Cronaca
Squadra mobile

Rapina al parroco a Padova, in carcere pregiudicato bellunese di 33 anni

E' stato rintracciato in zona stazione il presunto autore dell'aggressione al sacerdote 83enne della Chiesa di San Daniele Martire.

Rapina al parroco a Padova, in carcere pregiudicato bellunese di 33 anni
Cronaca Padova, 10 Maggio 2022 ore 10:38

Disposto il carcere per l’autore dell’aggressione e rapina ai danni del parroco della chiesa di San Daniele di Padova.

Rapina al parroco a Padova, in carcere pregiudicato bellunese di 33 anni

È stato rintracciato in zona Stazione dai poliziotti della Questura di Padova il presunto autore della rapina e delle lesioni commesse ai danni del sacerdote della chiesa di San Daniele Martire di Padova. Sulla base delle indagini condotte dalla Squadra Mobile, che ne hanno consentito l’individuazione, la Procura della Repubblica di Padova ha richiesto ed ottenuto dal Giudice per le Indagini Preliminari l’applicazione della custodia cautelare in carcere nei confronti di un pregiudicato 33enne bellunese (di fatto senza fissa dimora).

Costui, lo scorso 3 maggio, dopo essersi introdotto furtivamente all'interno della canonica – approfittando della distrazione della vittima, impegnato in quegli attimi a consegnare degli alimenti ad un mendicante – coglieva di sorpresa il prete 83enne, e dopo averlo cinturato con forza al petto in cerca del portafoglio, lo strattonava e spingeva fino a farlo cadere a terra, così procurandogli una frattura sternale, per poi rapinarlo del telefono cellulare e di alcune tessere bancomat.

In soccorso del prete intervenivano da subito alcuni soggetti (fra cui il mendicante) che avevano peraltro assistito all'ultima fase dell'aggressione. I poliziotti della Squadra Mobile intervenuti sul posto sono riusciti presto a ricostruire i termini dell'azione delittuosa e ad individuarne il responsabile, ciò grazie alla lucidità dimostrata dal prete nel raccontare l’accaduto (pur difronte alla sua drammaticità) ed alle ulteriori conferme fornite da alcuni testi, alcuni dei quali individuati dagli stessi poliziotti nelle ore successive.

L’autore della rapina era soggetto già ben noto al parroco, da lui stesso denunciato tre volte nell'arco dell'ultimo anno per episodi di danneggiamento e furti. Proprio i numerosissimi precedenti penali dell’uomo uniti alla gravità di quest’ultimo episodio hanno consentito alla Procura della Repubblica di avanzare nei suoi confronti la richiesta applicazione della misura cautelare in carcere. Avviate le ricerche (estese anche nella zona di Mestre, ove risultava spesso recarsi l’indagato), i poliziotti lo hanno in ultimo rintracciato e bloccato nei pressi della Stazione di Padova. L’uomo è stato ristretto presso la casa circondariale di Padova.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter