Padova

Daniele Rigato eletto alla guida di Confartigianato Bus Operator

Il presidente Rigato ha messo in agenda l’intenzione di incontrare il MIT per semplificare la procedura che permette l’integrazione dei mezzi privati nei servizi di TPL.

Daniele Rigato eletto alla guida di Confartigianato Bus Operator
Padova, 18 Novembre 2020 ore 11:41

Daniele Rigato, titolare di Rigato Autoservizi di Padova, presidente di Confartigianato Auto-Bus Operator Veneto e Delegato di Confartigianato Imprese Padova, è il nuovo presidente nazionale della categoria che vede uniti, per i servizi dedicati al trasporto persone, NCC e operatori Bus.

Programma mirato

E’ stato eletto per acclamazione. Rigato ha affermato:

“L’attuale emergenza sanitaria oltre a produrre un calo di fatturato di oltre il 60% nelle nostre aziende, ha costretto noi imprenditori a ripensare anche al nostro modo di fare impresa. In questi mesi abbiamo cambiato la modalità di erogare i nostri servizi, adottando i necessari accorgimenti per mettere al centro la tutela della salute dei nostri collaboratori, dei passeggeri e della comunità. Questo ha comportato anche un aumento dei costi sostenuti per l’acquisto di nuovi DPI, prodotti igienizzanti, strumenti di rilevazione e sanificazione che, insieme al calo di fatturato, stanno producendo effetti devastanti su tutte le nostre imprese associate”.

Il programma di Rigato è mirato a realizzare diversi interventi: dalla creazione di un fondo a garanzia pubblica per il sostegno alle imprese che necessitano di liquidità e di investimenti in caso di emergenza e calamità naturali alla creazione di un apposito fondo mutualistico nazionale di ristoro per le emergenze.

Cabina di regia

Il presidente Rigato ha messo in agenda l’intenzione di incontrare il MIT per semplificare la procedura che permette l’integrazione dei mezzi privati nei servizi di TPL, prevedendone l’utilizzo, oltre che in situazioni d’emergenza, anche per garantire il servizio nelle zone a richiesta debole in una logica di contenimento dei costi e di tutela ambientale soprattutto quando le aziende pubbliche dispongono di mezzi obsoleti e particolarmente inquinanti.

Nel programma di mandato del presidente Rigato c’è anche la creazione di una cabina di regia con le altre organizzazioni di categoria più rappresentative per verificare e presentare congiuntamente eventuali problematiche comuni, attività progettuali, proposte legislative. Rigato ha concluso:

“Resta inteso che il nuovo Direttivo dovrà intervenire con la massima urgenza, immediatamente dopo l’insediamento, perché vengano previsti ed erogati in tempi brevissimi appositi indennizzi a favore della categoria ormai sopraffatta dagli effetti causati dall’emergenza sanitaria e partecipare a tutti i passaggi sindacali e normativi in corso e prossimi, per attenuare la grave crisi economica e lavorativa delle imprese di settore, con l’inserimento a pieno titolo della categoria sulla filiera dei ristori al turismo, dei trasporti e così via”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità