I motivi dello scontro

L'accordo per l'assunzione c'è ma i lavoratori "bloccano" la ditta coi camion

I motivi della protesta nascono da un accordo firmato ieri, 30 gennaio 2024, solo con i sindacati confederali, Cgil, Cisl e Uil, per l’internalizzazione a cui non ha partecipato l'Adl Cobas

L'accordo per l'assunzione c'è ma i lavoratori "bloccano" la ditta coi camion
Pubblicato:

I lavoratori della cooperativa MG Service hanno protestato questa mattina, 31 gennaio 2024, fuori i cancelli di uno dei grandi magazzini merci Despàr a Mestrino poiché non invitati a partecipare al tavolo di confronto per l'ottenimento dell'assunzione diretta sul posto di lavoro.

Blocco dei camion Despàr in protesta a Mestrino

I camion non escono dal magazzino merci della Despàr a Mestrino, in provincia di Padova. Sono fermi, bloccati ai cancelli.

In protesta e presidio i lavoratori della Cooperativa MG service di Schio, in provincia di Vicenza, che da anni gestisce per Aspiag Despar lo stoccaggio e il rifornimento per i supermercati della provincia.

I motivi dello scontro

I motivi della protesta nascono da un accordo firmato ieri, 30 gennaio 2024, solo con i sindacati confederali, Cgil, Cisl e Uil, per l’internalizzazione.

Si tratta dell'assunzione diretta di questi lavoratori come dipendenti Aspiag. Si passa dal contratto della logistica a quello del commercio.

Tuttavia, al tavolo non è stato invitato Adl Cobas, sindacato di base molto presente nella cooperativa e nel magazzino.

Chiediamo semplicemente di sederci al tavolo di trattativa e dare la possibilità al 90% dei lavoratori di essere parte attiva della discussione per questo contratto - racconta Riccardo Ferrara di Adl Cobas ai microfoni del Tgr Veneto.

Riccardo Ferrara, Adl Cobas

Un anno fa già in 15 vinsero vinto una causa promossa da Adl Cobas per ottenere l’assunzione diretta. Altri 50 hanno poi seguito l’esempio.

Schermata 2024-01-31 alle 16.50.29
Foto 1 di 3
Schermata 2024-01-31 alle 16.49.17
Foto 2 di 3
Schermata 2024-01-31 alle 16.50.45
Foto 3 di 3
Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali