A Padova

Nessuna speranza per Valentina e per la figlia in grembo: è cerebralmente morta dopo l'incidente

La tragedia nella giornata di Pasqua: a perdere la vita anche la piccola Ameliè, portata in grembo da 5 mesi. La disperazione del compagno Giulio: "Ti amerò per tutta la vita. Scusatemi"

Nessuna speranza per Valentina e per la figlia in grembo: è cerebralmente morta dopo l'incidente
Pubblicato:
Aggiornato:

Un tragico incidente stradale avvenuto lo scorso 31 marzo 2024 a Padova ha stravolto le sorti di una giovane coppia di Trebaseleghe. Valentina, 33 anni, lotta ora tra la vita e la morte, attaccata a delle macchine. Il compagno Giulio, però, non si perde d'animo e continua a sperare in un miracolo. Il loro futuro è stato già segnato dalla perdita di Ameliè: la piccola portata in grembo da mamma "Tyna" da 5 mesi. La disperazione del 27enne in un post su Facebook:

"Ti amerò per tutta la vita, scusatemi".

Dopo l'incidente a Padova Valentina è cerebralmente morta

Doveva essere una giornata di festa, ma quella domenica di pasqua del 31 marzo 2024 si è trasformata in una vera tragedia per una famiglia di Fossalta di Trebaseleghe.

Giulio Stoppa e Valentina Urli si stavano recando dai genitori di lui nel comune di Adria, nel Rodigino, per trascorrere tutti insieme la ricorrenza. Per cause ancora da accertare, tuttavia, il 27enne ha perso il controllo dell'auto all'uscita di una rotatoria in corso Stati Uniti a Padova: l'auto è poi finita ribaltata.

Nello schianto, Giulio è rimasto ferito in maniera non grave, mentre la 33enne non si è più risvegliata. A perdere la vita la piccola Ameliè, che cresceva nel grembo di mamma Valentina da 5 mesi.

Valentina Urli

I medici sono stati fin da subito molto chiari sulle condizioni della giovane, cerebralmente morta: la sua vita dipende, ora, dalle macchine a cui è attaccata in ospedale.

Mancava un mese al loro matrimonio

Valentina e Giulio erano una coppia molto affiatata, che avrebbe coronato un sogno d'amore il prossimo 11 maggio 2024: giorno del loro matrimonio.

Il 27enne è un dipendente della ditta Bezzegato a Borgoricco, mentre la ragazza aveva deciso di dedicarsi completamente alla maternità. Poi, in estate sarebbe arrivata la loro amata Ameliè.

La disperazione del compagno: "Ti amerò per tutta la vita"

Valentina è, purtroppo, in fin di vita. Ma il compagno Giulio non si arrende: nonostante la situazione sia irreversibile, spera sempre in un possibile miracolo.

Giulio Stoppa

Il 27enne è fermamente intenzionato a mantenere in vita la sua Tyna, come tutti chiamavo la 33enne, fino a quando sarà possibile. Finché ci sarà anche solo una speranza, non permetterà a nessuno di spegnere le macchine, e quindi di troncare per sempre quell'amore indissolubile che lo lega a Valentina.

Al dolore per una drammatica vicenda, si aggiunge anche la coda "burocratica". Giulio Stoppa sarà presumibilmente iscritto nel registro degli indagati per omicidio colposo (o per omicidio stradale). Un atto dovuto da parte della Procura, per ricostruire nei dettagli quanto è accaduto.

Intanto il giovane, disperato per la doppia perdita, ha scritto un toccante post sulle sue pagine social.

"Ti amerò per tutta la vita.
Tu e Amelie rimarrete sempre la cosa più bella che il mondo potesse darmi.
Scusa.
Scusatemi entrambe".

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali