difficile cosa intenda il governatore. Scorrendo l’elenco delle attività produttive “svincolate” a partire dall’ultimo Dpcm del premier Conte, è evidente che la stretta si sia di fatti considerevolmente allentata (tanto che secondo una stima, in Veneto hanno ormai ripreso già il 47% delle aziende).

“Bisogna concentrarsi sui protocolli per riaprire aziende. Spero che da martedì 14 non ci siano assembramenti, il messaggio del “liberi tutti” è sbagliato”, ha concluso Zaia.

Codice Ateco, le attività consentite

1 Coltivazioni agricole e produzione di prodotti animali

2 Silvicoltura ed utilizzo aree forestali

3 Pesca e acquacoltura

5 Estrazione di carbone

6 Estrazione di petrolio greggio e di gas naturale

09.1 Attività dei servizi di supporto all’estrazione di petrolio e di gas naturale

10 Industrie alimentari

11 Industria delle bevande

13.96.20 Fabbricazione di altri articoli tessili tecnici ed industriali

13.95 Fabbricazione di tessuti non tessuti e di articoli in tali materie (esclusi gli articoli di abbigliamento)

14.12.00 Confezioni di camici, divise e altri indumenti da lavoro

16 Industria del legno e dei prodotti in legno e sughero (esclusi i mobili); fabbricazione di articoli in paglia e materiali da intreccio

16.24* Fabbricazione di imballaggi in legno

17 Fabbricazione di carta (ad esclusione dei codici: 17.23 e 17.24)

18 Stampa e riproduzione di supporti registrati

19 Fabbricazione di coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio

20 Fabbricazione di prodotti chimici (ad esclusione dei codici: 20.12 – 20.51.01 – 20.51.02 – 20.59.50 – 20.59.60)

21 Fabbricazione di prodotti farmaceutici di base e di preparati farmaceutici

22.2 Fabbricazione di articoli in materie plastiche (ad esclusione dei codici: 22.29.01 e 22.29.02)

23.13 Fabbricazione di vetro cavo

23.19.10 Fabbricazione di vetrerie per laboratori, per uso igienico, per farmacia

25.21 Fabbricazione di radiatori e contenitori in metallo per caldaie per il riscaldamento centrale

25.73.1 Fabbricazione di utensileria ad azionamento manuale; parti intercambiabili per macchine utensili

25.92 Fabbricazione di imballaggi leggeri in metallo

26.1 Fabbricazione di componenti elettronici e schede elettroniche

26.2 Fabbricazione di computer e unità periferiche

26.6 Fabbricazione di apparecchi per irradiazione, apparecchiature elettromedicali ed elettroterapeutiche

27.1 Fabbricazione di motori, generatori e trasformatori elettrici e di apparecchiature per la distribuzione e il controllo dell’elettricità

27.2 Fabbricazione di batterie di pile e di accumulatori elettrici

28.29.30 Fabbricazione di macchine automatiche per la dosatura, la confezione e per l’imballaggio

28.93 Fabbricazione di macchine per l’industria alimentare, delle bevande e del tabacco (incluse parti e accessori)

28.95.00 Fabbricazione di macchine per l’industria della carta e del cartone (incluse parti e accessori)

28.96 Fabbricazione di macchine per l’industria delle materie plastiche e della gomma (incluse parti e accessori)

32.50 Fabbricazione di strumenti e forniture mediche e dentistiche

32.99.1 Fabbricazione di attrezzature ed articoli di vestiario protettivi di sicurezza

32.99.4 Fabbricazione di casse funebri

33 Riparazione e manutenzione installazione di macchine e apparecchiature (ad esclusione dei seguenti codici: 33.11.01, 33.11.02, 33.11.03, 33.11.04, 33.11.05, 33.11.07, 33.11.09, 33.12.92, 33.16, 33.17)

35 Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata

36 Raccolta, trattamento e fornitura di acqua

37 Gestione delle reti fognarie

38 Attività di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti; recupero dei materiali

39 Attività di risanamento e altri servizi di gestione dei rifiuti

42 Ingegneria civile (ad esclusione dei seguenti codici: 42.91, 42.99.09 e 42.99.10)

43.2 Installazione di impianti elettrici, idraulici e altri lavori di costruzioni e installazioni

45.2 Manutenzione e riparazione di autoveicoli

45.3 Commercio di parti e accessori di autoveicoli

45.4 Per la sola attività di manutenzione e riparazione di motocicli e commercio di relative parti e accessori

46.2 Commercio all’ingrosso di materie prime agricole e animali vivi

46.3 Commercio all’ingrosso di prodotti alimentari, bevande e prodotti del tabacco

46.46 Commercio all’ingrosso di prodotti farmaceutici

46.49.1 Commercio all’ingrosso di carta, cartone e articoli di cartoleria

46.49.2 Commercio all’ingrosso di libri riviste e giornali

46.61 Commercio all’ingrosso di macchinari, attrezzature, macchine, accessori, forniture agricole e utensili agricoli, inclusi i trattori

46.69.91 Commercio all’ingrosso di strumenti e attrezzature ad uso scientifico

46.69.94 Commercio all’ingrosso di articoli antincendio e infortunistici

46.71 Commercio all’ingrosso di prodotti petroliferi e lubrificanti per autotrazione, di combustibili per riscaldamento

46.75.01 Commercio all’ingrosso di fertilizzanti e di altri prodotti chimici per l’agricoltura

49 Trasporto terrestre e trasporto mediante condotte

50 Trasporto marittimo e per vie d’acqua

51 Trasporto aereo

52 Magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti

53 Servizi postali e attività di corriere

55.1 Alberghi e strutture simili

j (DA 58 A 63) Servizi di informazione e comunicazione

K (da 64 a 66) Attività finanziarie e assicurative

69 Attività legali e contabili

70 Attività di direzione aziendali e di consulenza gestionale

71 Attività degli studi di architettura e d’ingegneria; collaudi ed analisi tecniche

72 Ricerca scientifica e sviluppo

74 Attività professionali, scientifiche e tecniche

75 Servizi veterinari

78.2 Attività delle agenzie di lavoro temporaneo (interinale)1

80.1 Servizi di vigilanza privata

80.2 Servizi connessi ai sistemi di vigilanza

81.2 Attività di pulizia e disinfestazione

81.3 Cura e manutenzione del paesaggio, con esclusione delle attività di realizzazione

82.20 Attività dei call center

82.92 Attività di imballaggio e confezionamento conto terzi

82.99.2 Agenzie di distribuzione di libri, giornali e riviste

82.99.99 Altri servizi di sostegno alle imprese3

84 Amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria

85 Istruzione

86 Assistenza sanitaria

87 Servizi di assistenza sociale residenziale

88 Assistenza sociale non residenziale

94 Attività di organizzazioni economiche, di datori di lavoro e professionali

95.11.00 Riparazione e manutenzione di computer e periferiche

95.12.01 Riparazione e manutenzione di telefoni fissi, cordless e cellulari

95.12.09 Riparazione e manutenzione di altre apparecchiature per le comunicazioni

95.22.01 Riparazione di elettrodomestici e di articoli per la casa

97 Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico

99 Organizzazioni e organismi extraterritoriali

 

daniele.pirola@netweek.it

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità