Cronaca
Vigodarzere

Resta per ore in ostaggio del gatto che le "sequestra" l'auto: ci aveva fatto la cuccia

E' successo martedì scorso a Vigodarzere, dove una signora le ha provate tutte per allontanare il micetto. Poi sono arrivati i Carabinieri...

Resta per ore in ostaggio del gatto che le "sequestra" l'auto: ci aveva fatto la cuccia
Cronaca Padova, 22 Settembre 2022 ore 08:53

Quando hanno visto il capannello di gente i Carabinieri hanno subito pensato al peggio, invece...

Resta per ore in ostaggio del gatto che le "sequestra" l'auto: ci aveva fatto la cuccia

Era da ore ostaggio di un gatto la signora che nel pomeriggio di martedì scorso, 20 settembre, a Vigodarzere, in Via Roma, non poteva usare la sua macchina perché il felino aveva deciso che quel mezzo era la sua cuccia. La donna le aveva provate tutte per fare uscire la bestiola, aveva chiesto aiuto ai passanti, aveva provato ad attirarlo con del cibo, ma più ci provava e più il gatto si rintanava tra il vano motore e la scocca.

Erano intervenuti persino dei meccanici senza riuscire nell’intento. È così che, al passaggio della pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Vigodarzere, la donna ha richiesto il loro aiuto, sbracciandosi per richiamare la loro attenzione e richiedendo il loro intervento. I Carabinieri, che erano stati accolti da un capannello di gente che nel frattempo si era formato, tra curiosità e desiderio di rendersi utili, temevano il peggio, non immaginavano certo che l’intervento richiesto fosse per salvare un gattino.

Il Carabiniere non ci ha pensato due volte e, indossati i guanti di istituto, come un meccanico, si è sdraiato sotto la macchina. Il gattino che nel frattempo si era spostato dal vano motore alla marmitta, dopo diverse contorsioni del militare, con suo grande disappunto veniva preso ed estratto dal mezzo. Sporco di grasso nero, da cui si intravvedeva la pelliccia bianca, era un cucciolo di un mese, che è stato affidato alle cure del veterinario.

Seguici sui nostri canali