Cronaca
Era positiva al Covid

Lei soccorre il motociclista ferito fuori casa, il Tribunale la condanna: "Ha violato la quarantena"

La paradossale vicenda di Maristella Scarmignan, 56enne di Ospedaletto Euganeo, che all'epoca dei fatti era positiva al Covid e in isolamento.

Lei soccorre il motociclista ferito fuori casa, il Tribunale la condanna: "Ha violato la quarantena"
Cronaca Este, 21 Gennaio 2022 ore 09:30

Paradossale vicenda per una 56enne di Ospedaletto Euganeo, condannata a pagare 4.500 di multa.

Lei soccorre il motociclista ferito fuori casa

Un gesto istintivo e assolutamente umano: precipitarsi fuori di casa per soccorrere una persona ferita, un motociclista protagonista di un incidente con la moto proprio davanti all'abitazione di Maristella Scarmignan, 56enne di Ospedaletto Euganeo.

Brava signora, penserete voi. Peccato che, per quella reazione così immediata e generosa, la suddetta signora sia stata condannata a pagare una sanzione di ben 4.500 euro. Follia, com'è possibile? Semplice, l'incidente davanti casa si era verificato il 23 aprile 2020, in pieno lockdown a seguito della prima ondata di Covid. E non è tutto: la donna era stata contagiata ed era dunque in isolamento domiciliare.

L'inflessibile verdetto del Tribunale

Ma non ci ha pensato due volte a correre in soccorso del centauro ferito, che si era schiantato contro un cartello stradale senza tuttavia, fortunatamente, riportare gravi conseguenze. Quelle che invece, sotto l'aspetto giudiziario, sono invece toccate alla 56enne padovana.

Un gesto in buona fede ma in epoca Covid, punito severamente due anni dopo i fatti dal Tribunale di Rovigo. "Ha violato la quarantena", il responso (con decreto penale) degli inflessibili giudici. Un paradosso che sino a poco tempo fa avremmo ritenuto assurdo (e in parte si fa fatica a non ritenerlo tale anche oggi). Anche perché la signora, nell'avvicinarsi al motociclista a terra, aveva comunque indossato la mascherina per evitare appunto un possibile contagio.

La discussione coi Carabinieri

Poi l'arrivo dei Carabinieri, con cui la 56enne aveva anche discusso, rifiutando di fornire le proprie generalità. Ma quando i militari hanno poi scoperto la sua positività, sono scattate due diverse accuse: rifiuto di dare informazioni alle autorità e violazione delle prescrizioni anti Covid. Da qui la multa di 4.500 euro, che la donna - che ha subito presentato ricorso - non ha intenzione di pagare.

E a darle supporto, manifestando sdegno e incredulità per l'accaduto, sono intervenuti anche alcuni politici di spicco, tra cui il leader della Lega, Matteo Salvini:

"Ma stiamo scherzando??? Se non cancellano questa multa assurda, piuttosto gliela paghiamo noi", ha postato sui social l'ex ministro.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter