Cronaca
Occhio ai contratti

Firma un contratto per un depuratore d'acqua da 30 euro al mese, dopo due settimane la società padovana gliene chiede 4500

L'uomo residente a Casale sul Sile, preoccupato, si è rivolto all'associazione Consumatori 24 che ha provveduto a prendere contatti con la società padovana per risolvere la vertenza.

Firma un contratto per un depuratore d'acqua da 30 euro al mese, dopo due settimane la società padovana gliene chiede 4500
Cronaca Padova, 31 Dicembre 2020 ore 10:27

Nei giorni scorsi è pervenuto all’Associazione Consumatori 24 l’ennesimo caso di contratto che prevede l’acquisto di un impianto di depurazione a condizioni però non proprio limpide.

Pensava di dover spendere pochi euro al mese, gli chiedono 4500 euro due settimane dopo la firma del contratto

Come riferisce Consumatori 24, tramite una telefonata, a un signore residente a Casale sul Sile sarebbe stata presentata la possibilità di acquistare un depuratore e miscelatore d’acqua. Giunto il rappresentante, faceva sottoscrivere al sig. D. S. presso il proprio domicilio un contratto di un importo che prevedeva la corresponsione di € 30,00 mensili, per una durata massima di 13 anni, dal quale però a dire del rappresentante il signor D.S. avrebbe potuto liberarsi in qualsiasi momento, e contestualmente ritirando 100 euro per l’istallazione del prodotto.

Dopo 14 giorni dall’istallazione, il signor D.S. è stato contattato nuovamente dal rappresentante per la firma di alcune ulteriori carte, attraverso le quali l’ignaro consumatore veniva a conoscenza di aver aderito ad un accordo che prevedeva il pagamento di 30 euro mensili esclusivamente per la manutenzione del prodotto. Parallelamente gli veniva richiesto un importo “a pronti e per contanti” di oltre 4.500,00 euro per il depuratore.

Preoccupato, il signor D.S. ha così deciso di rivolgersi all’Associazione Consumatori 24, che grazie alla sua esperienza nel settore, ha tempestivamente provveduto a prendere contatti con la società padovana in questione al fine di risolvere la vertenza in cui è incorso il malcapitato consumatore.

La Società impegnate in questo tipo di attività sono diverse e tutte finora seguono lo stesso modus operandi sopra descritto- ribadisce Consumatori 24. Si invita a prestare quindi la massima attenzione per non ritrovarsi coinvolti in una situazione analoga a quella sopra descritta ed in ogni caso, in situazioni delicate come queste, si consiglia di rivolgersi ad un professionista esperto che possa trattare la tematica con la massima attenzione.