Cronaca
Aperta l'indagine

Le ossa spuntate dal Brenta in secca sarebbero umane

Il fiume in secca ha fatto emergere, all'altezza di un isolotto, un cumulo di ossa. E da una prima analisi sembra che non siano di qualche animale selvatico...

Le ossa spuntate dal Brenta in secca sarebbero umane
Cronaca Padova, 23 Giugno 2022 ore 13:49

Un gruppo di amici si tuffa nel fiume per fare un bagno e, una volta arrivati su un isolotto, questi compagni di nuotata notano qualcosa di insolito. Di veramente insolito: un cumulo di ossa...

Le ossa spuntate dal Brenta in secca sarebbero umane

Galeotto fu il tuffo (vietato) nel Brenta al confine con Curtarolo. Un gruppo di amici, infatti, nonostante il divieto di balneazione, per scappare dalla morsa del caldo di questi giorni, domenica ha deciso di immergersi arrivando fino all'isolotto situato in mezzo al corso d'acqua. Fiume che, solitamente, in quel tratto è piuttosto impetuoso. E che invece in questo periodo è praticamente in secca. Tanto in secca da lasciar emergere da terra qualcosa di inquietante. Delle ossa.

La Procura ha aperto un'indagine

Ossa subito notate dal gruppo di amici che, impauriti, hanno chiamato subito le Forze dell'ordine. Sul posto si sono recati i Carabinieri che, dopo aver avvisato l'autorità giudiziaria hanno sequestrato i resti per consegnarle, prima di tutto a un veterinario. Lo specialista, tuttavia, non ha saputo dire con certezza di se si trattasse di ossa di qualche animale selvatico. E la Procura ha deciso di aprire un'indagine. Ora spetterà al medico legale chiarire l'origine di quei resti e, grazie alle analisi di laboratorio, si potranno ottenere tutte le informazioni necessarie per comprendere il motivo per cui si trovassero lì.

Al momento, comunque, in molti pensano siano di qualche animale, anche perché nei paraggi ci sarebbe un'area dedicata alle greggi. E' anche lontana l'ipotesi di occultamento di cadavere perché quella zona è sempre sommersa dall'acqua. Ma non si esclude che i resti possano essere arrivati lì trascinati dalla corrente del fiume. Insomma il ritrovamento è ancora avvolto nel mistero...

Seguici sui nostri canali