Lutto

Grave incidente sul lavoro a Padova: operaio 47enne muore travolto da una frana

Due operai erano intenti a lavorare in una buca profonda un paio di metri per il posizionamento di alcuni tubi dell'acquedotto quando il terreno ha ceduto.

Grave incidente sul lavoro a Padova: operaio 47enne muore travolto da una frana
Padova, 15 Ottobre 2020 ore 10:12

Un altro operaio è rimasto ferito.

Stava lavorando in una buca profonda

Poco prima delle 10 di ieri, mercoledì 14 ottobre 2020, i Vigili del Fuoco sono intervenuti in via Montà all’interno della struttura dell’Acegas Aps per un incidente sul lavoro. I due operai erano intenti a lavorare in una buca profonda un paio di metri per il posizionamento di alcuni tubi dell’acquedotto, quando è avvenuto il cedimento del terreno circostante che ha investito le due persone, schiacciandoli contro la condotta.

Inutili i soccorsi

I Vigili del Fuoco accorsi sul posto con il personale di prima partenza, il funzionario di turno e il comandante, hanno estratto i due uomini portandoli in zona sicura. Purtroppo nonostante i tentativi di rianimazione del personale medico del SUEM un operaio 47 enne è stato dichiarato morto. L’altro uomo è stato stabilizzato e trasferito in codice rosso in ospedale. Sul posto il personale dello Spisal e i Carabinieri.

Il cordoglio dell’amministrazione

Il sindaco di Padova, Sergio Giordani, ha espresso la sua vicinanza e quella della giunta alla famiglia dell’operaio:

“Io e tutta la Giunta siamo vicini alla famiglia del lavoratore del gruppo Hera tragicamente morto nell’incidente sul lavoro accaduto in Via Montà. Ci auguriamo anche il miglioramento delle condizioni del collega coinvolto con lui nell’incidente. Al di là delle cause che hanno causato la sciagura, c’è prima di tutto il dolore per questa drammatica morte, una tragedia che non dovrebbe mai accadere in un luogo di lavoro. Purtroppo, nonostante l’attenzione cresciuta in questi ultimi anni per la sicurezza non abbiamo ancora raggiunto condizioni tali da relegare gli incidenti nei luoghi di lavoro a fatti eccezionali e del tutto occasionali e il numero delle vittime, morti e feriti, che si registrano ogni anno lo testimonia in modo inequivocabile. In questo caso il nostro dolore è reso ancora più amaro dal fatto che questi uomini lavoravano a una condotta idrica, erano quindi impegnati per fornire un migliore servizio a tutta la nostra comunità. Due dei tanti tecnici e operai che notte e giorno 365 giorni l’anno lavorano nell’ombra a quei servizi essenziali che noi diamo per scontati, come acqua luce e gas. Un pensiero va anche a tutti loro con l’augurio che una tragedia simile non abbia mai più a ripetersi”.

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità