Menu
Cerca
Guardia di finanza

Il video della serra di marijuana sequestrata in un appartamento a Padova

Tre denunciati. Uno di loro, un 30enne senza lavoro, faceva una vita da "nababbo" soggiornando in albergo e spostandosi con moto di grossa cilindrata.

Cronaca Padova, 13 Maggio 2021 ore 09:29

Sequestrata una serra di marijuana in un appartamento di Padova. Denunciati tre responsabili.

Il video della serra di marijuana

La scorsa settimana i Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Padova hanno individuato un gruppo di soggetti italiani residenti in città, dediti allo smercio di sostanze stupefacenti. L’operazione è frutto della costante attività di monitoraggio delle principali piazze di spaccio padovane svolta dalle Fiamme Gialle, che ha consentito d’identificare un soggetto con un tenore di vita incoerente rispetto alla propria posizione fiscale: L.G., padovano, classe 1990, gravato da precedenti di spaccio, nonostante non svolgesse alcuna attività lavorativa conosciuta al fisco, è stato notato soggiornare abitualmente in un hotel cittadino, utilizzato come dimora abituale.

All’alt dei militari mentre si spostava a bordo di una moto di grossa cilindrata, il giovane inizialmente si è dato alla fuga, mettendo a rischio anche la propria incolumità, salvo poi costituirsi alcune ore dopo presso la caserma del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Padova.

La perquisizione: stanati i complici

All’esito della perquisizione d’iniziativa effettuata presso la stanza d’albergo nella disponibilità del fuggitivo, sono stati rinvenuti 17.000 euro in contanti, una piccola quantità di sostanza stupefacente (hashish e marijuana), diverse sim telefoniche da attivare, un wallet di valuta virtuale, nonché alcuni dispositivi elettronici, utili per ricostruire il giro d’affari.

Il video della serra di marijuana coltivata in un appartamento a Padova

Grazie ai numerosi appostamenti e pedinamenti eseguiti, nelle immediatezze dei fatti sono state svolte ulteriori perquisizioni nei luoghi nella disponibilità di altri soggetti ritenuti coinvolti nel traffico illecito. Tale attività ha permesso di individuare e denunciare T.N., classe 1990, nullafacente, il quale, oltre a occultare 200 grammi di hashish già pronti per essere smerciati, è stato sorpreso a coltivare piante di marijuana all’interno di un appartamento del quartiere Forcellini, nel quale aveva installato una serra clandestina.

Un terzo soggetto, F.F., classe 1969, impiegato, ritenuto essere un fiancheggiatore degli spacciatori, è stato deferito all’Autorità giudiziaria per favoreggiamento, in quanto, pur essendo in possesso di notizie e informazioni utili al rintraccio del fuggitivo, ha ostacolato le attività di ricerca dei militari della Guardia di Finanza dopo che L.G. si era sottratto ai controlli, nonché per detenzione di circa 70 grammi di marijuana.

Il supporto dell'Unità cinofila

Le attività di perquisizione e sequestro sono state compiute con l’ausilio dell’unità cinofila della Compagnia della Guardia di Finanza di Padova e i tre responsabili denunciati alla Procura della Repubblica di Padova.

L’operazione svolta dalle Fiamme Gialle patavine s’inquadra nell’ambito del dispositivo permanente di contrasto ai traffici illeciti e di controllo del territorio, rivolgendo particolare attenzione ai principali punti di aggregazione della città, e testimonia il continuo impegno del Corpo nell’attività di prevenzione e contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti, a salvaguardia della salute dei potenziali consumatori.