PARADOSSALE

Se difende Turetta non può fare anche il prof all'Università di Padova: petizione contro Caruso

La rettrice dell'ateneo di Padova: "Siamo arrivati a un corto circuito per un Paese democratico. Nel nostro Stato tutti hanno diritto alla difesa, compreso il signor Turetta"

Se difende Turetta non può fare anche il prof all'Università di Padova: petizione contro Caruso
Pubblicato:

Giovanni Caruso è l'avvocato di Filippo Turetta. Ma è anche professore ordinario di Diritto penale all'Università di Padova, l'ateneo frequentato da Giulia Cecchettin, la vittima del suo assistito. Una cosa risaputa, ma che negli ultimi giorni è finita al centro della bufera per una petizione che chiede un intervento all'ateneo.

L'avvocato di Turetta insegna all'università di Giulia Cecchettin: la petizione

La petizione è stata lanciata già a fine novembre 2023, ma è finita al centro delle cronache negli ultimi giorni visto che il prossimo 2 febbraio 2024 l'Università di Padova conferirà la laurea postuma a Giulia Cecchettin, che proprio quando è stata uccisa stava ultimando la sua tesi.

Questo il testo della petizione, raggiungibile sulla piattaforma Change.org che finora non ha riscosso un grandissimo successo (poco meno di 400 firme) ma che ha invece generato parecchie critiche nei confronti di chi l'ha promossa:

"L'Università di Padova, attraverso la sua rettrice e in numerose forme, ha espresso il suo cordoglio per la morte di Giulia Cecchettin, laureanda dell'ateneo, e si è schierata contro la violenza sulle donne. Solo a parole, però, perché nei fatti un suo importante membro, l'avvocato Giovanni Caruso, professore ordinario di Diritto Penale, ha assunto la difesa del suo assassino (reo confesso) Filippo Turetta.

Se davvero L'Università di Padova è vicina alle donne vittime di violenza e vuole sostenere questa lotta, si renda estranea alla difesa di chi ha commesso un omicidio efferato e la cui colpevolezza è indubitabile.

Non si può stare al tempo stesso con le vittime e con i carnefici!

Caruso rinunci alla difesa di Turetta o, in caso contrario, L'Università di Padova si esprima pubblicamente, dissociandosi dalla scelta totalmente inopportuna del professor Caruso".

La replica del rettore

Poco dopo è arrivata la replica di Daniela Mapelli, rettrice dell'Università di Padova, che ne ha parlato al Corriere.

"Siamo arrivati a un corto circuito per un Paese democratico. Nel nostro Stato tutti hanno diritto alla difesa, compreso il signor Turetta. Oltretutto l'Università mai potrebbe dire al professor Caruso, bravissimo docente che esercita anche la libera professione, se può o meno tenere la difesa di qualcuno".

Dello stesso parere anche il Consiglio direttivo dell’associazione italiana dei professori di diritto penale.

"La difesa che sta esercitando Caruso, legittimamente, non può far dubitare della condivisione civica ed etica del contrasto alla violenza di genere che noi, come docenti di diritto penale, sviluppiamo nella didattica".

Chi è Giovanni Caruso, l'avvocato di Filippo Turetta

Giovanni Caruso ha ottenuto la laurea con lode in Giurisprudenza all'Università di Padova nel 1996. Lo stesso ateneo nel quale dall'1 dicembre 2016 è professore ordinario di Diritto Penale.

Nella sua carriera è stato anche ricercatore dell'Università di Padova, docente di diritto penale dell'economia al Master post-universitario di II° Livello “Giurista internazionale d’impresa”  (sempre a Padova), docente di Diritto Penale della scuola di specializzazione per le professioni legali dell’Università Europea di Roma.

Nel 2018 è stato nominato dalla Seconda Sottocommissione Giustizia del Senato - XVIII Legislatura Componente esperto nell’iter legislativo destinato all’approvazione della riforma in tema di legittima difesa (DDL nn. 5, 199, 253, 392 e 652).

Membro dell’Associazione Italiana dei Professori di Diritto Penale (AIPDP) e relatore a numerosi convegni scientifici, seminari, master e corsi di specializzazione in Italia e all’estero, è autore di 3 monografie e di oltre sessanta pubblicazioni scientifiche.

La laurea di Giulia Cecchettin

Giulia Cecchettin si sarebbe dovuta laureare il 16 novembre 2023 in Ingegneria biomedica all’università di Padova. Un traguardo che non ha mai potuto raggiungere perché cinque giorni prima, la sera dell’11 novembre 2023, l’ex fidanzato Filippo Turetta l’ha sequestrata e uccisa.

Venerdì 2 febbraio 2024 l'Università di Padova le consegnerà comunque la laurea alla memoria.

Giulia però aveva un'altra passione che voleva seguire: stava infatti già frequentando un corso a Reggio Emilia per diventare illustratrice di libri per bambini. 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali