Nubifragio nel Padovano

Maltempo, grossa frana invade la Rocca di Monselice. Allagamenti a Montagnana e Casale di Scodosia

In tutta la provincia sono stati effettuati 60 interventi dei Vigili del Fuoco: allerta rossa per criticità idraulica e idrogeologica sul Basso Brenta e Bacchiglione fino alle 14 di venerdì 17 maggio 2024

Pubblicato:
Aggiornato:
Maltempo, frana invade la Rocca di Monselice. Allagamenti a Montagnana e Casale di Scodosia

Un'ondata di maltempo si è abbattuta la scorsa notte del 15 maggio 2024 in tutto il Veneto, colpendo alcuni dei comuni principali. Tra questi, Monselice dove una frana è precipitata dietro il complesso della Rocca. Sempre nel Padovano, gravi danni per allagamenti anche a Montagnana e a Casale di Scodosia. La Protezione Civile, complice la situazione delicata del maltempo, ha diramato allerta rossa per criticità idraulica e idrogeologica sul Basso Brenta e Bacchiglione fino alle 14 di domani, venerdì 17 maggio 2024.

Maltempo nel Padovano: grossa frana invade la Rocca di Monselice

Ben 250 gli interventi dei Vigili del Fuoco nella notte tra mercoledì 15 e giovedì 16 maggio 2024 per mettere in sicurezza le aree del Nord Italia colpite da forti raffiche di pioggia e vento.

Le richieste di soccorso sono state soprattutto per allagamenti, smottamenti e piante pericolanti. Nel padovano, in particolare, diverse squadre di pompieri sono state allertate per una frana che ha invaso la strada dietro la Rocca di Monselice.

Tanta paura, ma al momento non sembrerebbero esserci feriti. Ecco le incredibili immagini della caduta massi.

1
Foto 1 di 4
3
Foto 2 di 4
2
Foto 3 di 4
4
Foto 4 di 4

Altri danni si sono poi verificati anche nei comuni di Montagnana e di Casale di Scodosia, con strade e abitazioni invase dall'acqua.

Qui di seguito ecco alcune immagini degli interventi dei vigili del fuoco a Montagnana.

WhatsApp Image 2024-05-16 at 13.32.15 (1)
Foto 1 di 4
WhatsApp Image 2024-05-16 at 13.32.14 (2)
Foto 2 di 4
WhatsApp Image 2024-05-16 at 13.32.15
Foto 3 di 4
WhatsApp Image 2024-05-16 at 13.32.14 (1)
Foto 4 di 4

Vasti allagamenti, invece, si sono verificati anche a Casale di Scodosia. Ecco un filmato registrato dai pompieri:

 

Allerta rossa Basso Brenta e Bacchiglione fino alle 14 di venerdì 17 maggio

Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto ha emesso un avviso di criticità idrogeologica ed idraulica di aggiornamento, valido dalle 12 di oggi, giovedì 16 maggio 2024, alle 14 di domani, venerdì 17 maggio 2024, che aumenta lo stato di allertamento fino al livello di allarme in gran parte del territorio regionale.

Le previsioni meteo indicano per il pomeriggio nuova fase instabile/perturbata con precipitazioni diffuse a prevalente carattere di rovescio e temporale in spostamento da sud-ovest verso nord-est; probabili fenomeni localmente intensi tra pianura e Prealpi (forti rovesci, locali grandinate e forti raffiche di vento) con quantitativi di precipitazione anche abbondanti in occasione dei sistemi convettivi più organizzati e insistenti. Generale diradamento e attenuazione dei fenomeni in tarda serata.

Screenshot 2024-05-16 145845
Foto 1 di 2
Screenshot 2024-05-16 145859
Foto 2 di 2

Per quanto riguarda la criticità idraulica è stato decretato lo stato di allarme (rosso) nei bacini dell’Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone e Basso Brenta – Bacchiglione, e stato di preallarme (arancione) nel bacino del Livenza, Lemene e Tagliamento, attenzione sul resto dei bacini eccetto sull’alto Piave (verde).

Per quanto riguarda la criticità idrogeologica:

  • stato di allarme (rosso) nei bacini del Po, Fissero-Tartaro-CanalBianco e Basso Adige; del Basso Brenta -Bacchiglione; del Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna;
  • stato di preallarme (arancione) in tutto il resto dei bacini regionali.
La comunicazione della Protezione Civile

L’allerta idrogeologica per temporali in tutti i bacini idrografici del Veneto è massima ad eccezione dell’alto Piave bellunese.

In considerazione delle precipitazioni occorse e previste, la Protezione Civile raccomanda di vigilare particolarmente le aste idrauliche afferenti ai Bacini dei fiumi Brenta, Bacchiglione, Retrone, Alpone, Chiampo, Fratta-Gorzone nonché il fiume Adige, e quelli del Veneto Orientale (Monticano, Meschio, Livenza Tagliamento).

Altri comuni veneti colpiti dalle intense piogge

Padova non è l'unico comune veneto ad essere colpito dal maltempo. Nella provincia di Verona sono stati eseguiti dalla mezzanotte di questo giovedì 16 maggio 2024 60 interventi per danni provocati dall'acqua.

Le zone particolarmente interessate sono state San Bonifacio e Soave, dove sono intervenuti anche i sommozzatori di Vicenza per degli automobilisti rimasti bloccati in un sottopasso. A mettere in guardia i cittadini, il sindaco Giampaolo Provoli con un post su Facebook.

Danni registrati anche a Vicenza, con 71 interventi per smottamenti e frane nella zona dell'alto vicentino, 35 in attesa; a Rovigo con 26 interventi effettuati soprattutto a Badia Polesine, nessuno in coda; a Treviso con 15 interventi effettuati e nessuno in coda e Venezia con 52 interventi effettuati ma ancora 12 in coda.

Al fine di scongiurare eventuali ed ulteriori danneggiamenti, il dispositivo di soccorso dei vigili del fuoco è stato rinforzato con personale trattenuto in turno. L'allerta gialla continuerà fino alle 14 di venerdì 17 maggio 2024. 

Per altri aggiornamenti anche sul maltempo a Rovigo leggi qui:

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali