Richieste

Padova con una lettera a Conte guida l’appello di oltre 50 Comuni italiani per richiedere i ristori

Bressa: "Abbiamo offerto al Governo la nostra piena collaborazione chiedendo al tempo stesso una risposta rapida".

Padova con una lettera a Conte guida l’appello di oltre 50 Comuni italiani per richiedere i ristori
Padova, 28 Ottobre 2020 ore 14:45

Su iniziativa del sindaco di Padova, Sergio Giordani, delegato di Anci nazionale all’innovazione e dell’assessore al commercio e attività produttive Antonio Bressa, è partita questa ieri, martedì 27 ottobre 2020 una lettere indirizzata al presidente del Consiglio Conte in cui oltre 50 assessori di altrettante città italiane esprimono la loro preoccupazione per la situazione che stanno vivendo interi settori produttivi.

Necessità di ristori

In particolare il loro appello al Governo riguarda la necessità di attivare rapidamente e concretamente i ristori necessari alla sopravvivenza di molte aziende e di conseguenza di molte famiglie, ma pone anche l’attenzione sulla necessità di una stretta collaborazione fra Istituzioni centrali e Istituzioni locali, Comuni in primis, per sincronizzare e armonizzare tutti gli interventi di sostegno previsti. Il rischio in caso contrario è quello di un innalzamento delle tensioni sociali che è necessario evitare assolutamente. La missiva si chiude ribadendo l’impegno degli amministratori locali per mettere in campo ogni azione possibile di sostegno alle attività economiche che sia attivabile a livello locale.

Servono soluzioni

L’assessore Antonio Bressa sottolinea:

“I Comuni sono l’istituzione più vicina a cittadini e agli esercenti in difficoltà e noi Assessori al commercio ci sentiamo in prima linea nell’offrire soluzioni per superare questa fase complessa. Per questo abbiamo offerto al Governo la nostra piena collaborazione chiedendo al tempo stesso una risposta rapida per quanto riguarda le misure economiche necessarie per evitare future chiusure”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità