Fase 2

Le nuove regole per l’accesso ai Pronto soccorso: il video di Regione Veneto

Tre clip chiare, veloci, sintetiche per sapere come comportarsi in questa nuova fase dell'emergenza coronavirus.

Le nuove regole per l’accesso ai Pronto soccorso: il video di Regione Veneto
Padova, 29 Maggio 2020 ore 17:51

La Fase 2 prevede nuove norme di accesso alle strutture di Pronto soccorso, in Veneto.

ACCENDI L’AUDIO E GUARDA IL VIDEO:

Le nuove regole per l’accesso ai Pronto soccorso in Veneto

L’utente ha l’obbligo di indossare mascherine e guanti assicurando di mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

Non è ammessa la presenza di un accompagnatore all’interno dei pronto soccorso ad eccezione di disabili, minori, utenti fragili, non autosufficienti e persone con difficoltà linguistiche.

I Pronto soccorso in questa fase mantengono percorsi differenziati per i sospetti Covid e per gli accessi per altre patologie al fine di indirizzare in percorsi separati i sospetti positivi. Rimane attivo il pre-triage e vengono verificate le condizioni di salute in rapporto al coronavirus.

Cosa succede in caso di sintomi da Covid-19

In caso di sintomi come febbre, tosse, mal di gola, segni significativi di infezione respiratoria, il soggetto viene sottoposto al tampone nasofaringeo ed è accompagnato negli spazi del Pronto Soccorso dedicati fino al referto del tampone. Qualora non fosse necessario trattenere il paziente, lo stesso viene dimesso a domicilio. In caso di emergenza il paziente viene contato come infetto ed è gestito con tutte le precauzioni del caso. Analogo approccio è applicato anche alle persone che giungono al Pronto soccorso in ambulanza, con la variante che il pre-triage va fatto al momento sul luogo del soccorso. Al termine dell’iter diagnostico per Covid, il soggetto può essere ricoverato oppure dimesso a domicilio.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità