Cronaca
Manifestazione

La protesta degli infermieri a Padova: "Eroi già dimenticati"

Al Pronto Soccorso dell'ospedale il flash mob organizzato da FP Cgil, FP Cisl e Uil FPL.

Cronaca Padova, 23 Giugno 2020 ore 10:28

Grande partecipazione ieri, lunedì 22 giugno 2020, al flash mob davanti al Pronto Soccorso dell'ospedale di Padova organizzato da FP Cgil, FP Cisl e Uil FPL.

Sigle sindacali al fianco degli operatori sanitari: eroi del Covid dimenticati

Una protesta che vede le sue origini nello scarso riconoscimento, da parte dei vertici dell'azienda ospedaliera, verso il personale sanitario che in questi mesi di emergenza ha dovuto far fronte a tantissimi sacrifici. "Dopo le belle parole, il nulla. Proprio come capita agli eroi dimenticati", spiegano i sindacati.

C'erano decine di medici e infermieri a rappresentare le migliaia di dipendenti dell’ospedale civile e dell’ospedale Sant’Antonio che all’Azienda Ospedaliera e alla Regione chiedono un riconoscimento al loro grande lavoro. Il personale della sanità veneta chiede ferie, riposi e un risarcimento Covid per il lavoro extra.  A sostenerli gli operatori sanitari nella loro protesta ci sono tutti i sindacati uniti: Cgil, Cisl e Uil.

Le immagini del Flash mob

105030554_3383335338344227_1259611119516344507_o
Foto 1 di 11
104925806_3383335771677517_5828886152583670637_o
Foto 2 di 11
104958231_3383335981677496_7504018923634602916_o
Foto 3 di 11
105299915_3383336261677468_4774341864195462151_o
Foto 4 di 11
105419617_3383336555010772_2052421829703083357_o
Foto 5 di 11
104906783_3383336891677405_8543641656363305807_o
Foto 6 di 11
105566410_3383337568344004_3472890910583624813_o
Foto 7 di 11
105026594_3383337975010630_1693787510155407067_o
Foto 8 di 11
105412419_3383338378343923_1974100693844094455_o
Foto 9 di 11
104908097_3383338955010532_6448448928385896349_o
Foto 10 di 11
104960517_3383339278343833_7063471874832575756_o
Foto 11 di 11

Il prossimo passo, se le richieste degli operatori non fossero ascoltate, sarà probabilmente quello di comunicare al prefetto di Padova Renato Franceschelli lo stato di agitazione.

Seguici sui nostri canali