Piove di Sacco

Il video del nomade padovano che bucava le gomme per distrarre le vittime e derubarle

Arrestato venerdì scorso dai Carabinieri H.D., nato a Piove di Sacco ma domiciliato presso il campo nomadi di via Forte Azzano, nel Veronese.

Cronaca Piove di Sacco, 07 Marzo 2021 ore 11:27

I carabinieri della Stazione di Verona principale hanno tratto in arresto H.D., nato a Piove di Sacco ma domiciliato presso il campo nomadi di via Forte Azzano.

Il video del nomade padovano che bucava le gomme

Nel pomeriggio di venerdì scorso, 5 marzo 2021, i carabinieri della Stazione di Verona principale hanno tratto in arresto H.D., nato a Piove di Sacco ma domiciliato presso il campo nomadi di via Forte Azzano.

L’uomo, che era già sottoposto a misura di detenzione non custodiale per il reato di furto aggravato in concorso, è stato condotto in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Sebbene fosse agli arresti domiciliari, già lo scorso 4 marzo era stato denunciato a piede libero dalla Stazione di San Giovanni Lupatoto, poiché al termine di accertamenti è stato ritenuto responsabile di un furto nei pressi dell’Eurospin, portato a termine dopo aver forato una gomma di un’auto lì parcheggiata.

Difatti, l’uomo era così riuscito a far distrarre il conducente, intento a sostituire il pneumatico forato con la ruota di scorta, e ad asportare dalla macchina uno zainetto con gli effetti personali della vittima.

Al Bricoman gli è andata male

Stesso modus operandi aveva tenuto il 25 febbraio scorso quando, nei pressi del Bricoman di via dell’Esperanto, aveva tentato di forare un pneumatico di un’auto lì parcheggiata, nella speranza che l’ennesimo malcapitato si distraesse al punto da consentirgli di portare a termine l’ennesimo furto.

Quella volta però, è andata male al pregiudicato: non solo non è riuscito, in quell’occasione, a forare la gomma nonostante i diversi tentativi compiuti. Per di più, è stato ripreso dalle telecamere dell'esercizio commerciale, telecamere poi acquisite ed analizzate dai Carabinieri della Stazione di Verona principale. Ad oggi, l’uomo resterà recluso presso il carcere scaligero.