Cronaca
Violenza di genere

Padova, uomini violenti: uno maltrattava l'anziana madre, l'altro aveva reso la vita un inferno all'ex

Ancora minacce e violenze in danno di donne indifese. Nei guai un 60enne italiano e un 37enne moldavo, entrambi di Padova.

Padova, uomini violenti: uno maltrattava l'anziana madre, l'altro aveva reso la vita un inferno all'ex
Cronaca Padova, 05 Agosto 2022 ore 15:35

Ancora minacce e violenze in danno di donne indifese. A due uomini è fatto divieto di avvicinarsi alle loro vittime.

Padova, uomini violenti: uno maltrattava l'anziana madre, l'altro aveva reso la vita un inferno all'ex

Ad esito di due distinte attività di indagine delegate dalla Procura della Repubblica, i poliziotti della Squadra Mobile di Padova hanno dato esecuzione a due ordinanze cautelari emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari nei confronti di un 60enne italiano ed un 37enne moldavo, entrambi di Padova.

Il primo soggetto, destinatario di un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare con divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dall’anziana madre è gravemente indiziato del reato di maltrattamenti in famiglia. Dopo essere stato già condannato, l’aprile scorso, per il medesimo reato e per quello di lesioni personali aggravate, consumati sempre in danno della madre (ultraottantenne), ha continuato a maltrattare la stessa, tenendo nei suoi confronti comportamenti violenti e vessatori, isolandola ed impedendole di avere contatti con l'esterno.

LEGGI ANCHE:

Preso il molestatore del "Sentiero degli Ezzelini": aggredite due donne dopo che avevano rifiutato le sue avances sessuali

Approfittando della fragilità della donna, dovuta alla sua età avanzata, la offendeva, umiliava, minacciava frequentemente, danneggiando mobili e suppellettili presenti in casa, giungendo pure ad aggredirla violentemente, percuotendola con violenza tale da cagionarle, in almeno un'occasione, una tumefazione all'occhio sinistro e un'escoriazione alla mano sinistra.

Una vita d'inferno per l'ex compagna

Destinatario di un provvedimento di divieto di avvicinamento alla persona offesa, è pure il 37enne moldavo, indagato però i reati di atti persecutori, violenza privata e danneggiamento. L’uomo, con plurime condotte di molestie e minacce (anche di darle fuoco ed ucciderla) commesse nei confronti della ex compagna convivente, nonché procurando danni alla sua auto (rendendola inservibile mediante versamento di un liquido nel serbatoio), ingenerava nella stessa un perdurante e grave stato di ansia e di paura, nonché il fondato timore per la propria incolumità tali da costringerla a mutare le sue abitudini di vita.

Proprio di recente, l’1 agosto scorso, ponendo in essere sorpassi e manovre pericolose, tentava di costringere la donna, alla guida del suo veicolo in tangenziale, ad accostare e fermarsi, non riuscendo nell'intento per cause indipendenti dalla sua volontà, e vale per il sopraggiungere dei poliziotti.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter