Campodoro

Coprifuoco in salsa padovana: la "Tana del Bianconiglio" restava aperta di notte e il titolare ci spacciava dentro

Arrestato in flagranza il proprietario 29enne del locale situato a Campodoro. Segnalato come assuntore un 30enne di Piazzola.

Coprifuoco in salsa padovana: la "Tana del Bianconiglio" restava aperta di notte e il titolare ci spacciava dentro
Cronaca Padova, 26 Aprile 2021 ore 14:55

I Carabinieri della stazione di Mestrino e della sezione Radiomobile della Compagni di Padova, hanno tratto in arresto in flagranza di reato di detenzione di sostanze stupefacenti, un 29enne residente a Villafranca Padovana.

Coprifuoco in salsa padovana, un arresto

La notte scorsa, domenica 25 aprile 2021, a Campodoro, i Carabinieri della stazione di Mestrino e della sezione Radiomobile della Compagni di Padova, hanno tratto in arresto in flagranza di reato di detenzione di sostanze stupefacenti, Manuel Rizzo, 29enne residente a Villafranca Padovana.

I militari, presso il pub "La Tana del Bianconiglio" di Campodoro, in via Aldo Moro 14, di proprietà dell'uomo, aperto al pubblico nonostante le restrizioni anti Covid, lo hanno sorpreso subito dopo che lo stesso aveva ceduto a un 30enne di Piazzola sul Brenta, 9 grammi di marijuana. Nel corso della successiva perquisizione domiciliare, Rizzo veniva inoltre sorpreso in possesso di 59 grammi di marijuana, 19 di hashish, un bilancino digitale, e la somma di 1.300 euro ritenuta provento di spaccio.

Il 30enne è stato segnalato alla Prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti. Il locale è stato invece chiuso per 5 giorni e sanzionato per violazione delle norme anti Covid. L'arrestato è stato portato agli arresti domiciliari in attesa della convalida del Gip come disposto dall'autorità giudiziaria.

4 foto Sfoglia la gallery