Padova

Sequestrati 6 quintali di alimenti trasportati in violazione delle norme sanitarie e igieniche

Al titolare della ditta, per il trasporto irregolare di sostanze alimentari, sono state elevate sanzioni per un importo di quasi 4.000 euro.

Sequestrati 6 quintali di alimenti trasportati in violazione delle norme sanitarie e igieniche
Padova, 19 Novembre 2020 ore 12:24

Lunedì mattina una pattuglia di agenti motociclisti ha notato, mentre transitava su via Po, un furgone con cella frigo in sosta con motore acceso.

Il controllo

Avvicinatisi, gli agenti, a fronte di un leggero nervosismo del conducente, hanno proceduto ad un controllo dei documenti e del carico trasportato. Nel vano di carico erano trasportati merci e sostanze alimentari per un peso di circa 6 quintali, nello specifico formaggi stagionati, insaccati, prosciutti e inoltre bevande alcoliche. La merce inoltre non riportava la prescritta tracciabilità di provenienza. Di conseguenza è stato allertato il servizio veterinario che ha riscontrato anch’esso violazioni degli obblighi sulla tracciabilità dei prodotti alimentari, della corretta prassi igienica – Haccp, del trasporto promiscuo di sostanze alimentari di vario genere con prodotti non alimentari.

Sequestrata la merce

Il personale sanitario pertanto ha posto sotto sequestro amministrativo, finalizzato alla confisca, tutta la merce alimentare, mentre gli agenti hanno proceduto al sequestro penale delle bottiglie di alcolici per l’indebita detenzione, per il mancato pagamento delle accise e per la mancanza della fascetta riportante il sigillo di Stato. Al titolare della ditta, per il trasporto irregolare di sostanze alimentari, sono state elevate sanzioni per un importo di quasi 4.000 euro; la merce, invece, è stata affidata allo stesso titolare, il quale è ritornato presso la sede della propria azienda in Sardegna con i sigilli sanitari apposti sul mezzo per la distruzione e il successivo smaltimento della merce sequestrata.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità