Albignasegno

Tentano di rubare liquori nel supermercato Mega, ma non sfuggono all'occhio della sorveglianza

A Padova, invece, i militari hanno sorpreso per strada un 55enne georgiano in possesso di armi da scasso e chiavi alterate

Tentano di rubare liquori nel supermercato Mega, ma non sfuggono all'occhio della sorveglianza
Pubblicato:

Nei giorni scorsi sono state condotte due operazioni da parte dei Carabinieri: la prima ha riguardato un furto in un supermercato di Albignasego nel quale un 32enne e un 28enne di origini rumene hanno tentato di rubare dei liquori. Nel secondo caso, a Padova, un 55enne georgiano è stato trovato in possesso di armi da scasso.

Rubano liquori al supermercato Mega di Albignasego

I Carabinieri della locale Stazione di Albignasego hanno denunciato, per tentato furto aggravato in concorso, una 32enne ed un 28enne di origini rumene.

I due, entrati all’interno del supermercato “mega”, pensando di sfuggire all’occhio attento del servizio di vigilanza, hanno cominciato a girovagare tra le corsie del negozio e, una volta giunti in quella dedicata agli liquori, hanno nascosto alcune bottiglie di superalcolici nei loro zaini dirigendosi verso l’uscita.

Beccati dalla sorveglianza

L’azione non è, però, passata inosservata al personale del supermercato che ha allertato il 112 e fermato i due subito dopo aver varcato le casse.

La pattuglia dell’Arma, prontamente intervenuta, ha identificato i malfattori che sono stati quindi segnalati, a piede libero, all’Autorità Giudiziaria per furto. Tutta la merce, del valore di 70 euro, è stata recuperata e restituita.

Gira per Padova con arnesi da scasso

Sempre nel corso di servizi di prevenzione dei reati contro il patrimonio, i Carabinieri della Stazione di Padova Prato della Valle hanno notato in via Pomponazzi un signore dall'atteggiamento piuttosto sospetto.

I militari lo hanno quindi fermato per un controllo. Il soggetto, risultato essere un 55enne georgiano, è stato trovato in possesso di attrezzi da scasso e chiavi alterate, immediatamente sequestrate.

Per il cittadino, che non è stato in grado di giustificare il possesso del materiale rinvenuto, è scatta la denuncia a piede libero e dovrà rispondere all’Autorità Giudiziaria dei fatti contestati.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali