a Padova

Stalker si apposta (per l’ennesima volta) fuori dall’ufficio dell’ex per darle un anello

Il 46enne si è nuovamente aggirato nei pressi del luogo di lavoro della vittima, nonostante una denuncia effettuata dalla 49enne nell'ottobre 2023 e un provvedimento di allontanamento

Stalker si apposta (per l’ennesima volta) fuori dall’ufficio dell’ex per darle un anello
Pubblicato:

Un 46enne è stato arrestato ieri, 25 gennaio 2024, per violazione del divieto di avvicinamento e atti persecutori nei confronti dell'ex compagna di 49 anni: l'uomo non accettava la fine della loro relazione e per questo era solito appostarsi fuori la casa della vittima. Nonostante una denuncia fatta nell'ottobre 2023, il 46enne ha continuato a perseguitare l'ex, aspettandola questa volta fuori il suo ufficio con la scusa di un anello.

46enne si apposta fuori l'ufficio dell'ex

"Ho un regalo per te": questa la scusa di un 46enne residente a Treviso che, nella giornata del 10 gennaio 2024, si era presentato sul luogo di lavoro dell'ex compagna.

Peccato che la 49enne avesse messo fine a quella relazione, durata 3 anni, nel 2022. Un punto, che l'ex fidanzato non ha affatto preso bene, anzi. Da allora sono iniziate chiamate e appostamenti sotto casa della vittima.

La stessa dinamica si è ripresentata ieri, 25 gennaio 2024, quando il 46enne si è recato per l'ennesima volta nei pressi dell'ufficio della vittima. Questa volta per darle un anello in argento. 

Anche in questo caso, probabilmente già in guardia per gli episodi di stalking passati, la 49enne ha notato l'ex vicino la vetrina e, senza esitazione, ha subito avvisato il 112 per una richiesta di intervento.

Alle spalle già una denuncia per atti persecutori

Come detto precedentemente, quello avvenuto nei pressi dell'ufficio della 49enne non è stato l'unico episodio di persecuzione. Già in passato la vittima si trovava senza alcun preavviso l'ex fuori le mura di casa. 

Una situazione insostenibile per la donna, che era arrivata a denunciare il 46enne nell'ottobre del 2023: da qui è scattata la notifica di ammonimento emesso dal Questore di Padova. Ma ciò non ha impedito all'ex di continuare a perseguitarla anche con diverse telefonate. 

Viola la misura cautelare di allontanamento

Il Tribunale di Padova aveva imposto al 46enne una misura cautelare secondo la quale avrebbe dovuto mantenere una distanza di almeno 500 metri dall'ex compagna e dai luoghi da lei frequentati, con l’ausilio del braccialetto elettronico.

Ma dopo l'ennesimo appostamento fuori l'ufficio, la pattuglia si è subito messa alla ricerca del malfattore rintracciandolo in un bar. A seguito di una perquisizione personale, è stato trovato  proprio un anello: quello che avrebbe dato al persecutore la scusa per rincontrare l'ex.

Il 46enne è stato, dunque, associato alla casa circondariale di Padova come disposto dall’Autorità Giudiziaria per atti persecutori e violazione del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa ed allontanamento dalla casa familiare.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali