In carcere a Roma

Omicidio di un connazionale nigeriano a Padova nel 2015: estradato dalla Germania anche l'ultimo responsabile

Ieri a Roma le autorità tedesche hanno consegnato Obadiarhu Charles Iyamu, 34enne nigeriano già detenuto a Monaco di Baviera per altra causa.

Omicidio di un connazionale nigeriano a Padova nel 2015: estradato dalla Germania anche l'ultimo responsabile
Cronaca Padova, 15 Giugno 2021 ore 15:00

Ieri, lunedì 14 giugno 2021, a Roma, le autorità tedesche hanno consegnato Obadiarhu Charles Iyamu, 34enne nigeriano già detenuto a Monaco di Baviera per altra causa.

Omicidio di un connazionale nigeriano a Padova nel 2015

Nell'ambito delle indagini , estese anche in ambito internazionale, condotte dal Nucleo investigativo del Comando provinciale di Padova, ieri, lunedì 14 giugno 2021, a Roma, le autorità tedesche hanno consegnato Obadiarhu Charles Iyamu, 34enne nigeriano già detenuto a Monaco di Baviera per altra causa.

Lo straniero è stato estradato perché si era sottratto all'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa il 26 luglio del 2017 dal Gip del Tribunale di Padova, in quanto indagato in concorso con altri per l'omicidio del connazionale Agata Terry, commesso nell'aprile del 2015 proprio a Padova. La Polizia di frontiera dell'aeroporto di Fiumicino lo ha arrestato e lo ha portato nel carcere romano di Rebibbia.

I fatti del 2015

Alle 5 del 20 aprile 2015, nelle immediate vicinanze del circolo privato etnico nigeriano all'incrocio tra via Vigonovese e via Dell'Artigianato, si era infatti verificata una violenta rissa tra 5 nigeriani, circostanza in cui uno dei coinvolti - proprio Agata Terry, all'epoca 35enne, era stato colpito da più fendenti di coltello che gli avevano procurato delle profonde lesioni al collo, tali poi da provocarne il decesso al Pronto soccorso dell'ospedale di Padova, dove era stato trasportato in condizioni disperate.

Le indagini avviate all'epoca dal Nucleo investigativo del Comando provinciale dei Carabinieri e del Nor della Compagnia di Padova, avevano consentito di identificare gli altri 4 partecipanti alla rissa e di denunciarli alla Procura della Repubblica, che ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare nei loro confronti poiché responsabili di omicidio colposo in concorso.

Già fermato in Germania per altri reati

Lo straniero estradato ieri era stato localizzato in Germania nel 2017 e fermato dalla autorità tedesche in relazione a reati commessi in luogo. Al termine della pena scontata in suolo tedesco, in applicazione al mandato di cattura europeo firmato dal Gip di Padova, l'uomo è stato consegnato alla giustizia italiana.