a Padova

Evade dai domiciliari perché non sopporta i coinquilini: “Preferisco il carcere”

Il 34enne di origine albanese si è presentato in Questura con un'insolita richiesta: vivere in cella

Evade dai domiciliari perché non sopporta i coinquilini: “Preferisco il carcere”
Pubblicato:
Aggiornato:

Un 34enne di origini albanesi è evaso dagli arresti domiciliari e si è presentato alla Stazione dei Carabinieri di Padova chiedendo di essere accompagnato in carcere: non sopportava più i suoi coinquilini.

34enne evade dai domiciliari e si reca dai Carabinieri

Una richiesta davvero insolita quella giunta nella serata di ieri, martedì 30 gennaio 2024 alla Stazione dei Carabinieri di Padova Principale, da parte di un 34enne di origine albanese. 

"Portatemi in cella": queste le parole del giovane, il quale era sottoposto alla misura degli arresti domiciliari che stava scontando a seguito di un reato passato.

Il ragazzo ha incredibilmente riferito alle guardie di preferire la cella alla sua attuale abitazione dove convive con altri coinquilini. Il motivo? un rapporto conflittuale in casa che ha portato il 34enne alla disperata proposta.

Il ragazzo è stato, quindi, arrestato ed associato alle camere di sicurezza della caserma in attesa del processo per direttissima.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali