Cronaca
Indagini

Padova, 20enne dorme a casa di un amico: Massimiliano trovato morto a letto

Sono in corso le indagini per riuscire a capire le cause che hanno portato alla morte del 20enne.

Padova, 20enne dorme a casa di un amico: Massimiliano trovato morto a letto
Cronaca Padova, 17 Agosto 2022 ore 10:58

Aveva ospitato un amico a dormire a casa sua per poi trascorrere del tempo insieme nel ponte di Ferragosto, nella mattina del 15 agosto però l’ha trovato privo di vita nel letto.

Massimiliano trovato morto a letto

Tra amici avevano deciso di trascorrere del tempo insieme nel ponte di Ferragosto, purtroppo però un 20enne ha perso la vita nella notte tra il 14 e il 15 agosto 2022. Massimiliano Segala, 20 anni di San Giorgio delle Pertiche era stato ospitato da un amico nella mansarda dell’abitazione situata in via IV novembre, a Padova.

Nella mattina del 15 agosto 2022 l’amico era andato a chiamare Massimiliano ma, non ricevendo mai nessuna risposta, aveva deciso di entrare comunque in mansarda. Quando ha aperto la porta ha visto Massimiliano immobile a letto. Immediata la chiamata ai soccorritori del Suem 118 che purtroppo non hanno potuto far nulla per salvare il 20enne.

Massimiliano Segala

Aveva assunto dei farmaci

Sono in corso le indagini per riuscire a capire le cause che hanno portato alla morte del 20enne. Gli inquirenti hanno sentito l’amico di Massimiliano che ha riferito loro che il 20enne aveva confessato di aver assunto delle sostanze la sera prima e poi era andato a dormire per recuperare le forze.

Secondo le prime ricostruzioni, non sono stati trovati dei segni di violenza sul corpo di Massimiliano. Nel cassetto del comodino invece sono state trovate diverse confezioni di psicofarmaci. Ora si indaga per riuscire a capire se una possibile assunzione massiccia dei farmaci, seguita poi dall’assunzione di bevande alcoliche o altre sostanze stupefacenti possano aver causato il decesso del ragazzo.

Il pubblico ministero Marco Brusegan ha aperto un fascicolo in Procura, oggi mercoledì 17 agosto 2022 è prevista l’autopsia.

Seguici sui nostri canali