Cronaca
Proseguono le indagini

Duplice femminicidio a Vicenza: la padovana Gabriela è stata uccisa per prima, poi l’agguato a Lidija

Gabriela Serrano, originaria del Venezuela, abitava a Rubano, in provincia di Padova.

Duplice femminicidio a Vicenza: la padovana Gabriela è stata uccisa per prima, poi l’agguato a Lidija
Cronaca Padova, 09 Giugno 2022 ore 15:04

Emergono altri dettagli inquietanti sul duplice femminicidio a Vicenza.

Duplice femminicidio a Vicenza: Gabriela è stata uccisa per prima

Gabriela Serrano, venezuelana che abitava a Rubano (Padova), come raccontato da Prima Vicenza, è stata la prima ad essere stata uccisa dal 42enne bosniaco Zlatan Vasiljevic ieri, mercoledì 8 giugno 2022. E’ quanto è emerso dalla ricostruzione effettuata dagli investigatori che stanno ricostruzione quanto accaduto.

Gabriela Serrano

Il killer ieri mattina aveva chiamato l’ex fidanzata Gabriela Serrano, con la quale aveva interrotto la relazione da qualche mese, l’aveva convinta a raggiungerlo da Rubano fino a Vicenza con la sua auto.

Dopo essere salito sulla vettura Zlatan Vasiljevic si è diretto verso il quartiere Gogna e l’ha ucciso con un colpo di pistola alla nuca.
Poi, con il corpo privo di vita della donna nell’auto si è diretto in Via Vigolo e quando ha visto Lidija Miljkovic l’ha uccisa a colpi di pistola.

Lidija Miljkovic

La fuga

Immediate le ricerche di Zlatan Vasiljevic che era fuggito dopo l’omicidio. Le Forze dell’ordine hanno esteso le ricerche in tutto il Veneto, il Questore Paolo Sartori ha chiesto l'intervento per le ricerche di un elicottero e dei reparti speciali, per pattugliare la zona. Dopo alcune ore le Forze dell’ordine hanno rintracciato l’auto del killer sulla piazzola di sosta in Tangenziale Ovest di Vicenza. Al suo interno c'erano i corpi privi ddi vita del killer e di Gabriela.

Secondo quanto è emerso, l’uomo durante la fuga ha fatto esplodere due granate: la prima è finita nel fossato che separa il guardrail della tangenziale da quello che delimita l’A4, causando un cratere nel terreno. La seconda granata invece è esplosa proprio mentre arrivava una vettura che è stata raggiunta fortunatamente solo dalle schegge.

Seguici sui nostri canali