Carabinieri

Truffa della legna a Legnaro ma arriva una "legnata": arrestati (e già liberi)

In manette due foggiani che hanno tentato di raggirare un pensionato 72enne del posto rifilandogli meno della metà della merce pattuita e pretendendo pure un "rimborso".

Truffa della legna a Legnaro ma arriva una "legnata": arrestati (e già liberi)
Cronaca Padova, 31 Agosto 2021 ore 14:27

In manette Luigi Tiano, 33 anni, e Luigi Pepe, 24 anni, entrambi originari e residenti a Cerignola (FG) e gravati da precedenti di polizia.

AGGIORNAMENTO: il giudice ha convalidato gli arresti, rimettendo in libertà i due imputati e rinviando l'udienza a gennaio 2022.

Truffa della legna a Legnaro

Nella giornata di ieri, lunedì 30 agosto 202, a Legnaro, personale dell'Arma locale ha proceduto all'arresto di Luigi Tiano, 33 anni, e Luigi Pepe, 24 anni, entrambi originari e residenti a Cerignola (FG) e gravati da precedenti di polizia.

Gli stessi infatti, nel tardo pomeriggio, si erano presentati presso l'abitazione di P.S., pensionato 72enne di Legnaro, tentando di consegnare 1.900 kg di legna da ardere a fronte dei 5mila pattuiti. I due, senza perfezionare la vendita, pretendevano a titolo risarcitorio per la mancata compravendita, la somma di 50 euro e solo dopo averla ottenuta si sono allontanati a bordo del loro furgone.

Non appena partiti il mezzo veniva però fermato dai militari che hanno preso in custodia i due, arrestandoli per tentata truffa (convalida oggi) e procedeva al sequestro del veicolo con il relativo carico.

5 foto Sfoglia la gallery