Menu
Cerca
Baldoria "clandestina"

Party notturni in due B&B: sanzionati 19 giovani, alcuni sono padovani

E' successo a Verona. All'arrivo dei Carabinieri i trasgressori hanno provato anche a nascondersi sotto i letti e negli armadi.

Party notturni in due B&B: sanzionati 19 giovani, alcuni sono padovani
Cronaca Padova, 01 Marzo 2021 ore 12:12

Un weekend di controlli a tappeto, quello appena trascorso, per i Carabinieri della compagnia di Verona.

Party notturni in due B&B

Venerdì mattina, 27 febbraio 2021, i militari della sezione radiomobile hanno deferito in stato di libertà ben 6 giovani, cinque veronesi ed un marocchino, tutti ventenni, per disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone.

I ragazzi sono stati infatti sorpresi all’interno di un b&b in via Zanella mentre erano intenti a festeggiare con musica al alto volume e soprattutto non curanti delle prescrizioni imposte dall’emergenza epidemiologica in atto. Nessuno di loro indossava la mascherina e non hanno garantito distanziamento sociale, impegnati com’erano in questo “party” privato in abitazione.
Sono state elevate nei loro confronti le sanzioni amministrative per inosservanza delle misure anti covid.

Festa all’una di notte

Per di più, nella notte tra sabato e domenica, sempre i Carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Verona sono stati allertati, alle 01:00 circa, dalla centrale operativa in merito ad alcuni schiamazzi provenienti da un’abitazione.

In particolare, alcuni residenti in via Santa Maria Rocca maggiore hanno segnalato forti rumori, schiamazzi e musica ad alto volume, tutto fracasso proveniente da un appartamento ad uso locazione turistica.

Così, all’arrivo delle pattuglie dell’Arma, si sono presentati ai militari ben 13 giovani che stavano facendo una festa a base di musica e alcol: i ragazzi, tutti provenienti da città diverse (Brescia, Padova, Bergamo), hanno provato a nascondersi sotto i letti e negli armadi ma, alla fine, sono stati individuati e identificati compiutamente dai militari intervenuti, che hanno elevato nei confronti di ciascuno di loro le sanzioni covid previste.